Pubblicato il

Buon compleanno Gene Wilder: diventa celebre con “Willy Wonka e la Fabbrica di cioccolato”

L’11 giugno 1933 nasceva a Milwaukee Jerome Silerman noto a tutti con il nome di Gene Wilder attore, sceneggiatore, regista e scrittore statunitense.

Nel 1963  Gene Wilder è l’attore principale dello spettacolo teatrale “Madre Coraggio e i suoi figli” (sottotitolo: Cronaca della guerra dei Trent’anni), sovente tradotto in “Madre Courage e i suoi figli” è uno dei capolavori di Bertolt Brecht che scrisse questo testo destinato al teatro fra il 1938 ed il 1939.

Scritto proprio alla vigilia della seconda guerra mondiale, il testo risulta essere una denuncia di tutte le guerre e degli orrori che esse producono.

Seguirà un ottimo successo con il film “Per favore non toccate le vecchiette” del 1968, il film viene premiato con l’Oscar come miglior sceneggiatura originaria. Tuttavia dopo questo film arrivano una serie di insuccessi tra cui si può ricordare Fate la rivoluzione senza di noi.

Il film che l’ha reso famoso in tutto il mondo è Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato.  Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato è un film del 1971 diretto dal regista Mel Stuart. Il film è ispirato ad un romanzo di Roald Dahl, La fabbrica di cioccolato, nuovamente portato sullo schermo nel 2005 da Tim Burton ne La fabbrica di cioccolato, con Johnny Depp nel ruolo già ricoperto da Gene Wilder.

Con il passare degli anni, Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato ha acquisito nuova popolarità e un particolare status di “cult movie” per diverse generazioni, grazie in larga parte ai ripetuti passaggi televisivi (specialmente sotto le festività natalizie) di cui è stato fatto oggetto nel corso degli anni.

Nella classifica dei migliori 50 cult movies stilata nel 2003 dalla rivista statunitense Entertainment Weekly, il film viene piazzato alla posizione numero 25. L’onda del successo internazionale continua con il film: “Nessuno ci può fermare“. Lo scrittore Skip Donahue (Wilder) e l’attore squattrinato Harry Monroe (Pryor) vengono licenziati dai loro rispettivi lavori a New York, e decidono di partire insieme per Hollywood a cercare fortuna.

Sulla strada, effettuano lavoretti qua e là per sbarcare il lunario. Nel corso di uno di questi impieghi, Skip e Harry si ritrovano travestiti da picchi a cantare e ballare per una campagna pubblicitaria di una banca all’interno della stessa davanti ai clienti divertiti. Gene Wilder ottiene anche un ottimo successo con i successivi due film: “Fuga per due” e “La signora in rosso”.

Invece il suo film “Luna di miele stregata” del 1986 è un totale insuccesso, mentre ottiene un parziale successo ma anche con molte critiche il film Non guardarmi: non ti sento.

Dal 1990 ad oggi Wilderè il protagonista per il film “Non dirmelo non ci credo”, per il teatro Queen’s Treatre e per il film Emmy che risulta essere il suo ultimo film.

 

Ieri  ha festeggiato 80 anni. Buon compleanno da Oubliette Magazine!

   Written by Rosario Tomarchio