Resoconto del primo appuntamento de “Parole attorno a un libro”, Samassi

Resoconto del primo appuntamento de “Parole attorno a un libro”, Samassi

Feb 6, 2013

Si è svolto, domenica 3 febbraio 2013, il primo appuntamento della rassegna letteraria “Parole attorno a un libro”. La rassegna è promossa dal Comune di Samassi, dall’Assessorato alla Cultura – Biblioteca Comunale e dall’Associazione Creattiva.

I prossimi appuntamenti saranno sabato 16 febbraio e domenica 17 febbraio con la presentazione di “Musica e religione” e “Servo doppio”.

Domenica 3 febbraio, invece, si è assistito ad un evento straordinario: la donazione da parte di Don Bruno Pittau di alcuni volumi antichissimi che andranno nella biblioteca del paese.

I volumi sono:

Bibbia di Antonio Martini, 1837, prima traduzione in italiano dal latino. (5 tomi)

Raccolta di scritti tra cui epistole e sermoni di San Bernardo di Chiaravalle 1575 – latino.

Ma non solo. La serata presentata dal Sindaco Enrico Pusceddu e dall’Assessore e Vice Sindaco Giulia Setzu è iniziata con la promozione dell’efficiente attività svolta dalla biblioteca comuncale samassese, inserita all’interno del Polo Bibliotecario SBN Joyce Lussu (19 biblioteche), che si occupa sia di prestito librario che di organizzazioni varie di promozioni alla lettura.

Di grande interesse la presentazione del libro “Preziose immagini” delle due autrici Giorgia Atzeni e Barbara Cadeddu. Il libro è il frutto di una ricerca di circa due anni, ricerca che ha portato ad una mostra nel 2012 (14 aprile – 15 maggio) nella Biblioteca Universitaria di Cagliari.

Giorgia e Barbara, con il loro studio hanno analizzato più di 5000 edizioni del XV e XVI secolo, riuscendo a trovare tante sottigliezze e tante curiosità che prima di loro non erano state individuate. È assodato che ci sia ancora tantissimo da scoprire in questi testi, ma “Preziose immagini” è un inizio davvero ammirevole.

In un contesto così ampio le due autrici hanno scelto di entrare in profondità di alcuni testi anziché di altri per poter chiudere in un certo qual modo la loro ricerca.

Il libro si presenta dunque come un catalogo illustrato della mostra del 2012, con la prefazione di Maria Grazia Scano Naitza e l’introduzione di Maria Teresa Passiu.

Il percorso inizia con i Record, categoria che annovera alcuni volumi connotati da una particolarità spiccata: il più antico dell’intera collezione è il “Fasciculum temporum” di Werner Rolewinck, pubblicato a Venezia da Erhald Ratdolt nel 1480, appena venticinque anni dopo la Bibbia Mazarina (o delle 42 linee) di Gutenberg, prima edizione a stampa nella storia dell’editoria; il libro più ricco di illustrazioni è il “Liber chronicarum” di Hartmann Schedel, con migliaia di xilografie di grandi dimensioni; il volume più piccolo, la “Calandra” di Bernardo Dovizi, uscito a Venezia nel 1526, è probabilmente, libretto teatrale di formato tascabile (in 12°); l’esemplare delle Biblicae Historiae” di Aemelius georg, pubblicato a Francoforte nel 1539, ha la rara caratteristica di presenntare tutto il suo ampio corredo di imagini xilografiche colorate a mano; infine, la “Biblia ad vestustissima exemplaria”, stampata ad Anversa nel 1561, reca una fra le firme più prestigiose del Manierismo, quella di Mariano Cartaro nel bulino raffigurante San Girolamo nello studio (1564).

 

Photo by Riccardo Tanca

 

Info

Comunicato evento

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: