Clima sempre più freddo: stiamo andando incontro ad una nuova era glaciale?

Clima sempre più freddo: stiamo andando incontro ad una nuova era glaciale?

Giu 8, 2013

Esperti climatologi di Stati Uniti e Messico hanno affermato in questi giorni che sarebbe imminente una nuova Era Glaciale. Il 2014 decreterà l’inizio di una nuova fase in cui la Terra andrà incontro ad una serie di variazioni eterogenee nelle quali le temperature globali fluttueranno verso un clima pericolosamente freddo.

Che il globo si stia dirigendo verso una Mini Era Glaciale (Little Ice Age, LIA), lo confermano le temperature fredde degli ultimi mesi. Grazie comunque alla produzione di anidride carbonica, è improbabile che si possa giungere ad una grande Era Glaciale estrema e catastrofica come quella verificatasi 12.000 anni fa.

Quella che dovrebbe essere la notizia del secolo, in realtà è stata annunciata sottovoce dagli scienziati esperti in clima e dai fisici solari. I media non ne hanno parlato affatto, anzi, hanno continuato a dare adito alla teoria del Riscaldamento Globale, diventata inconsistente mano a mano che si è scivolati in temperature sempre più fredde. Secondo gli scienziati statunitensi il sole sembra essere entrato in una fase di bassa attività, il che significa che la Terra è lontana dal dover fronteggiare la catastrofe Riscaldamento Globale.

Tra 5 anni la Terra entrerà in una Mini Era Glaciale che durerà 60-80 anni e potrebbe essere causata da un calo dell’attività solare” afferma Victor Manuel Velasco Herrera, geofisico alla University of Mexico. Egli inoltre critica l’IPEC, ovvero l’organo Intergovernativo sul Cambiamento Climatico delle Nazioni Unite, sostenendo che la loro posizione sul riscaldamento globale”è erronea poiché basata su modelli matematici e scenari che non includono, per esempio, l’attività solare”.

Gli studiosi si dividono: alcuni sostengono che l’anidride carbonica causi il Riscaldamento Globale, mentre altri, al contrario, che provochi il Raffreddamento Globale, che comunque non ha nulla a che fare con l’attività solare. In realtà il cambiamento climatico ha ben poco a che fare con le emissioni di anidride carbonica e molto a che fare invece con l’attività solare. La CO2 non riscalda il pianeta, ma aiuta a mantenere il calore, impedendo di sprofondare in una vera e propria Era Glaciale. I famosi gas serra, secondo lo scienziato inglese James Lovelock, avrebbero proprio bloccato l’inizio di un nuovo periodo glaciale.

Interessante è dare uno sguardo all’analisi del manto nevoso, elaborata dal Noaa statunitense (National Oceanic and Atmospheric Administration) dove, facendo il confronto anno per anno, si può individuare l’avanzamento dell’area fredda, e non di certo il suo arretramento.

Il 2013 sarà uno degli anni più freddi” è quanto avverte il noto meteorologo italiano Paolo Ernani, che con le sue recenti dichiarazioni ha destato molto scalpore. In pratica egli sostiene che recenti studi facciano pensare che qualcosa di rilevante si stia già manifestando, per esempio nel calcolare nella penisola italiana la temperatura media annua, e la sua relativa linea di tendenza, negli anni fra il 1997 e il 2012, si nota che quest’ultima tende a scendere. La temperatura media sull’Italia ha smesso di salire dalla fine del secolo scorso, e da allora sta scendendo, quindi, col passare del tempo, farà sempre più freddo. Gli ultimi tre cicli solari che hanno una lunghezza temporale media di 11 anni, sembra si stiano affievolendo.

Il sole sta perdendo potenza e anche la temperatura del Pianeta tornerebbe di nuovo a scendere dando il via all’inversione di tendenza cui seguirebbe una instabilità planetaria associata non solo a fenomeni iniziali estremi quali piogge alternate a periodi poco piovosi, freddo intenso seguiti da periodi di caldo e tempeste violente. Proprio il tipo di clima instabile che stiamo vivendo negli ultimi anni.

Decennio dopo decennio, quindi le temperature diverranno sempre più basse, e daranno inizio ad una piccola era glaciale, che Ernani situerebbe tra 2035-2045, altri ricercatori ancora più avanti.

Molte teorie sono state elencate negli ultimi giorni, di studiosi che la pensano in modi differenti, tutti però concordi nel pensare che qualcosa dal punto di vista climatico sia cambiato sul nostro Pianeta. Non ci rimane che sperare che la Mini Era Glaciale che verrà, sempre se verrà, sia talmente impercettibile da farci semplicemente pensare che il tempo sia pazzo.

 

Written by Cristina Biolcati

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: