AdBlock Detected

Stai usando AdBlock

Per continuare a leggere l'articolo è necessario disattivare l'AdBlock installato nel tuo computer. Oubliette Magazine è un sito certificato e sicuro per i naviganti.

Angela Lansbury: biografia della raffinata Jessica Fletcher de “La Signora in giallo”

“Sono passata dal teatro alla televisione per i soldi. Arriva un momento nella vita teatrale in cui dici: beh, non posso guadagnare con il teatro.” – Angela Lansbury

Angela Lansbury
Angela Lansbury

Nata a Londra il 16 0ttobre 1925, Angela Lansbury si distingue da altre attrici a lei contemporanee per la sua finezza interpretativa.

Figlia d’arte per parte di madre, un’attrice irlandese piuttosto nota, mentre il padre, impegnato in politica, muore in giovane età quando la piccola Angela ha soltanto 9 anni. Che sono pochi per avere le idee già chiare a proposito del proprio futuro; ma lei, ragazzina perspicace e dotata, mostra fin da giovanissima la sua passione per il teatro. E, favorita dal talento che certo non le manca, frequenta scuole a indirizzo recitativo, sostenuta dalla propria madre che crede nelle sue capacità interpretative.

È il 1944 quando, in seguito ai bombardamenti su Londra a causa del secondo conflitto mondiale, si trasferisce negli Stati Uniti con la madre e i fratelli, lì dove dà inizio ad una brillante carriera.

Un primo film in cui rivela doti eccellenti è Angoscia realizzato nel 1944 dal regista James Cook, dove accanto a Ingrid Bergman affronta la parte di una sfrontata domestica. Lavoro che le assegna una nomination all’Oscar.

Nel 1945 è presente in un allestimento de Il ritratto di Dorian Gray, fra i migliori che mai sia stato realizzato, in un’interpretazione che le comporta l’ambito riconoscimento del Golden Globe.

Attrice estremamente versatile, interpreta ruoli di madri e di mogli di mezza età, nonostante la sua età reale non sempre corrisponda a quella della finzione filmica. Ciò, grazie ai tratti morbidi del suo volto e al suo aspetto senza età che ne fanno un’attrice senza tempo; motivo per cui le vengono affidati ruoli sia di ragazze graziose come di donne mature.

Alle interpretazioni cinematografiche Angela Lansbury affianca un’intensa attività teatrale, che la vede impegnata in generi diversi fra loro, che vanno dai musical a rappresentazioni di profondo spessore, senza trascurare le commedie, dove l’ironia e il garbo dell’attrice sono garanzia di successo. Ne sono esempio Sansone e Dalila, film biblico del 1949 e La lunga estate calda, pellicola di impronta sociale. O meglio, spaccato dell’America degli anni ’50 che vede la Lansbury affiancata da eccellenti attori quali Paul Newman ed Orson Wells.

Nel 1961 è accanto a Elvis Presley nel film musicale Blue Hawaii, dove interpreta la madre di un giovane cantante. Anche in questa circostanza, il modo sottile e garbato della Lansbury fanno di Blue Hawaii una pellicola amabile.

“Io amo il teatro, il mio cuore è lì. Ogni volta che, nella mia vita, qualcosa non andava bene, ci sono sempre tornata. Dopo la morte di mio marito sono stata ferma tre anni per il dolore ma poi il teatro mi ha riportato un po’ di gioia. E, anni prima, quando scappai da Hollywood, fu il palcoscenico a farmi sentire bene di nuovo.” – Angela Lansbury

A dare la celebrità che merita ad Angela Lansbury è un lavoro teatrale sarà del 1966 che la conferma come una star di Broadway: la commedia musicale Mame, per la regia di Jerrt Herman, dove con classe e ironia impersona un’eccentrica signora degli anni ’20. Musical che conferma, con un altissimo numero di repliche, la superlativa bontà interpretativa della Lansbury.

Nel 1971 è la volta di partecipare alla realizzazione di una pellicola della Disney: Pomi d’ottone e mani di scopa.

Per lavorare poi a due adattamenti di film gialli di Agatha Christie: Assassinio sul Nilo e Assassinio allo specchio, in cui interpreta il personaggio di Miss Marple, i quali confermano la sua reputazione di attrice poliedrica.

Personaggio, quello di Miss Marple, che in qualche modo anticipa la Jessica Fletcher della nota serie televisiva La signora in giallo, che vede la Lansbury impegnata nel ruolo di una scrittrice di romanzi gialli che si improvvisa detective. Serie TV di cui l’attrice diventa l’emblema, e che attraverso il piccolo schermo la porta nelle case di una vasta platea. Trasmessa anche dalla televisione italiana, la serie raggiunge un ampio pubblico tanto da consegnarle un ulteriore seguito popolare. Anche in questo caso, nei panni di Jessica Fletcher la Lansbury eccelle si conferma come un’attrice dall’indiscutibile brio interpretativo.

Dopo 12 anni di un successo meritato e ininterrotto, con ascolti elevati e un gran numero di episodi, la serie tv La signora in giallo si conclude con grande rincrescimento del suo affezionato pubblico. Sulla traccia di questa serie vengono realizzati alcuni film TV, dove la protagonista è ancora una investigatrice impegnata nel ruolo di scrittrice prestata a indagare su casi di omicidi irrisolti in cui casualmente si trova coinvolta, uscendone con esito positivo.

Jessica Fletcher è diventata una vera e propria parte della mia vita, ho pianto quando ho girato l’ultima puntata.” – Angela Lansbury

Alcuni episodi della nota serie TV sono ambientati in una suggestiva località che si affaccia sull’Oceano. Un’eccellente location che aggiunge ai telefilm un indovinato tocco di spettacolarizzazione. Che, però, non è confermato essere il luogo reale dove sono state girate le riprese, denominato Cabote Cove e situato nello stato del Maine.

In realtà, alcune delle sequenze che fanno da sfondo filmico a La signora in giallo sono state registrate a Mendocino, California, che è una location corrispettiva a quella dello stato del Maine per fascino e attrattiva paesaggistica.

Anche la trasposizione cinematografica di Piccole donne, dal celebre romanzo di Louise May Alcott, ha potuto godere nel 2017 della partecipazione della Lansbury in una mini serie, in cui interpreta il ruolo della zia March.

La Lansbury, inoltre, si è cimentata anche nell’attività di doppiatrice, prestando la sua voce addirittura a personaggi dei cartoni animati.

Angela Lansbury - Photo by Lanostratv
Angela Lansbury – Photo by Lanostratv

Ad aggiungersi alla sua ampia filmografia è Il ritorno di Mary Poppins, sequel del film del 1964, quando nel 2018 il grande schermo le offre l’opportunità di interpretare un personaggio amato da piccoli e da grandi.

Ed è il 2014 quando riceve l’Oscar alla carriera.

“Abbiamo fatto un paio di puntate speciali negli anni dopo il 1996 e non sarei sorpresa se ne facessimo un’ultima a breve.” – Angela Lansbury

Si racconta che l’attrice, e ammesso dalla stessa, sia passata dal teatro alla tv per motivi prettamente economici, ma il risultato è che i fortunati lavori a cui ha partecipato la consacrano come un’attrice di fama internazionale.

“Sono in una posizione davvero invidiabile, essere in grado di lavorare in questo modo quarantacinque anni dopo. Non ho mai la sensazione che stia finendo, ma solo l’inizio di nuove situazioni. Quando morirò, mi tireranno giù da un palco.” – Angela Lansbury

Che dire, infine, della vita privata di Angela Lansbury, attrice raffinata e dalla bellezza tutta british?

Sono stati due i matrimoni che l’hanno vista impegnata a realizzare un’unione che corrispondesse alle sue aspettative sentimentali.

Una prima volta si è unita in matrimonio con un attore, unione purtroppo naufragata e soltanto della durata di un anno.

Il secondo matrimonio, invece, dalla riuscita eccellente, l’ha unita ad un ex dirigente della Metro Goldwin Mayer in un vincolo allietato dalla nascita di due figli.

Infine, il 16 ottobre 2022, in un tempo non troppo distante da quello attuale, Angela Lansbury lascia per sempre questo mondo dopo aver consegnato al suo pubblico lavori teatrali, cinematografici e televisivi di grande qualità interpretativa.

“Sono felice di avere la possibilità di lavorare alla mia età. Per me è sempre come se fosse l’inizio! Finché ci saranno cose nuove da fare, non conoscerò la sensazione di voler terminare. Dovranno aspettare la mia morte per tirarmi giù dal palcoscenico.” – Angela Lansbury

 

Written by Carolina Colombi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: