Acqua: quanta berne in estate e perché è importante per pelle e occhi

L’acqua è un elemento tanto semplice quanto fondamentale per il nostro corpo.

Bere acqua
Bere acqua

Soprattutto in estate, dunque, con l’arrivo dell’afa e delle temperature torride, la chiave del benessere è rappresentata anche da una corretta idratazione.

Quando questa non è adeguata, infatti, sono molte le conseguenze negative, che si potrebbero evitare semplicemente bevendo qualche bicchiere di acqua in più.

Quanta acqua bere per stare bene e mantenersi in salute

Il corpo è costituito da ben il 70% di acqua, proprio per questo il ricambio idrico è di fondamentale importanza per la salute di tutto l’organismo. Soprattutto quando le temperature si alzano e il fabbisogno di liquidi cresce.

Per evitare che la disidratazione possa portare a conseguenze come ipotensione, senso di svenimento o calo delle facoltà cognitive, dunque, diventa essenziale bere almeno due litri di acqua al giorno.

Ma l’annoso problema, soprattutto in estate, per molte famiglie è quello dell’eccessivo peso da sopportare per trasportare le bottiglie. Una routine che purtroppo diventa molto frequente, visto che – se il consumo di acqua fosse quello ottimale – per una famiglia di sole 4 persone sarebbero almeno 8 i litri consumati al giorno, quindi almeno una cassa da trasportare quotidianamente.

Sopportare questo continuo sforzo può risultare deleterio, soprattutto sotto il caldo afoso dell’estate, per questo è utile sapere che oggi, grazie a servizi come ad esempio Easycoop, è possibile acquistare l’acqua online e riceverla comodamente a casa.

Un altro suggerimento utile per avere una corretta idratazione in questo periodo è quello di seguire una corretta alimentazione, prevalentemente a base di frutta e verdura.

Non solo acqua da bere quindi, ma anche “da mangiare”, se pensiamo all’alto indice di contenuto liquido che hanno alcune verdure. Tra le più ricche ci sono carote, sedano, finocchio, insalata, cetrioli e ravanelli. Anche la frutta estiva è molto idratante, particolarmente ricchi di acqua risultano essere cocomero e melone.

L’importanza dell’idratazione per pelle e occhi

Bere acqua
Bere acqua

Una corretta idratazione è fondamentale soprattutto per alcune parti del nostro corpo, normalmente più sensibili e delicate.

Prima di tutto, l’acqua è considerata un elisir di giovinezza per la pelle, proprio per questo la sua eccessiva secchezza è un chiaro segnale di mancanza di liquidi, al quale occorre subito rimediare. Difatti, mantenere una corretta idratazione rende tale organo più forte, potenziandone gli effetti difensivi per il corpo.

Una mancanza di acqua risulta particolarmente deleteria anche per gli occhi. Parte molto sensibile e delicata quella oculare, che risente subito del problema con le cosiddette “mosche volanti”.

Più propriamente dette miodesopsie, sono un fenomeno dovuto alla perdita di trasparenza del corpo vitreo, struttura gelatinosa costituita prevalentemente di acqua, che disidratandosi determina l’addensarsi di fibrille. Sono queste ultime che, venendo percepite nel campo visivo, causano il disturbo.

Tenere quindi il particolare fenomeno sotto controllo, valutando il benessere della pelle come una generale buona reattività di tutto l’organismo, aiuterà a valutare se il grado di idratazione sia sufficiente. E nel caso in cui si avverta qualche avvisaglia di disidratazione, il rimedio è molto semplice: basta infatti bere qualche bicchiere di acqua in più e mantenersi idratati.

 

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: