Spese familiari: tre consigli per gestire meglio lo stipendio

Il periodo di crisi ha portato le famiglie ad avere una maggiore attenzione nei confronti delle spese.

Risparmiare lo stipendio
Risparmiare lo stipendio

Sebbene molti italiani siano dei bravi risparmiatori, in realtà si può sempre migliorare sotto questo aspetto, soprattutto quando si parla di una corretta gestione delle spese familiari.

Dagli alimenti agli sprechi di energia, passando per altre abitudini scorrette, si dilapidano autentici patrimoni che potrebbero essere messi da parte oppure spesi in modo migliore.

Vediamo quindi tre consigli utili per ottimizzare i costi in casa e per gestire meglio il bilancio familiare, risparmiando laddove possibile.

Le migliori tariffe di luce e gas possono aiutare

È inutile provare a risparmiare a valle, se a monte si pagano delle cifre fuori mercato per le risorse energetiche. Per questo motivo, il primo consiglio è il seguente: cercare su Internet le migliori tariffe di luce e gas, in modo tale da poter risparmiare sin da subito, ottimizzando le strategie successive.

Inoltre, è bene sottolineare che l’energia elettrica e il riscaldamento – rimanendo comunque essenziali per il comfort in casa – sono le spese che possono essere tagliate con maggiore facilità.

Si può ad esempio risparmiare con le lampade LED e le caldaie a condensazione, oppure facendo attenzione in cucina o disattivando lo stand by dei dispositivi elettronici.

Conoscere e pianificare

È inutile prevedere un piano di taglio dei costi se prima non si capisce esattamente quanto entra e quanto esce ogni mese.

Ogni famiglia dovrebbe dunque stilare un vero e proprio bilancio dei guadagni e delle spese, in modo tale da avere una piena prospettiva del budget a propria disposizione.

Dal budget disponibile dipende infatti la capacità di spesa, quindi la possibilità di concedersi più lussi e di ampliare le opzioni di acquisto. Esistono diverse applicazioni che possono essere d’aiuto.

Non è comunque facile, perché è necessario avere sempre la piena prospettiva delle uscite fisse, e calcolare una cifra a copertura dei possibili imprevisti.

La regola del 50-20-30

Consigli per gestire le spese familiari
Consigli per gestire le spese familiari

C’è una regola che può semplificare di molto la questione, dando la possibilità a tutti di partire da un piano di risparmio calcolato direttamente sulle proprie entrate.

Si parla della regola del 50-20-30, ed ecco come funziona: il 50% delle entrate mensili dovrebbe essere destinato alle spese essenziali, mentre il 30% potrà essere investito per le spese superflue.

È altresì importante mettere da parte almeno il 20% delle entrate mensili, così da creare un fondo per le emergenze. Inoltre, questo 20% può essere speso anche per coprire ad esempio debiti come le rate di un mutuo.

È chiaro che questa regola può essere comunque modellata in base alla propria situazione, cambiando le percentuali.

Concludendo, risparmiare sulle spese in casa è possibile. Basta prendere confidenza con le varie tecniche che ci consentono di ottimizzare la gestione del nostro bilancio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: