"Moto d’immagini", esposizione fotografica, 20 settembre – 3 ottobre, Sassari

Martedì 20 settembre alle ore 18:00 presso la Sala della Frumentaria a Sassari si avrà la prima serata dell’esposizione fotografica “Moto d’immagini”  presentata dall’associazione Mastros de Lughe. La mostra termina il 3 ottobre, orario: 20.00.

Moto d’Immagini” è un lavoro espositivo legato alla promozione della fotografia contemporanea in Sardegna.
Fotografia come espressione della memoria, del passato e dell’esperienza che divengono i tasselli per costruire il puzzle che compone il senso dell’esistenza e osservare il presente in un’analisi retrospettiva e soggettiva.

Un fermo immagine di frammenti di tempo che scorre, troppo veloce per afferrarlo e metabolizzarlo, ma nell’istante della cattura , lo si può osservare e diventa reale, tangibile e utilizzabile per una ricerca di senso, per comprendere la frattura del flusso continuo in cui l’uomo è immerso.

Cosi i tre giovani artisti ci propongono con i loro lavori uno sguardo interiore di autoanalisi e del loro rapporto con l’esterno.

I Fotografi presenti sono:

Alessandro Murgia nasce a San Gavino nel 1979. Ha frequentato un master in Comunicazione Visiva e uno in Reportage presso la John Kaverdash School di Milano. Nel 2007 espone alla galleria ‘S’umbra’ di Cagliari per un progetto a due teste intitolato ‘Intima[mente]’ e nel 2010 è stato vincitore del primo premio per la fotografia nel concorso ‘ArtistiCAmente 2010’.
La sua attenzione è rivolta a una ricerca di fotografia emotiva e concettuale. Ultimamente il suo progetto “La percezione del resto” sta destando molto interesse.

Giusy Calia, nata a Nuoro, vive e lavora tra Sassari e Siena. È laureata in Lettere moderne e
ha frequentato un Master Professionale di fotografia alla John Kaverdash School di Milano, specializzandosi in Moda, Reportage, Still life, Mack up, Camera Oscura, Fotoritocco, Comunicazione Visiva. A luglio del 2007 ha concluso il Corso Alta Definizione Cinematografica della New York Film Academy. Attualmente in fase di discussione della tesi del Dottorato di Ricerca in “Logos e rappresentazione” – Sez. “Comparatistica: letteratura, teatro, cinema” presso l’Università degli Studi di Siena (sede di Arezzo) sul rapporto tra immagine e parola nella storia della rappresentazione della follia. Ha varie collaborazioni con registi e poeti.
Le sue opere sono presenti in numerose collezioni pubbliche e private. Attualmente espone alla Biennale di Venezia e collabora con il Museo di arte contemporanea Man di Nuoro.

Massimiliano Perasso nasce a Genova nel 1980. Dopo aver studiato presso l’università La Sapienza di Roma decide di dedicarsi completamente alla fotografia. Nel 2009 completa gli studi presso la Scuola Romana di Fotografia (masterclass di reportage). La sua attenzione è rivolta principalmente alla realizzazione di progetti di introspezione e di natura personale.

 

Intervista ad Alessandro Murgia:

http://oubliettemagazine.com/2011/09/06/intervista-di-alessia-mocci-ad-alessandro-murgia-ed-al-suo-progetto-la-percezione-del-resto/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: