“Vicino a te non ho paura”, libro di Nicholas Sparks – recensione di Fiorella Carcereri

“Vicino a te non ho paura”, libro di Nicholas Sparks – recensione di Fiorella Carcereri

Set 19, 2013

Le piaceva stare lì. Southport era diversa da Boston, Filadelfia o Atlantic City, con l’onnipresente frastuono del traffico, gli odori, i passanti frettolosi sui marciapiedi, ed era la prima volta nella vita che aveva un posto tutto per sé. La casetta dove stava non era un granché, ma era sua, e appartata, e questo le bastava…

Katie, ventisette anni, è da poco scappata via di casa, in modo piuttosto rocambolesco, per sfuggire ad un marito violento ed alcolizzato che la picchiava quotidianamente senza una ragione. Ha trovato subito lavoro come cameriera nel ristorante più rinomato della cittadina.

L’esasperazione e la sofferenza che l’hanno spinta a lasciare Kevin sono ancora troppo laceranti nel suo cuore e, per questa ragione, la donna rifugge qualsiasi occasione di stringere amicizia con chicchessia, non solo con i componenti dell’altro sesso, ma con qualsiasi essere umano. Si sente come un cane bastonato e vorrebbe sparire, diventare trasparente al mondo intero, se solo non avesse un disperato bisogno di lavorare.

Nel periodo dopo la scomparsa di Carly non riusciva neppure a immaginare di avere in futuro una nuova relazione, men che meno di potersi innamorare di un’altra. Passato un anno, quello era un pensiero che scacciava ancora. Il dolore era troppo recente, il ricordo troppo atroce…”.

Alex gestisce l’emporio di Southport, cercando di farsi forza e di scacciare i fantasmi che popolano la sua testa unicamente per amore dei  figli, Josh e Kristen.

Due vite, quelle di Katie e Alex, segnate da cicatrici profonde e recenti. Due vite destinate però ad incontrarsi, per una di quelle strane combinazioni che il destino sembra costruire ad arte, in certe circostanze.

All’inizio, solo timidi ed impacciati approcci verbali tra di loro, soprattutto a causa della muraglia di diffidenza e paura che divide Katie dal resto del mondo. Ma anche lei, come tutti, prima o poi dovrà cedere. Alex, piano piano, riesce a creare una breccia nel suo cuore fragile e ferito, ad avvicinarsi a questa donna, che lo attrae in ogni senso come mai avrebbe potuto immaginare, a passi impercettibili ma decisi.

La dolcezza e la disponibilità di Katie nei confronti dei suoi figli fanno nascere in Alex una speranza che si trasforma col tempo in convinzione: lei potrà essere la nuova madre dei suoi bambini. Ciononostante, molti aspetti e comportamenti di questa donna restano per lui un mistero.

Se vuoi parlarmi del tuo passato, ti ascolterò volentieri e ti aiuterò per quanto mi sarà possibile, ma non ti chiedo di farlo. E se non vuoi parlarmene, va bene lo stesso perché, come ripeto, non mi interessa conoscere la donna che eri…

Katie lentamente si lascia andare e gli apre il suo cuore.

Non posso farti promesse, non posso dirti dove sarò domani, né tantomeno tra un anno. La prima volta che sono scappata pensavo che sarei stata capace di gettarmi tutto alle spalle per cominciare da capo, sai? Che avrei vissuto la mia vita fingendo che non fosse mai successo niente. Invece non è così. Tu credi di conoscermi, ma neppure io sono sicura di sapere chi sono diventata. E ci sono ancora tantissime cose che ignori di me”.

Katie sa che non può promettergli nulla perché Kevin, suo marito, è un poliziotto e prima o poi riuscirà a risalire a lei e ad ucciderla, riversandole addosso tutti i vecchi rancori e la sua violenza decuplicata per l’orgoglio ferito di essere stato abbandonato da colei che considerava alla stregua di una schiava.

Il passato incombeva ancora e sarebbe potuto tornare in qualsiasi momento. Vagava per il mondo sulle sue tracce, e lei sapeva che si faceva di giorno in giorno sempre più rabbioso”.

Ma, alla fine, il bene riuscirà a trionfare sul male ed a sconfiggerlo definitivamente, forse anche grazie all’intervento di Jo, misteriosa vicina di casa di Katie, e alle parole che questa le dirà prima di sparire per sempre: “Se Alex ha scelto te, allora voglio che tu creda che ti ho scelto anch’io”.

Nicholas Sparks, con questo suo romanzo del 2010 “Vicino a te non ho paura“, pubblicato in Italia da Sperling e Kupfer nel 2011, si conferma insuperabile narratore dei sentimenti.

Quando intorno a te tutto è burrasca, c’è solo un porto sicuro dove potrai sempre rifugiarti: l’amore”.

 

Written by Fiorella Carcereri

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: