“Trouble Busters” di Gabriele Pau: dalla Sardegna la nuova applicazione considerata rivoluzione sociale

Carissimi lettori, oggi vi presentiamo Trouble Busters, una rivoluzionaria applicazione per sistemi Android nata dall’idea di Gabriele Pau e dalla professionalità della Softfobia srl.

In poco tempo è svettata in cima al principale motore di ricerca, con una buona presenza nei social network, il tutto corredato dai tutorial su YouTube e, da ciò che abbiamo visto potrebbe realmente cambiare il mondo infondendo l’altruismo nelle persone e di conseguenza renderci più uniti.

Cosa è? Trouble Busters è un’App ideata per dare e ricevere aiuto creando una rete tra le persone, che fa della versatilità il suo punto di forza. Il sistema, infatti, è stato programmato per la risoluzione dei piccoli imprevisti quotidiani mediante un sistema di localizzazione gps, ricerca le persone che si trovano nelle vicinanze e che potranno quindi intervenire subito in soccorso. Una sorta di mutuo-aiuto contro le sfortune e gli imprevisti. Versatile, appunto.

Un esempio? Alzi la mano chi non ha mai avuto problemi con l’auto, l’impianto elettrico parte nel bel mezzo di un viaggio notturno, una perdita inaspettata di benzina, la batteria che si scarica e serve una spinta o un passaggio al distributore più vicino e molto altro, aiutare una persona diversamente abile ad oltrepassare una barriera architettonica o semplicemente per aiutare un turista che non trova la strada, possiamo anche usarla per richiamare le persone vicine quando vediamo una situazione particolare ma non abbiamo il coraggio o la forza per intervenire da soli ed infine per tutte quelle situazioni dove temiamo per la nostra incolumità e quella dei nostri cari. Il “Livello 9” dell’App è stato creato appositamente per tali situazioni di grave emergenza.

Trouble Busters ha una modalità di funzionamento molto intuitiva, con interfacce grafiche che varieranno in base all’utilizzo dell’app per l’invio o la ricezione di una richiesta d’aiuto. Una volta inserite le proprie credenziali, infatti, l’utente sarà ufficialmente parte della community e potrà dare e ricevere aiuto in qualsiasi momento. Troverete i tutorial su YouTube semplicemente digitando “Trouble Busters” nella barra di ricerca.

Il progetto è frutto di uno studio che ha preso come riferimento sventure personali, incidenti e esperienze dalle quali ho tratto insegnamento, trovando in questa app una soluzione veloce, versatile, di facile utilizzo e globale, si, globale, perché a breve l’app sarà disponibile in varie lingue e in 132 paesi.

Quali sono le altre funzioni? Si possono impostare i numeri di prima emergenza nazionali e internazionali semplicemente selezionando un icona; un aspetto che può rivelarsi particolarmente utile in caso di persona sotto schock o quando si ha difficoltà nel ricordare i numeri o ancora se ci si trova in un paese straniero.

Impostazione dei numeri presenti nella nostra rubrica, ossia i nostri numeri “ICE” In Case of Emergency, quelli delle persone fidate, parenti e amici, che di solito contattiamo per primi in caso di necessità o che, in situazioni di emergenza, vogliamo siano avvisati per primi.

Impostazione di filtri contro il Bullismo: in questo caso, se dovessimo mandare una richiesta perché siamo vittime del fenomeno, il filtro troverà solo gli adulti nelle vicinanze.

Copertura ad ombrello: mandando un “livello 9”,  il sistema salterà la ricerca delle persone che si trovano in prossimità di colui che manda la richiesta e andrà a ricercare le dieci persone che si trovano oltre i 25 metri dalla sua posizione, particolarmente utile in casi di stalking e violenze in generale.

Tracciatura dell’utente: il sistema segue gli spostamenti sia dell’utente che ha mandato la chiamata, che  degli utenti in arrivo.

Modalità automatica: In caso di incidente o quando ci sentiamo mancare, basterà cliccare sull’icona dell’App affinchè, dopo 45 secondi, il sistema andrà in modalità automatica al livello massimo.

Non violazione della privacy: l’app non darà nessun dato personale agli altri utenti se, chi riceve la chiamata rifiuta la richiesta d’aiuto. Quindi, nessuno saprà che ti trovi nelle vicinanze, a meno che non sia tu stesso a volerlo, accettando la chiamata.

Particolarità: il sistema è stato studiato per trovare sempre il numero di persone da noi richiesto o quello più vicino possibile nell’area di ricerca e, se alcuni utenti declineranno la chiamata, il sistema ricercherà il prossimo utente disponibile. Inoltre sono in fase di studio molteplici implementazioni.

È Gratuita.

Scaricatela oggi stesso e presto potreste essere voi, la persona giusta al momento giusto nel posto giusto!

“Trouble Busters, l’altruismo a portata di touch!”

 

Info

Sito Trouble Busters

Playstore

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: