Resoconto inaugurazione della mostra "Manicomi Aperti" e programma settimanale delle performances, Dolianova (CA)

Resoconto inaugurazione della mostra "Manicomi Aperti" e programma settimanale delle performances, Dolianova (CA)

Giu 1, 2011

È stata inaugurata il 28 maggio 2011 alle ore 18:00 la mostra “Manicomi Aperti” presso l’Ex Monte Granatico fronte ex manicomio in via Vescovado a Dolianova in provincia di Cagliari.

 

Sarà possibile visitarla sino al 5 giugno 2011.

La mostra è la seconda tappa di un progetto iniziato con un concorso nazionale artistico sino alla scelta di 70 opere con ambito delle arti visive, audio-video e performative provenienti da tutta Italia

“Manicomi aperti ci offre uno strumento di indagine sperimentale alternativo, in grado di farci conoscere ed interloquire con immagini, esperienze, sublimazioni, manipolazioni, e rifrazioni della e sulla salute mentale. L’esplorazione avviene all’interno di uno spazio protetto che è contemporaneamente tangibile e intangibile, materiale ed immateriale, visibile ed invisibile.” – Dal catalogo realizzato da Fabio Costantino Macis (editing grafico e copertina), Francesca Fadda e Michele Andrich (editing testuale).

Due sale che ospitavano i finalisti selezionati dal concorso, due sale che interagivano con lo spettatore divenuto anch’esso parte dello spettacolo. All’ingresso il gruppo d’accoglienza formato dagli attori Andrea Pilo, Giulia Zucca, Federica Ibba, Marco Casto, Margherita Rastiello vestiti di bianco con lo sguardo assente ma un sorriso sfavillante. I ragazzi all’ingresso interpretavano la “Love Therapy” abbracciavano cautamente e lentamente tutti coloro che entravano per visitare la mostra. Un abbraccio disperato ma morbido nei gesti che prepara all’amarezza ed alla maniacalità, alla ripetizione che continua nella sala.

Un contatto inaspettato e piacevole, una dispensa d’amore gratuita … nel bel mezzo di una qualunque mostra

Da un’idea dell’artista Jole Serreli: scarpe dipinte di bianco sul pavimento, in linea, ogni scarpa un modello diverso, ogni scarpa un’emozione diversa.

Sulle pareti le opere selezionate tra fotografia e pittura.

L’attrice Noemi Medas che per tutta la durata della mostra ad intervalli regolari di tempo  passava dal fissare un orologio al cercare acqua da un rubinetto appeso al soffitto. Mancanza d’acqua ed ossessione  nella performance “Prigionieri delle nostre abitudini”. Regia ed installazione di Fabio Costantino Macis.

Estremamente breve e travagliata è la vita di coloro che dimenticano il passato, trascurano il presente, temono il futuro: giunti al momento estremo, tardi comprendono di essere stati tanto tempo senza concludere nulla.” – Seneca

Mescolanza d’arti per la “Art. fusion 180” nella quale performance, danza e teatro sono assemblate per visualizzare “immagini e simboli che procedendo dal sé guidano verso il sentiero della libertà”. Da un’idea di Francesca Fadda ed Alessio Barbarossa: il pittore Michele Andrich dipinge mentre la ballerina Francesca Assiero Brà segue con le movenze del corpo il suono delle pennellate amplificate da un microfono.

La sala storica della mostra è allestita con le foto del fotografo storico dell’unione sarda Josto Manca, interessantissime ricerche attuate da alcuni artisti (Stigma di Michele Andrich, Cieli Esiliati di Giorgio Polo, il Dono di Mara di Francesco Picciau, Camera di Isolamento di Emanuele Curreli, Pensieri Inumani di Gisella Congia, Sinkin’ di Andrea Pilloni e Paolo Bandinu, Incubo di Silvia Porcu, L’escluso di Lidia Licheri, Objet sans corps di Fabrizio Saiu, Der Stab di Wania Castronovo, Assenza di Giulia Bernardi, Accesso convulsivo completo di Simona Lippi), opere che ritroviamo nel catalogo “Manicomi Aperti”. L’allestimento della sala è stato capitanato da Michele Andrich in collaborazione con Fabio Costantino Macis, Fancesco Picciau e Emanuele Curreli.

Prossimi eventi:

Giovedì 2 giugno

Mostra temporanea laboratori di Trash Art – a cura di Daniela Mocci A.S.A.R.P.

Performance e danza teatro

h. 17

Sola – Rita Spadola

Riflessi – Theo Piu

Tripla – Alessio Barbarossa e la compagnia INandOut Ballet

h. 19.30

Inappetentia – Alessio Barbarossa e la compagnia INandOut Ballet

Codice a barre – Alessio Barbarossa e la compagnia INandOut Ballet

Sola – Rita Spadola 

Sabato 4 giugno 

performance e danza teatro 

h. 17

Love Therapy – Fabio Costantino Macis

Prigionieri delle nostre routines – Fabio Costantino Macis

Diritto di Cittadinanza – Alessio Barbarossa e Francesca Assiero Brà

Codice a barre – Compagnia IN and Out Ballet di Alessio Barbarossa

Art.fusion 180 – Francesca Assiero Brà e Michele Andrich (AKA Mike The BIDDA)

h. 19.15

Tripla – Compagnia IN and Out Ballet di Alessio Barbarossa

Inappetentia – Compagnia IN and Out Ballet di Alessio Barbarossa

Sola – Rita Spadola 

h. 20.30 improvvisazione “sull’ascolto”  con  la compagnia In and Out Ballet.

 Domenica 5 giugno

h. 19:15 a Dolianova in Viale Europa presso il Museo “Sa Mola de su Notariu” si terrà il “Forum Salute Mentale”: dove stiamo andando? Un assemblea che conclude l’evento “Manicomi Aperti” con l’obbiettivo di  fare il punto sulla situazione dei servizi di Salute Mentale e sull’orrore degli ospedali psichiatrici giudiziari, al fine di sensibilizzare e sostenere la campagna nazionale “Stop OPG”.

Interverranno Don Ettore Cannavera (Comunità “La Collina”), Gisella Trincas (A.S.A.R.P.), Roberto Loddo (Associazione 5 novembre), Maria Grazia De Vita (ArCoEs), la redazione di Teen Press, e Francesca Fadda, Fabio Costantino Macis, Michele Andrich (Art Meeting).

“Manicomi Aperti” è promossa dall’associazione artistica Art-Meeting con la collaborazione dell’Associazione Comunità di Soleminis, l’A.S.A.R.P. (Associazione Sarda per l’Attuazione della Riforma Psichiatrica), ArCoEs (Arte Comunicazione Espressione) e la compagnia IN and OUT Ballet di Cagliari diretta da Alessio Barbarossa.

Si ringrazia la redazione Teen Press per la collaborazione e l’interesse dimostrato:

http://www.teenpress.minori.it/

È possibile acquistare il catalogo “Manicomi Aperti” durante la visita della mostra oppure inviando un’email a:

manicomiaperti@gmail.com

 

Contatto Noemi Medas:

figlidartemedas@gmail.com

 

Sito compagnia di Alessio Barbarossa:

http://www.inandoutballet.it/

 

 – Foto dell’evento di Fabio Costantino Macis:

fabiocostantinomacis@gmail.com

http://fabiocostantinomacis.carbonmade.com/

Sito ufficiale:

http://manicomiaperti.com

Link articolo presentazione mostra, clicca  QUI.

 

 

 

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Inaugurazione della mostra “Manicomi Aperti. Tra memoria, presente e silenzi”, 28 maggio 2011, Dolianova (CA) « oubliettemagazine - [...] Resoconto inaugurazione della mostra “Manicomi Aperti” e programma settimanale delle per... [...]
  2. Artisti da sLegare per Senza Catene « manicomiaperti - [...] della prima edizione di Manciomi Aperti – di Alessia Mocci/oubliettemagazine http://oubliettemagazine.com/2011/06/01/resoconto-inaugurazione-della-mostra-manicomi-aperti-e-progr... Like this:LikeBe the first to like this [...]
  3. Resoconto di Francesca Fadda sulla seconda edizione di Manicomi Aperti, 16-20 settembre, Cagliari « oubliettemagazine - [...] Resoconto della prima edizione di Manicomi Aperti: http://oubliettemagazine.com/2011/06/01/resoconto-inaugurazione-della-mostra-manicomi-aperti-e-progr...ma-settimanale-delle-performances-dolianova-ca/ [...]
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: