“Il primo disastroso libro di Matt” di Francesco Muzzopappa: un autore che diverte anche i piccoli lettori

La copertina è colorata e divertente, opera di Sio, fumettista e illustratore osannato da piccoli e grandi (ho scelto il termine osannato per aver partecipato personalmente ad una sua presentazione con una miriade di spettatori adoranti), mentre i disegni interni sono di Matteo Boila: ironia ad ogni capitolo che completa il libro e lo rende ancora più fruibile dai ragazzi.

Il primo disastroso libro di Matt di Francesco Muzzopappa
Il primo disastroso libro di Matt di Francesco Muzzopappa

Anche se non sono più una ragazzina, l’ho letto d’un fiato e mi sono resa conto di quanto il punto di vista di Matteo, chiamato Matt, il protagonista del libro, sia veramente quello di un dodicenne che parla dei suoi problemi.

I temi importanti della sua età sono l’appartenenza sociale, le amicizie, il rapporto con la sorella piccola e con i genitori, le prime conoscenze del genere femminile e vengono toccati tutti con estrema leggerezza, ma una profonda sensibilità.

La sorella di Matt è una insopportabile bambina di cinque anni che pretende di giocare a prendere il tè, i compagni di classe spesso lo escludono e il piccolo mondo di Matt ci sembra davvero complicato.

Il rapporto con l’amico di sempre che finisce perché un altro ha detto cose spiacevoli è quello che è accaduto a tutti e rileggerlo da adulti fa ritornare a quel periodo e verrebbe voglia di abbracciare Matt.

La sua migliore amica non è la solita ragazzina bionda o lo stereotipo femminile come spesso accade, ho apprezzato molto la scelta. Il libro ha un alto tasso di follia e di comicità, ma anche di cose assurde e veramente inaspettate. Un libro fresco, da leggere con piacere.

Ho riso anche dei suoi disastri, per quanto non ami i bambini combina-guai, Matt riesce ad incasinarsi la vita incendiando la siepe del vicino.

La sua punizione è quella di fare volontariato ad un centro per anziani, punizione che ho acclamato con favore visto che mettersi dalla parte degli altri è quello che sfugge spesso nella nostra società.

Il centro anziani è veramente la parte più divertente del libro: il generale che parla di guerra, la donna che non ci sente bene e storpia ogni frase, la giovane ragazza carina che fa volontariato, le nonne che fanno lavori a maglia.

La punizione diventa un modo per crescere e capire che dalle difficoltà possono esserci grandi possibilità e Matt riceve la stima dei suoi compagni e anche più sicurezza delle sue capacità.

Ogni personaggio ha delle caratteristiche che mi hanno fatto ridere molto e sorridere per la maggior parte della lettura. Si ride, leggendo il libro come quando da piccola leggevo i fumetti di Topolino. In questo romanzo, spero non sia l’ultimo con le avventure di Matt, c’è il mix tra ironia e insegnamento che invoglia a leggere per il gusto di passare un bel momento.

Francesco Muzzopappa
Francesco Muzzopappa

Non avevo mai letto niente dell’autore Francesco Muzzopappa al suo esordio con la narrativa da ragazzi.

La scrittura è scorrevole, Matt racconta i fatti in prima persona e ci sono continui giochi di parole specialmente nei dialoghi. Davvero consigliato per tutti i ragazzi coetanei di Matt, ma anche più piccoli e i loro genitori.

Un libro per l’estate che riesce a dare anche un bel messaggio ai ragazzi senza retorica e senza moralismi. Alzare la sovracopertina solo dopo la lettura, visto che c’è una ulteriore sorpresa di Matt.

Il primo disastroso libro di Matt” di Francesco Muzzopappa è edito da DeAgostini, uscito a giugno 2020.

 

Written by Gloria Rubino

 

 

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: