“La via – I Dodici Stadi della Guarigione”, libro di Donald M. Epstein: le tappe per stare bene

“Terzo stadio: Rinchiusi in una prospettiva. Colui che non può cambiare l’intrinseca struttura dei suoi  pensieri, non sarà mai in grado di cambiare la realtà, e perciò non farà mai alcun progresso”.

La via: I Dodici Stadi della Guarigione“, libro del dottor Donald M. Epstein, è un viaggio di rara bellezza. Il lettore si confronta ad ogni stadio, tanto che indipendentemente dal punto nel quale ognuno di noi si trovi – nel percorso di ristabilire un benessere fisico, psichico ed emotivo permanente – si riconosce in tutti e dodici i collegamenti rappresentati sulla Via.

Partendo dall’assunto (quanto mai errato) che in noi vi sia ora, in questo momento, qualcosa di sbagliato, si può proseguire desiderando di incontrare un genio magico. Finito l’effetto del sim-sala-bim (cioè il momento in cui crediamo che l’oroscopo, il nostro sogno, un sorriso ricevuto per la strada) sia svanito, allora ci ritroviamo Rinchiusi in una Prospettiva.

E così via, avanti per gli altri stadi che ci condurranno, passo passo, verso un migliore modo di essere. Di vivere. Che si dovranno inequivocabilmente, sovrapporre, sposare, baciare.

Grazie alle sue conoscenze e all’aver fondato e sviluppato i suoi metodi di Somato Respiratoria Integrazione e di NSA (Network Spinal Analysis), il dottor Donald M. Epstein  negli ultimi tre decenni è riconosciuto come uno dei migliori e veri visionari di evoluzione del potenziale umano.

Il suo spirito olistico di considerare il sintomo (ciascun sintomo) come imprescindibile meccanismo – anche se non puramente meccanico – rilasciato da un impulso, lo rende pioniere nella materia. Sostiene, nei suoi continui studi che l’input, l’impulso, il comando, possono far compiere gesti sani solo quando il corpo fisico è qualità.

A ogni sintomo corrisponde evidentemente qualcosa che non fluisce, qualcosa che interrompe, spegne o manipola la sapienza segreta del corpo umano fisico.  E va da sé naturalmente, che per raggiungere e ristabilire la salute nel suo più complesso paradigma, occorre passare attraverso tutti e dodici gli stadi da lui classificati.

Noi uomini e donne dell’era moderna non abbiamo mai tempo, non abbiamo più tempo: vorremmo  poter schivare così qualche passaggio e da ammalati, passare direttamente a sani senza sentirci consapevoli, garanti e responsabili. Semplicemente vorremmo svegliarci un mattino e pensare “ecco, d’ora in poi sto bene”.

Ma il corpo umano nella sua totale fisicità è la macchina più preziosa e inimitabile mai vista prima, e non concede sconti, favoritismi, piaceri personali. Osho dice “Dove c’è il tuo corpo, lì c’è la tua vita. Da nessun’altra parte”.

 

Written by Daniela Montanari

 

One thought on ““La via – I Dodici Stadi della Guarigione”, libro di Donald M. Epstein: le tappe per stare bene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: