“La vita oscilla” di Eugenio Montale

“La vita oscilla”

 

 

La vita oscilla

tra il sublime e l’immondo

con qualche propensione

per il secondo

ne sapremo di più

dopo le ultime elezioni

che si terranno lassù

o laggiù o in nessun luogo

perché siamo già eletti

tutti quanti

e chi non lo fu

sta assai meglio quaggiù

e quando se ne accorge

è troppo tardi.

Les jeux sont faits

dice il croupier, per l’ultima volta

e il suo cucchiaione

spazza le carte.

 

Eugenio Montale (Genova, 12 ottobre 1896 – Milano, 12 settembre 1981) è stato un poeta, giornalista, scrittore e critico musicale italiano,premio Nobel per la letteratura nel 1975. Eugenio Montale morì a Milano la sera del 12 settembre 1981, un mese prima di compiere 85 anni, nella clinica San Pio X dove si trovava ricoverato per problemi derivati da una vasculopatiacerebrale. I funerali di Stato furono celebrati due giorni dopo nel Duomo di Milano dall’allora arcivescovo della diocesi Carlo Maria Martini. Venne sepolto nel cimitero accanto alla chiesa di San Felice a Ema, sobborgo nella periferia sud di Firenze, accanto alla moglie Drusilla.

 

 Altre poesie di Eugenio Montale presenti su Oubliette

Nuove stanze

2 pensieri su ““La vita oscilla” di Eugenio Montale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: