“Palestre”, il nuovo album della band torinese iFasti: parole irriverenti, beat elettronici, distorsioni noise

“Palestre”, il nuovo album della band torinese iFasti: parole irriverenti, beat elettronici, distorsioni noise

Feb 26, 2015

iFasti sono due bassi, due computer, due chitarre elettriche e una voce.

Il nuovo album “Palestre”, prodotto da 211dB, esce il 28 marzo 2015 con distribuzione digitale a cura di I Dischi Del Minollo.

Palestre

Ogni 500 metri incontri una banca, poi un altra e un altra ancora. Luoghi di culto in cui adorare pezzettini di carta. Come le chiese di quando eravamo bambini, ma senza oratori. Fermi, immobili, fermi. Come cagnolini addestrati nell’attesa di un osso. Il cambiamento comincia con la consapevolezza della nostra condizione, ed è questo il leitmotiv del nuovo album “Palestre”. All’improvviso volgi lo sguardo altrove e ti incammini dall’altra parte. Nel momento in cui ci si accorge dell’imbroglio, e che qualcuno da quell’imbroglio guadagna, ci si rende conto di essere schiavi. Ma si comprende anche che una possibilità di cambiamento esiste.”

iFasti sono nati nel 2008 dalle ceneri dei Seminole, storica band del DIY italiano, alle spalle hanno un passato personale di attivismo, protesta, associazionismo culturale e collettivi sociali.

iFasti sono parole scomode accompagnate da beat elettronici in un viaggio teatrale nei mali del mondo. Sono composizioni irriverenti dritte allo stomaco.

Nell’inverno 2009 pubblicano il loro primo EP “Lei si è alzata dal sordo mormorio”: alcune delle canzoni sonorizzano il video indipendente del regista Umberto Ponti, “Epidemia Chimica”.

Nello stesso anno sono tra i promotori della compilation autoprodotta “Un disco grezzo, un disco che ci impegna” che vede la partecipazione di quindici band torinesi unite dall’intento di prendere posizione su temi sociali tra cui l’uso di psicofarmaci sui bambini e la violenta discriminazione subita dagli immigrati.

iFasti

Ad aprile 2010 arrangiano, registrano e mixano da soli “Ovatta” il loro primo LP. A dicembre 2011 pubblicano “Morula“, EP ibrido composto da tre canzoni, quattro racconti e tante immagini: il disco è nato all’improvviso e registrato di getto, in una sola notte, durante alcuni live tra Emilia Romagna e Liguria.

Nel 2012 sono tra gli interpreti della colonna sonora virtuale del libro “La Faglia” di Massimo Miro (Maestrale Edizioni) e nello stesso anno si esibiscono in occasione della giornata mondiale dei musei in musica. A settembre 2012 compongono la colonna sonora per “OFF. In viaggio nelle città fantasma del Nordovest“, opera letteraria di Marco Magnone (Espress Edizioni). Il libro è stato allegato a La Stampa e distribuito in tutte le librerie della penisola.

Ed ora il 28 marzo uscirà il nuovissimo album “Palestre“. 

Guarda il video “Cagnolini di gesso” QUI.

 

 

Info

Facebook iFasti

 

TRACKLIST

1.   Seminole

2.   Cagnolini di gesso

3.   Hanno umiliato l’amore

4.   Corpo

5.   Cadono piogge

6.   Mercy

7.   Gracidi

8.   Joe Coronado

9.   Orwell 2015

10. Il primo Natale in famiglia

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: