AdBlock Detected

Stai usando AdBlock

Per continuare a leggere l'articolo è necessario disattivare l'AdBlock installato nel tuo computer. Oubliette Magazine è un sito certificato e sicuro per i naviganti.

“Segreti di carta”, un’antologia di autori vari curata da Emma Fenu e Pier Bruno Cosso: saper trovare l’incanto

Lo so, rischio il conflitto di interessi, perché nel libro del quale parlo oggi ci ho messo le mani, e mi sta a cuore. Però è giusto parlarne perché l’intero ricavato delle vendite andrà a sostegno di Casa AIL (Associazione Italiana contro le Leucemie) di Sassari.

Segreti di carta a cura di Emma Fenu e Pier Bruno Cosso
Segreti di carta a cura di Emma Fenu e Pier Bruno Cosso

Quindi non è quella beneficenza che serve a riempire la bocca, che spesso si teme che sia solo uno slogan. Con Segreti di carta sappiamo molto bene che il contributo va direttamente alla AIL, che dà un aiuto concreto ai pazienti e ai familiari vittime di queste patologie. Per questo non lo dico mai, ma oggi lo dico, acquistate il libro, acquistatelo perché fa bene.

Si tratta di un’antologia di ventiquattro racconti e ventuno poesie di diversi autori selezionati nel Concorso Letterario dedicato a Pierpaolo Fadda, giornalista, scrittore e poeta che ha lasciato un bellissimo ricordo e una grande traccia nella nostra cultura. La silloge è stata curata da Cultura al Femminile Associazione culturale e portale web, con la casa editrice Gli Scrittori della Porta Accanto. Con l’importante contributo di Emma Fenu che è un po’ il cuore pulsante del concorso letterario.

Come ho confessato fin dall’inizio ci ho messo le mani anch’io e devo ammettere che per me è stato un grande onore e un vero piacere.

Sì, ma l’aspetto letterario del libro? Io penso che un’antologia che viene da tutti, che rappresenta un progetto collettivo, sia vera cultura. Ceto i nostri grandi autori la impersonano perfettamente, e ne andiamo orgogliosi. Ma lo slancio letterario reale è dato dall’impegno di tanti. È dato dalla motivazione interiore che ti fa mettere in gioco. Che ti fa sedere al computer o davanti al foglio bianco per metterci del tuo. Per raccontarsi, perché chi scrive comunque racconta qualcosa di sé stesso.

Così il bello di Segreti di carta sta in tante voci eterogenee, nei versi e nella prosa. Sono le nostre voci, le visioni di tutti noi, che stanno lì a palpitare tra le pagine. Ci sono tanti autori che sanno raccontare e incantare, spesso già affermati e di grande spessore. Ce ne sono altri che hanno pieno diritto di stare in questa antologia e che sanno dare altrettanto voce alle nostre sensazioni. Sono penne che sicuramente cresceranno. Ma il bello di questa di questa antologia è proprio questo coro diversificato che compone un mosaico coloratissimo.

Segreti di carta è il titolo, e il tema proposto dal concorso; dentro ci troverete tanti sguardi e tanti sogni.

È inciso nella pelle/ liquefatto nel sangue/ Ingollato nel latte/ sospirato fra le nenie/ segreto teso nell’ordito/ di me bambina/ intrecciato nel telaio/ di me donna.”

Vola subito altissimo il tema dei segreti nei versi che troverete dentro il libro. In questa poesia scorrono parole, che sembrano sciolte, ma che si compongono magicamente in immagini, che raffigurano emozioni. E si chiude quel cerchio magico che è la poesia. Lascio a voi il piacere di scoprire il resto del componimento cercandolo dentro il libro. Vi assicuro che ne vale la pena.

Anche nei racconti, prendo da quello vincitore, si va subito forte, con parole che compongono sensazioni, e arrivano subito dentro.

Concorso Segreti di Carta - Pierpaolo Fadda
Concorso Segreti di Carta – Pierpaolo Fadda

La strada del ritorno non si percorre, si può solo andare avanti, non c’è mai tempo sufficiente per sostare, prendere una boccata d’aria, figuriamoci riflettere su quale direzione intraprendere.”

E poi ancora poesia (riporto dalla prima in classifica), con immagini che entrano dentro l’anima come una stilettata. Fanno sognare, fanno male, e se fanno male sono l’essenza della poesia.

Non ci si addormenta/ Così/ Per terra/ In mezzo agli sguardi/ Della gente/ Mi sono chiesta se/ Avevi freddo.”

Tutti gli autori, quelli affermati e quelli alle prime esperienze, ci mettono tanto di loro, e tutto si compone di un’armonia che vola da uno stile all’altro. Apriamo il libro e apriamo tante finestre, ognuna con una sua visuale. Il segreto è saper trovare l’incanto, Allora l’antologia, qualunque antologia di diversi autori, trova il suo senso, e in questo caso anche quel certo spirito del piacere di fare del bene contribuendo con l’AIL.

 

Written by Pier Bruno Cosso

 

Info

Segreti di carta

 

Un pensiero su ““Segreti di carta”, un’antologia di autori vari curata da Emma Fenu e Pier Bruno Cosso: saper trovare l’incanto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: