Intervista di Alessia Mocci ed Alessio Ω Grassi ed al suo blog "Zombie Survival Rules"

Intervista di Alessia Mocci ed Alessio Ω Grassi ed al suo blog "Zombie Survival Rules"

Mar 30, 2011

Il termine “zombie” è un prestito dalla cultura haitiana identificabile con una sorta di morte apparente, ma nella nostra cultura lo zombie è diventato un “morto vivente”. La letteratura ci ha marciato per secoli ed il cinema continua a stupirci con le innovazioni motorie di questi esseri. Siamo davanti ad una colonizzazione zombie.

Alessio Grassi, dopo aver lavorato per diversi blog sugli zombie e sull’horror, ha deciso di crearne uno proprio: “Zombie Survival Rules”. Un nome accattivante per un blog che cerca di salvarci la vita in caso di attacco zombie.

Alessio è stato molto gentile nel rispondere ad alcune domande sulla sua vita e sul suo blog. Buona lettura!

A.M.: Com’è nata l’idea di un blog sugli zombie?

Alessio Ω Grassi: Prima di aprire un blog tutto mio, collaboravo qua e là con altri siti che trattavano sempre il tema zombie. Ma non ero libero ne di scrivere ciò che volevo ne di pubblicare quando volevo. Perciò ho deciso di aprire un sito tutto mio dove tutti possono collaborare e sono i benvenuti! Ognuno di noi può dare un gran contributo alla causa non morta. Piano piano cerco di scrivere una guida sulla sopravvivenza in caso di Out break e ultimamente cerco di approfondire il tema “Real Zombie” tramite la pubblicazione di articoli che riguardano la possibilità della creazione di un virus che provochi effetti simili a quelli descritti negli zombie movie.

A.M.: Qual è il miglior pregio del blog?

Alessio Ω Grassi: Il miglior pregio del blog è sicuramente il fatto che è strutturato e scritto da appassionati e lettori per i lettori! Non cerco gloria personale come altri… E poi cerchiamo di dare consigli reali pubblicando molto materiale scaricabile da tutti gratuitamente! Infine ci sono i gadgets del blog a disposizione dei nostri sostenitori! Non tutto ma di tutto :)

A.M.: A quando risale il tuo primo ricordo di zombie?

Alessio Ω Grassi: Ero ad un compleanno e su Sky Universal davano il film di Tom Savini del 1990 “The night of living dead”. È stato subito amore…. :) Mentre per i videogame passavo con mio cugino interi pomeriggi a giocare a Resident Evil 2!

A.M.: Film e libro preferito sugli zombie?

Alessio Ω Grassi: Difficile scegliere tra i cult del genere diretti dal maestro George A.Romero :) Dirò il più scontato: “The night of living dead” del 1968… la pietra miliare del genere… Certo, anche “Day of dead” del 1985 e “Zombie” del 1978 diretti dallo stesso Romero mi piacciono moltissimo! Per il libro opto per “Zombie Survival Guide” scritto da Max Brooks. È a lui che cerca di ispirarsi il mio blog…

A.M.: Che cosa pensi dell’evoluzione degli zombi da essere lento a veloce?

Alessio Ω Grassi: Io amo gli Zombie classici:lenti, stupidi e facilmente eliminabili. Non mi piacciono film come “28 giorni dopo” e “Dawn of dead” del 2004 diretto da Snyder. Più che Zombie sembrano maratoneti! Boccio in tutto e per tutto questa rivisitazione del soggetto Z!

A.M.: Una possibile unione tra zombie e vampiro che cosa formerebbe?

Alessio Ω Grassi: Ci sono stati film a che trattano di una possibile guerra tra Zombie e Vampiri. Di una loro possibile unione nessuno ne aveva mai parlato. Sicuramente unendo la forza bruta degli Zombie e lo charme e l’astuzia dei vampiri l’umanità non avrebbe scampo :) Gli “Zombiri“: ecco come li chiamerei! :)

A.M.: Regole per la sopravvivenza. Pensi che ne avremo bisogno?

Alessio Ω Grassi: Se mi ponevi questa domanda qualche mese fa avrei risposto di no ma con tutto il casino che sta succedendo ora, tra nucleare, immigrati clandestini e una possibilità sempre più concreta di una guerra batteriologica non so cosa pensare! Non penso ad una vera e propria apocalisse Zombie ma sono sicuro che presto molte delle guide che scrivo e i consigli su come sopravvivere ad una epidemia ci saranno molto utili.

A.M.: Oggi. Attacco di zombie. Che faresti per prima cosa?

Alessio Ω Grassi: Per prima cosa chiamerei la mia fidanzata per vedere come sta :) Ci sono molto legato. La prima regola per sopravvivere ad una apocalisse è la vicinanza delle persone che ami. Solo loro possono darti la forza di andare avanti… Poi cercherei di mettere in pratica anni di studi sulle teorie di sopravvivenza!

a) Fare l’inventario dei cibi non deteriorabili presenti in casa;

b) Procurarmi armi di tutti qualunque tipi;

c) Assicurarmi che la mia casa sia a prova di Zombie barricando porte e finestre;

d) Tenersi pronti al peggio! :)

A.M.: Oggi. Ti svegli zombie. Che faresti per prima cosa?

Alessio Ω Grassi: Mi sono sempre chiesto che cosa si provi ad essere uno Zombie. Sicuramente me ne andrei in giro qua e là a mangiare qualcuno che da vivo non potevo sopportare!! Vendetta perfetta… :)

Ringrazio Alessio per la cordialità e invito tutti i lettori a visitare il suo interessante blog:

http://zombiesurvivalrules.blogspot.com/

P.s. Attenti agli ZOMBIRI!

3 comments

  1. micha3l /

    Blog davvero interessante :)

  2. Alessio Ω Grass /

    Non male per la mia prima intervista :) mi raccomando… vi aspetto numerosi!!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Resoconto della Zombie Walk 2011 a Cagliari – Intervista a tre Zombie partecipanti « oubliettemagazine - [...] Gli Zombie non hanno le idee chiare, agiscono random per le strade, mordono, si auto mordono, perdono malleoli. Vi…
  2. Resoconto della Zombie Walk 2011 a Cagliari – Intervista a tre Zombie partecipanti | oubliettemagazine - [...] Gli Zombie non hanno le idee chiare, agiscono random per le strade, mordono, si auto mordono, perdono malleoli. Vi…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: