“Ghiaccio Nero” di Giulio Marchetti: l’io poetante è posseduto dalle immagini di volti sconosciuti

“Ghiaccio Nero” di Giulio Marchetti: l’io poetante è posseduto dalle immagini di volti sconosciuti

Giu 1, 2016

Dietro la finestra che s’affaccia sul mondo, siede un poeta che dipinge in sillabe il quadro delle sue percezioni. Come un colore ad olio si versa...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: