“Passione e Amore: Sogno” – recensione a cura di Marzia Carocci

Recensione a “Passione e Amore: Sogno”

Autore: Antonio Paoletti    “Altro Mondo Editore”

A cura di:   Marzia Carocci

La poesia di Antonio Paletti, ci porta ad aprire quella parte di noi ,spesso dimenticata: “la nicchia dell’emozione”.

L’autore, infatti, attraverso una semantica poetica molto descrittiva, ci accompagna nel suo viaggio interiore, dove ad ogni angolo, “c’è qualcuno o qualcosa di noi”.

Egli, infatti, si rivolge alla vita stessa, agli ostacoli, alle bellezze, alle rimembranze che vibrano intorno all’uomo in quanto testimone del tempo e del vissuto.

Antonio Paoletti, ama esprimersi con delicate metafore, che, come ogni figura retorica, rendono l’immaginato, pagina visiva ed estremamente chiara, densa di profumi, movimenti, e voci sussurrate.

Da  “Angeli”

Nelle  loro mani tengono le  mie notti,

i miei sogni

aprono le finestre sui muri dell’infinito,

nel volto del sole…

Immagini oniriche che catturano il lettore accarezzando quella parte dell’anima celata, taciuta, riflessioni che esprimono luce e colore, là dove la sensazione di protezione e di abbraccio, rende l’essere umano speranzoso e volto all’eternità dove i sogni, come le notti più lunghe, non hanno fine superando ogni confine, ogni limite, ogni spazio e barriere.

Una silloge ben curata, una “catena” di versi che parlano, che respirano e niente nascondono;  liriche che scendono nella gola, nel cuore, ingoiate e assaporate, scese nella profondità umana fino poi a risalire nel mistero, nella domanda, nella Spiritualità.

Un viaggio fra stelle, cielo e mare, dove l’Amore regna senza alcun limite in un firmamento di parole che il nostro autore trasforma in essenzialità di vita, di esistenza, di continuità oltre tutto, oltre noi!

Marzia Carocci

 

2 thoughts on ““Passione e Amore: Sogno” – recensione a cura di Marzia Carocci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: