“Classici in cammino” di Giorgio Ficara: essere immortali significa restare in vita

Tu se’ lo mio maestro e ’l mio autore,/ tu se’ solo colui da cu’ io tolsi/ lo bello stilo che m’ha fatto onore – Dante

Classici in cammino di Giorgio Ficara
Classici in cammino di Giorgio Ficara

Scrivere dei classici è sempre un compito difficile, perché significa mettersi in comunicazione con una realtà complessa.

Il concetto stesso di classico muta nel tempo, nonostante i classici siano immortali. Essere immortali significa restare in vita; ma il restare in vita non equivale al restare sempre identici a se stessi, bensì al cambiare nel tempo.

Giorgio Ficara, ordinario di Letteratura italiana all’Università di Torino, ha scritto per Marsilio una bella miscellanea di contributi tesa a dimostrare, tra le altre cose, che “classici antichi e moderni camminano insieme, non possono fare a meno l’uno dell’altro”.

Da questa affermazione si evince che ogni epoca ha i suoi classici. E così Virgilio era un classico per Dante, così come Dante lo è per Boccaccio:Così, guardando anche di sfuggita a Virgilio, poi a Dante e a Boccaccio, si può pensare ai classici come a una brigata in cammino: le storie e i miti raccontati lungo la strada dal primo che prende la parola, sembrano magistrali e compiuti per anni o secoli. E lo sono. Poi nella compagnia […] un secondo continua quei racconti che, già alle prime battute, si vedeva che non erano conclusi”.

Questa è una delle considerazioni presenti nel saggio introduttivo della raccolta dal titolo Gli amici del cuore.

Seguono due parti, l’una dal titolo Classici e la seconda dal titolo Classici tra noi. Ognuna di queste parti è organizzata a sua volta in ulteriori saggi che spaziano da Dante fino a Ungaretti, passando per De Sanctis e Zanzotto. Il tutto è anticipato da una premessa e seguito da una nota bibliografica finale.

I classici possono essere amici del cuore perché, ad esempio, anche quel maestro perfetto che è Dante non sarebbe tale senza Virgilio o Stazio e il canto XXI del Purgatorio presenta un vivace incontro tra i tre. Si tratta di personaggi diversi e pure complementari.

I classici possono essere amici del cuore perché, ad esempio, nel Canto notturno d’un pastore errante dell’Asia di Leopardi, un pastore può diventare filosofo della misura in cui interroga la Natura.

A tal proposito Ficara riporta le posizioni di Francesco De Sanctis: “La profondità del concetto è questo, che in ultimo il filosofo ne sa quanto il pastore, e quello che appare una ignoranza o una semplicità del pastore è appunto la verità”.

Giorgio Ficara
Giorgio Ficara

Proprio Francesco De Sanctis è oggetto di trattazione autonoma in uno dei contributi di questa pubblicazione. Autore della famosissima Storia della letteratura italiana (1870), De Sanctis è degno di menzione per la sua interpretazione di Leopardi in chiave anti-nichilista, ben documentata nel noto intervento Schopenhauer e Leopardi (1858). De Sanctis, inoltre, è anche un esempio del fatto che anche la critica letteraria possa raggiungere notevoli vertici qualitativi, diventando un classico essa stessa. 

Nonostante la diversità e lontananza tra noi e i classici, va anche detto che la letteratura odierna, privata dei riferimenti dei grandi autori, appare sbiadita e poco significativa: “L’angoscia che la letteratura precipiti dalle sue vette e si polverizzi sul piano – pianura – dell’informazione globale, che colpiva Adorno e Montale, si è rovesciata in festoso assenso in scrittori contemporanei come Carofiglio, Moccia, Corona, Malvaldi, i quali credono – in buona fede – che la letteratura sia ciò che scrivono. Non hanno il sospetto che sia qualcosa che non li riguarda. O meglio, li riguarderebbe in quanto lettori: titolari d’una comune cassetta di sicurezza, cantori in un coro di viaggiatori su uno stesso treno”.

Buon cammino con i classici a tutti e buone letture!

Ad maiora

 

Written by Filomena Gagliardi

 

Bibliografia

Giorgio Ficara, Classici in cammino, Marsilio editore, Venezia 2021, 191 pagine, 19 euro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: