Intervista di Federica Ferretti a Vito Cimmarusti per Echi da Internet

In uscita con la sua silloge poetica I Dolci occhi dell’Amore, Liriche Amorose, per Echi Da Internet, nella sottocollana Contemporanea, Non Conventional Literature, ( Rupe Mutevole Edizioni), Vito Cimmarusti è scrittore, poeta, critico, translator, giornalista freelance, Vito Cimmarrusti (pseud. Cimar) è nato a Valenzano (BA).

Già docente specialista di Inglese nella Scuola primaria statale (Stuttgart-Germany, Torino, prov.Bari-Italia) e nell’Università Terza Età di Triggiano (BA), ora consulente tecnico-didattico di lingue straniere nel Miur. Critico letterario-artistico presso case editrici, corrispondente esterno di molte testate giornalistiche, tra cui Il Corriere della Sera, La Repubblica, La Stampa, Il Resto del Carlino, La Nazione, Il Tempo, Il Mattino, Voce di Ferrara, Il Nuovo Pungolo Verde, Il Corriere del Giorno, La Gazzetta del Mezzogiorno, Il Corriere del Mezzogiorno, Arte e Società, La Voce di Triggiano, è stato insignito della Laurea hc. in giornalismo sociologico (Firenze 1995).

Pluripremiato-pluriaccademico, poliglotta, corrispondente economico-commerciale, traduttore dal Greco, Latino, Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo, Portoghese, Rumeno, Ladino, Italiano, studioso e ricercatore linguistico-etimologico, ha pubblicato libri poetici di prestigio, tra cui” Ombre roventi”- Gabrieli Ed. Roma 1978 (selezionato), “Mezzogiorno di Fuoco” – Lo Faro Ed. Roma 1982 (premiato), “Le terre del Sole” – Lo Faro Ed. Roma 2007 (premiato), “Gocce di cenere”,  Carello Ed. Catanzaro 2009 (selezionato ed inserito nella Collana “I gioielli della Letteratura”), “Il Libro calendario poetico dei mesi”- Carello Ed. Catanzaro 2009, “I dolci occhi dell’amore”- Rupe Mutevole Ed. , Bedonia, (PR),  2012 (selezionato ed inserito nella Collana “Echi da Internet); ed ha ancora in cantiere le opere letterarie “Ultima Estate” (romanzo autobiografico), “Petali di Alabastro” (saggi di sociologia).

Membro dell’Albo professionale degli Artisti europei e dell’Albo dei Pionieri della Cultura europea; commendatore hc.dell’Accademia Città di Roma e senatore onorario delle Accademie Marconi, Alessandro Magno, Machiavelli, S.Giorgio, Fiorino; presidente regionale della Puglia dell’Accademia toscana Machiavelli e presidente provinciale di Bari dell’Accademia Città di Roma; consigliere permanente dell’Accademia di Boretto (RE) e professore hc. dell’Ateneo di Studi superiori “Europe University” di Bologna; socio accademico delle Accademie e Centri di Cultura S.Marco, S.Cirillo, Insieme nella Valle, Società storica catanese, Gentium pro Pace, Amici dei sacri Lari, il Marzocco, il Cormorano, Accademia Scienze Roma, Plurismo, Accademia dei Bronzi, Centro divulgazione Arte e Poesia, Pantheon, Tiberina, Legion d’Oro; ospite speciale d’onore fisso (categoria poeti) del “Talent Show Tour & TV” di Triggiano (BA).

Hanno recensito l’attività poetica-letteraria e giornalistica dello scrittore Vito Cimmarusti, critici letterari ed artistici Santucci, Massarelli, Ciatto, Parente, Coppola, Garofalo, Iori, Donini, Capra, Campione, Parenti, Vacca, Gabrieli, Tuti, Spinelli de’ Santelena, Mazzetti, Ascione, Banchi, Maggi, Bo,

D’Alba, Lioce, Mirabella, Infante, Mortara, Colabufo, Piccolo, Ferretti.

Di lui si sono occupati i giornali NewYork Post, La Repubblica, Il Resto del Carlino, Voce di Ferrara, Gente, L’Amico del Popolo, Il Pungolo Verde, Bolaffiarte, Artecultura, Panarte, Artefiorino, Arte e Società, Arte Oggi, Accademia, Nuovi Incontri, Fiamma Accademica, Pensiero ed Arte, Il Vesuvio, Paese Sera, Pegaso, L’Olimpico, Primi Piani, Nuova Comunità, La Gazzetta del Sud, Il Corriere del Giorno, La Gazzetta del Mezzogiorno, Bari Sera, La Voce di Triggiano.

Ha ricevuto oltre n.140 prestigiosi Premi nazionali e stranieri per alti meriti nell’ambito della Poesia, Letteratura, Giornalismo (dal 1977 al 2011). E’ stato definito “Poeta dell’Amore” dalla Critica ufficiale (Roma 1996).

 

F.F.: Significato della tua ultima silloge poetica, I Dolci occhi dell’Amore, Liriche Amorose…

Vito Cimmarusti: Questa è la mia nuova silloge poetica, interamente dedicata all’Amore universale, motore rigenerante del genere vivente, che si evolve e trasforma continuamente il Creato e le sue creature, ha un suo preciso disegno intrinseco. Esso si basa sulle leggi semplici e naturali dell’Amore, capaci di cambiare dall’interno ogni cosa in elemento positivo per la ricerca del bene e il progresso dell’umanità.

 

F.F.: Quanto ti senti influenzato dalla tua regione sull’esprimerti in lingua.

Vito Cimmarusti: La Puglia, Regione dell’Amore primordiale per eccellenza, poetizzato e cantato da grandi artisti di valore mondiale, è stata la culla della mia lingua madre, che mi ha plasmato e di cui sono rimasto affascinato. Il linguaggio pugliese soprattutto, intriso di lemmi lessicali di origine popolare variegata, colorito e pregno di sfumature e sfaccettature, ha avuto particolare influsso nella mia letteratura poetica. Infatti ho un singolare codice lirico espressivo, che mi contraddistingue nel nuovo panorama poetico, un linguaggio metaforico di simboli ed immagini, derivante da uno sviscerato amore per la mia terra variopinta. Quando la passione amorosa mi travolge, l’affido alle parole; se queste non bastano, ai sospiri. Se neppure i sospiri servono, le canto in Poesia, producendo dolci emozioni nei lettori.

 

F.F.: Progetti ed emozioni.

Vito Cimmarusti: Dai miei canti poetici d’Amore scaturiscono sentimenti emozionali struggenti che catturano il cuore e la mente. Da essi hanno origine progetti essenzialmente sociologici, perchè attraverso la lirica poetica, unita alla saggistica educativa, si trasforma l’animo più duro. Credo che l’educazione alla poesia sia uno dei metodi fondamentali del progresso umano e della riforma sociale. Ritengo che tutte le riforme sociali, che si appoggiano sulla repressione e minaccia di sanzioni penali, prevedano cambiamenti solo nell’ordine meccanico ed esteriore, ma che invece siano cose effimere e sterili, che non trasformano dal di dentro. Soltanto per mezzo dell’educazione poetica la società può tracciare un chiaro disegno in vista dell’orientamento futuro, verso cui desidera muoversi in modo concreto.
Sono una persona sensibile, semplice ed umile: mi emoziono facilmente davanti alle piccole cose che avvengono in natura e che mi danno grande gioia; mi emoziono davanti ai colori del mondo circostante, che provocano in me pensieri e passioni eccitanti. Lo scrigno dei colori più svariati è un piccolo universo, dove la fisica moderna ha costruito con la luce del sole le sue certezze e dove i poeti hanno fissato un principio universale, la natura imprevedibile e la semplicità naturale delle cose.

 

F.F.: Consigli per le giovani leve.

Vito Cimmarusti: Suggerisco in modo semplice e costruttivo ai poeti e scrittori emergenti di imparare ad essere filiali in casa e rispettosi in società, essere coscienziosi ed onesti, amare il prossimo, allacciando amicizia con i migliori. Se, dopo aver agito conformemente a tali consigli molto utili, vi resta qualche energia, leggete i buoni libri che sono il nutrimento spirituale per la mente e il cuore. Ormai ciò che i giovani incorporano nel loro tessuto mentale, giunge loro assai di più con l’impregnazione della mente immersa nel mare dei messaggi e modelli mitici che attraverso il processo razionale. Il compito essenziale di noi adulti è di non ostacolare, fin dov’è possibile, le occasioni che si presentano ai giovani di esprimersi, componendo versi, recitando, cantando, toccando e provando, e di non pretendere che l’autocoscienza e l’autostima entrino precocemente in azione.

 

È presente in oltre n.100 antologie, dizionari critici, videocassette di poeti-scrittori italiani d’oggi – Gabrieli Ed. Communications, tra cui Storia della letteratura d’oggi – Gabrieli Ed. Roma 1978, Caducità del tempo – Gabrieli Ed. Roma 1978, Antologia poeti dell’anno – Lussostampa Ed. Pescara 1978, Documento poetico – Il fungo Ed. Napoli 1978, Pagine critiche di letteratura contemporanea – P.Mastrodonato Ed. Grenoble 1980, Dizionario critico poeti – Il pungolo verde Ed. Campobasso 1980, Antologia poeti contemporanei – Superstampa Ed. Montesilvano 1980, Italia poetica – Etnea Ed. Catania 1981, Il dialogo poetico d’Italia – Il dialogo Ed. Milano 1982, Poesie per la mamma – Carello Ed. Catanzaro 1982, Valenzano nel secolo XVII – Tip. Damiani Bari 1982, Traguardi di letteratura ed arte – Lo Faro Ed. Roma 1983, Dizionario critico premiati nel mondo – Il pungolo verde Ed. Campobasso 1983, Antologia di lettere arti scienze “L’Universal” – Accademiche Ed. Chieti 1984, L’Italia in versi – Il pungolo verde Ed. Campobasso 1984, Diario poetico “Vivere di poesia ogni giorno” – Lo Faro Ed. Roma 1985, Antologia poeti per la scuola – Ailas Ed. Bologna 1985, Albo d’oro poeti scrittori artisti 1966-1985 TelEuropa Ed. Roma 1985, Antologia poeti europei contemporanei – Astra Ed. Milano 1985, Poesie per il papa Giovanni Paolo II – Oximoria Ed. Monza 1986, Albo d’oro poeti scrittori artisti 1988 – TelEuropa Ed. Roma 1988, Antologia poesie “Quel 23 maggio” – Vivere in… Ed. Monopoli 1993, Nuovissimo dizionario autori scelti – Cronache italiane Ed. Salerno 1988. Ultima opera letteraria pubblicata (in cui è presente): Antologia “Poesia italiana per l’Europa (in n.6 lingue, compreso il Russo) – Carello Ed. Catanzaro 2009.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: