Storia e curiosità sulla Festa della Mamma

La Festa della Mamma ha un suo fascino del tutto particolare. Ma questa ricorrenza è festeggiata ovunque? Oppure è una ricorrenza celebrata solo in alcune parti del mondo?

Julia Ward Howe - Photo by NationalWomensHistoryMuseum
Julia Ward Howe – Photo by NationalWomensHistoryMuseum

Storia e curiosità sulla Festa della Mamma

Di mamma ce n’è una sola ed è per questo che è importante riconoscerne il valore con una festa espressamente dedicata. Anche se è una festività molto sentita in tutto il mondo, non esiste una data universale in cui celebrarla.

Dall’antichità all’epoca moderna

Già Greci e Romani osservavano il culto dedicato alle divinità femminili e della fertilità. All’epoca, però, lo scopo era sì celebrare la maternità, ma anche l’arrivo della primavera che subentrava al rigido inverno e la prosperità.

La celebrazione della mamma nella sua accezione moderna, invece, ha uno scopo diverso. Se è pur vero che si omaggia ancora la maternità, la ricorrenza vuole anche riconoscere l’influenza sociale delle mamme. Ricordatavene, la prossima volta che sarete alla ricerca di un regalo festa della mamma.

Festa della Mamma, le origini

È nel 1870 che vede la luce la prima proposta per l’istituzione di una festività in onore delle mamme e l’artefice è una femminista e pacifista statunitense, Julia Ward Howe.

Con il suo “Mother’s Day Proclamation”, la Ward voleva incitare le donne americane ad intervenire in modo attivo nel processo di pacificazione del Paese.

Forse, però, l’azione più incisiva è stata quella di Anna M. Jarvis, un’americana che, affranta per la morte dell’amatissima mamma, chiese insistentemente alle alte cariche governative l’istituzione di un “Mother’s Day”. Grazie alla sua tenacia, il progetto vide la luce il 10 maggio 1909 a Grafton.

Con il passare del tempo, nel 1917 la festa venne adottata anche in Svizzera, seguita l’anno successivo dalla Finlandia. Nel 1919 fu la volta di Norvegia e Svezia, mentre la Germania la adottò quattro anni dopo. Il 1924 fu l’anno dell’Austria.

In Italia si introdusse, nel 1933, la “Giornata nazionale della Madre e del Fanciullo”, ma il regime le aveva impresso un altissimo valore propagandistico e, comunque, l’evento non ebbe seguito.

Bisognerà aspettare il 1956 perché Raoul Zaccari, senatore e sindaco di Bordighera cominci a festeggiare le mamme del suo paese a scopi commerciali, mentre a Tordibetto di Assisi il parroco locale, don Otello Migliosi, celebra la Festa della Mamma in una connotazione religiosa. Due anni dopo la festa diventerà ufficiale, in seguito ad un disegno di legge presentato da Zaccari e altri senatori.

Il giorno scelto per la ricorrenza era l’8 maggio, ma dal 2000 verrà celebrata la seconda domenica di maggio.

Quando comprare il regalo Festa della Mamma?

Festa della Mamma nel mondo
Festa della Mamma nel mondo

Dicevamo che non esiste una data universale in cui si celebra la Festa della Mamma. Però, un quarto degli Stati in cui ricorre la festività la celebra a marzo, mentre maggio è il mese che interessa i due terzi degli stessi. In Europa, la Norvegia la festeggia a febbraio.

A marzo è la volta di Albania, Bosnia, Bulgaria, Macedonia del Nord, Moldavia, Montenegro, Romania, Serbia, Irlanda, Regno Unito, San Marino e Slovenia.

Maggio è il mese di Lituania, Portogallo, Spagna, Ungheria, Italia, Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Germania, Grecia, Groenlandia, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Slovacchia, Svizzera, Polonia, Francia e Svezia.

In Lussemburgo si festeggia a giugno, mentre la Russia chiude la fila con la celebrazione a novembre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: