Pubblicato il

Vincitori e Finalisti del Contest di poesia e prosa “Il Trono del Padre”

Si è conclusa il 29 aprile 2017 a mezzanotte la possibilità di partecipare al Contest Letterario di poesia e prosa Il Trono del Padre promosso da noi di Oubliette Magazine e dallo scrittore Massimo Pinto.

Contest Il trono del padre

Una competizione a suon di parole e versi che ha visto più di 80 partecipanti per le sezioni A (short story) e B (poesia). La giuria del contest (Alessia Mocci, Massimo Pinto, Emma Fenu, Elisa Longo, Katia Debora Melis, Carina Spurio e Marzia Carocci) ha decretato i 14 finalisti.

Oggi, vi presentiamo i sei vincitori del contest che riceveranno a casa una copia del romanzo Il Trono del Padre” di Massimo Pinto, edito dalla casa editrice Bastogi Libri.

Tutte le opere partecipanti possono essere lette cliccando QUI.

 

FINALISTI

SEZIONE A

Anna Paola Lacatena con “Apelle figlio… di Apollo”

Laura Vargiu con “Come le rondini”

Enrico James Scano con “Profumo”

Vito Ditaranto con “Nero”

Antonio Bianchi con “Cielo”

Maria Teresa Dotti con “Che viola tenue”

Paola Pittalis con “Conflitti”

SEZIONE B

Corrado Cioci con “Purgatorio”

Fabrizio Bregoli con “Sapere di te”

Gianfranco Isetta con “Come Foglia”

Sebastiano Impalà con “La follia di Omero”

Luca Garbatella con “Fiori”

Grazio Pellegrino con “Credo in un solo Dio”

Nicola Matteucci con “Innovazioni”

VINCITORI

SEZIONE A

Anna Paola Lacatena con “Apelle figlio… di Apollo”

Aveva cinque anni Enea il giorno che a suo padre diedero quarantasei giorni da scontare in carcere.

La guerra fredda aveva inculcato nel padre la convinzione che ciò che apparteneva allo Stato era ricchezza da dividere tra il popolo.

Era stato sorpreso a rubare poco meno di due chili di pesche da un’area sotto il controllo della Marina Militare.

«Mamma! Dov’è papà?»

Non doveva sapere Enea quale disgraziato fosse suo padre.

È fuori per lavoro… Quale lavoro, però?! Giovanni faticava solo per riuscire a non fare nulla tutto il giorno.

Tutto ciò che riuscì a dire fu: «Se fai il buono, stasera, ti porto dalla zia Maria a guardare la televisione.»

Mentre assistevano con altre dieci persone a quello spettacolo storico, la donna ebbe un’idea.

«Eccolo tuo padre!»

Trasalì Enea.

Si avvicinò allo schermo con scientifica curiosità, cercando di cogliere dettagli familiari in quell’uomo che si muoveva lento, infagottato in una tuta bianca.

Rimosso a furor di popolo dalla zia Maria e riconsegnato nelle braccia della madre, il piccolo gridò cercando l’approvazione dei presenti: «È papà mio! È andato sulla luna! È nello spazio!»

Sorrisero i presenti, sorrise per giorni Enea.

Era il 20 luglio del 1969.

 

Laura Vargiu con “Come le rondini”

Nella mia terra l’infanzia ha l’amaro sapore della guerra.

Non ricordo giorno, dacché sono nato, senza spari, esplosioni, sangue per le strade.

Qui anche i bambini si abituano presto alla morte che, come un’ombra infida, passa loro accanto a ogni istante. La musica dei fucili culla le loro notti insonni; i crateri delle bombe ospitano i loro giochi.

“Sei figlio della guerra, piccolo mio” mi diceva mia madre, stringendomi forte a sé come per scusarsi d’avermi messo al mondo tra le rovine di un’esistenza dove la parola pace è soltanto una preghiera inascoltata. Quando lei e i miei fratelli rimasero sepolti sotto le macerie era primavera, ma sembrava fosse iniziato un nuovo, lunghissimo, interminabile inverno.

Persino le rondini hanno paura di questo cielo che vomita morte e da troppo tempo non le si vede più in volo; chissà, la guerra infinita avrà fatto perdere loro le ali oppure la strada che le conduceva ai profumi delle rose siriane. Ho desiderato tanto rivedere le rondini, pure adesso che giaccio nella polvere accanto ad altri bambini; agonizzanti, fissiamo le nuvole lassù, soffici sogni che vorremmo ancora inseguire. Ma siamo ormai come le rondini che non voleranno più a primavera.

 

Maria Teresa Dotti con “Che viola tenue”

Che viola tenue hanno sbocciato le ortensie, quel violetto arricciolato che ricorda i capelli di nonna, sotto a un fazzoletto con quattro nodi, uno per ogni angolo, a mo’ di cappello.

Mi pareva così ridicola, china su un’erbaccia a litigare con la lunga radice, il lurido grembiule e i gambali di gomma verde.

Ero giovane e me ne vergognavo, non era la nonna elegante che sognavo.

Era la nonna con un fazzoletto in testa, un fazzoletto chiazzato di muco, sudore ed erba.

Al mio arrivo si sollevava piano, tenendo le mani sulle reni, sorrideva sdentata tra una ragnatela fitta di rughe e mi baciava scostando la frangia.

Com’era lieve quella mano ruvida, ancor più lieve del bacio.

-Diventerai strabica-diceva.

E la sua voce sfuggiva via veloce come un fruscio d’ali di farfalla.

 

SEZIONE B

Corrado Cioci con “Purgatorio”

All’anime purganti che furon in parte fallaci e arroganti che dell’umano han ancor intatto il Pensier io in versi a voi mi verto.

Fuggite dalla fucina ardente che miete come il grano dal campo si senton salve han già Abbracciato la salda riva e mai vorrebbero tornar nel gorgo di incerta

Fatica.

Solinghe a viso basso rammentan i focosi giorni d’una vita non sempre retta

E stretta dal desiderio avversa all’ insegnamento

Come un affamato che agogna il pane ma vuol pur vesti calde e lusso voi foste combattute Da due verbi

Sontuosa veste o carità a chi la chiese?

Quando vedeste in terra il derelitto pietà vi colse o un beffardo sorriso certe d’ aver un Allegro focolare?

Quanto dolore avete dato padri figli mogli

Or tutto uno nel branco nel silenzio, un lungo letargo!

Sonno della coscienza che fiacca e rende lassi che ottunde il ben dell’intelletto

E ci meni nel deserto dei morti sensi

Lontani dalla fonte del bello e del vero

Vedete or voi anime in bilico tra i due mondi

Il vostro peccato l’occasion della vita sprecato per giungere ai santi cancelli

Dovete lesinar chieder un amen e attender ceri, sollievo dei viventi

Che il vostro nome risuoni sugli altari

In nomine domini!

Ah cattivi anni vissuti nel disagio

A digrignar chi vi porse mano

Calpestar patti santi ma in ver

Vi fu dolce andar contro comando

Sul viso un velo che copriva la luce

Del bel sentiero

Preferisti digiunar che pranzare con chi ti

Aprì il cor

Or benedici quel pane vorresti

Un certo posto da commensale

Ma son i giochi ormai finiti e tu pellegrino

Vai per il tuo cammino a passo lento e riflettendo

Sul giorno che fu’ indi non si torna indietro

Un tramonto che non vede l’alba

Un dolor che vi pungola a cercar rimedio

Del malfatto questa la vostra pena

Finché non sia pura

I bei vermigli fior i ruscelletti

Timidi e allegri l’aroma dei germogli vedrete ancor ma prima pigerete il calcagno tra fango E roccia!

Vi dà la somma somma speranza

La certa grazia che vi attende

Dopo aver pagato lo scotto del vostro

Debito

Non pianti e lamenti come nel fatal asilo

Ma in coro mormoran gloria al padre e santa fede

Orsù cingi la vita di docile giunco

Sii come lei piegati ai voler

Pia e monda salirai

La scala per l’eterna gioia

 

Gianfranco Isetta con “Come foglia”

Seguendo a volte il mutare del vento

rivedo d’esser stato come foglia.

Ora che tocco a terra lento, e spenta

ogni ragione per puntare al cielo,

m’accovaccio al caldo delle mie sere

disteso sulle membra rugginose.

Se sembra irraggiungibile l’interno

di un tempo che si pensa sogno eterno

é buona solitudine da accogliere

quella che mi accompagna ad una soglia

dove c’è sempre un ramo che mi invita

ad un ritorno che metta germogli.

 

Grazio Pellegrino con “Credo in un solo Dio”

… facili abbandoni

in quei ricordi

di innocenti mattutine

in chiese ormai spoglie

noi mani innocenti

invasi dall’odore

di incenso

ci raccontavamo

solo storie di purezza

a volte lontane

dalla nostra vita

di un paradiso

un inferno e un purgatorio

lì ad attenderci

in ogni momento

vissute paure

rinunce solo rinunce

di un Dio solo

per innocenti martiri

ogni giorno una battaglia

tra il bene ed il male

sempre a domandarmi

quale la via

io solo testimone di

di un credo…

credo in un solo Dio… Padre onnipotente…

 

I vincitori saranno contattati via email per l’invio del premio.

Complimenti ai vincitori, finalisti e partecipanti!

I nuovi Contest sono online nella Categoria Attualità/Concorsi del Magazine.

Per gli autori, esordienti e non, se si è interessati a conoscere le modalità per accedere alla creazione di un contest su Oubliette Magazine contattateci su email: oubliettemagazine@hotmail.it scrivendo sull’oggetto: Info Contest Letterario.

Pubblicato il

Contest di poesia e prosa “Il trono del padre” – partecipazione gratuita

“Complici gli studi liceali di filosofia e di scienze, l’interesse verso le nuove conquiste spaziali, ma anche l’antico influsso dei principi religiosi della madre, da lui tanto introitati nel tempo lontano della prima comunione, Fausto si avventurava spesso, sempre nel solito terrazzino dove studiava, lungo tortuosi percorsi che desideravano disvelare i destini del mondo e i misteri dell’uomo. Cominciò dai concetti di “illusione” e di “impermanenza”.”Il trono del padre – (L’innocenza)

Contest Il trono del padre

Regolamento:

1. Il Contest letterario gratuito di prosa e poesia “Il trono del padre” è promosso dalla web-magazine Oubliette Magazine e dall’autore Massimo Pinto. Il Contest letterario è riservata ai maggiori di 16 anni.

Il Contest è gratuito. Il tema è libero.

 

2. Articolato in 2 sezioni:

A. Short Story in 200 parole (un racconto breve avente come limite massimo di partecipazione 200 parole, e come limite minimo 30 parole)

B. Poesia (limite 80 versi)

 

3. Per la sezione A si partecipa inserendo la propria opera sotto forma di commento sotto questo stesso bando indicando nome, cognome, dichiarazione di accettazione del regolamento. Si può partecipare con opere edite ed inedite. Per un facile conteggio delle parole consigliamo di scrivere la short story in un documento word e cliccare in alto Revisione, e Conteggio parole in alto a sinistra.

Per la sezione B si partecipa inserendo la propria poesia sotto forma di commento sotto questo stesso bando indicando nome, cognome, dichiarazione di accettazione del regolamento. Si può partecipare con poesie edite ed inedite.

Le opere senza nome, cognome, e dichiarazione di accettazione del regolamento NON saranno pubblicate perché squalificate. Inoltre NON si partecipa via email ma nel modo sopra indicato.

Ogni concorrente può partecipare in entrambe le sezioni e con una sola opera per sezione.

 

4. Premio:

Il trono del padre – (L’innocenza)

N° 1 copia del romanzo “Il trono del padre – (L’innocenza)”, di Massimo Pinto, edita dalla casa editrice Bastogi Libri.

Saranno premiati i primi tre classificati della sezione A, ed i primi due classificati della sezione B.

 

5. La scadenza per l’invio delle opere, come commento sotto questo stesso bando, è fissata per il 29 aprile 2017 a mezzanotte.

 

6.  Il giudizio della giuria è insindacabile ed inappellabile. La giuria è composta da:

Alessia Mocci (Editor in Chief)

Massimo Pinto (Scrittore)

Emma Fenu (Scrittrice e Collaboratrice Oubliette)

Katia Debora Melis (Scrittrice e Collaboratrice Oubliette)

Elisa Longo (Collaboratrice Oubliette)

Carina Spurio (Poetessa e Collaboratrice Oubliette)

Marzia Carocci (Poetessa e Collaboratrice Oubliette)

 

7. Il contest non si assume alcuna responsabilità su eventuali plagi, dati non veritieri, violazione della privacy.

 

8. Si esortano i concorrenti per un invio sollecito senza attendere gli ultimi giorni utili, onde facilitare le operazioni di coordinamento. La collaborazione in tal senso sarà sentitamente apprezzata.

 

9. La segreteria è a disposizione per ogni informazione e delucidazione per email: oubliettemagazine@hotmail.it indicando nell’oggetto “Info Contest” (NON si partecipa via email ma direttamente sotto il bando), in alternativa all’email si può comunicare attraverso la pagina fan di Facebook:

https://www.facebook.com/OublietteMagazin

 

10. È possibile seguire l’andamento del contest ricevendo via email tutte le notifiche con le nuove poesie e racconti brevi partecipanti al Contest Letterario; troverete nella sezione dei commenti la possibilità di farlo facilmente mettendo la spunta in “Avvisami via e-mail”.

 

11. La partecipazione al Contest implica l’accettazione incondizionata del presente regolamento e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai soli fini istituzionali (legge 675/1996 e D.L. 196/2003). Il mancato rispetto delle norme sopra descritte comporta l’esclusione dal concorso.

 

BUONA PARTECIPAZIONE E BUONA LETTURA DELLE OPERE PARTECIPANTI!!!

Pubblicato il

“Storytelling – Inside Documentary”: Photography workshop with photojournalist Stefano Valerio, London

A photograph is neither taken or seized by force. It offers itself up. It is the photo that takes you. One must not take photos.” – Henri Cartier-Bresson

 

Storytelling _ Inside Documentary

The word Photography comes from two greek words: light (φῶς | phôs) and drawing (γραφή | graphè). So Photography means “drawing with light”.

Documentary Photography is a photojournalistic activity that aims to objectively reproduce society and chronicle events through images. It was born in England in 1877, by John Thomson and Adolph Smith, two London reporters that captured the city’s poorest neighborhoods in the book “Street Life in London”.

The workshop Storytelling – Inside Documentary is born from the idea of artistic aggregation aimed to teach how to narrate through images, and it’s promoted by the webzine Oubliette Magazine.

The course will be conducted by photojournalist Stefano Valerio (featured in CameraPixo Magazine 2013 – 2014 and mentioned in 100 Best Photographer in 2016) in an image storytelling full-immersion, featuring the explanation of small and big stories close to us, to our everyday lives, and travel photography.

Reports from the contemporary photography undisputed masters will be analyzed, names like Henri Cartier-Bresson, Robert Capa, Elliott Erwitt, Eugene Smith, Sebastiao Salgado and Robert Frank, up to the analysis of tales linked to a modern and recognizable photographic language.

Three days in which it will be possible to know the most interesting documentary photography achievements, to engage in the field with photographic reporting and to learn how to select pictures for a coherent portfolio.

During the workshop, the participants will receive a dedicated bibliography on topics like “reporter writers” and “the great travel tales”.

The workshop Storytelling – Inside Documentary is aimed at both beginners and experienced participants, from age 14 to 114. For minors, a written authorization signed by parents will be mandatory. It’s recommended to confirm attendance by contacting Stefano Valerio (contact info below) and sending the Attendance Form available under this announcement.

Workshop days will be arranged with participants to ease attendance, starting from the April. Groups will be formed according to the number of participants.

Stefano Valerio explains: “Love for what you’re narrating is essential to do work that stands out from the crowd. Images can be a powerful tool to tell stories that help us to communicate and share our world view to others.”

WORKSHOP “STORYTELLING INSIDE DOCUMENTARYSCHEDULE

Lesson #1

Morning: Presentation and collection of topics to be discussed during the workshop. Lunch included in course fee.

Afternoon: Short induction on the project, and photographic field trip.

Lesson #2

Afternoon: Photographic field trip and return to course location (Elephant and Castle) to start the editing process, not specifically technical.

Lesson #3

Afternoon: Editing, final projection and conclusions.

 

Chanda – India 2015 – by Stefano Valerio

To attend it will be mandatory to have photographic equipment:

Camera, not necessarily a reflex, a smartphone will be fine.

Desire to learn

A pack of cigarettes, even if you don’t smoke (the reason will be explained during course)

 

Storytelling – Inside Documentary” will not teach you photographic techniques o camera settings, so it’s not necessary to bring the gear for a photographic Safari. Bring your heart, yes, you will need it.

The participation fee will be 100 £ for the whole workshop.

 

CV Stefano Valerio: Newspaper: Le Soir – Belgio (Marzo – Maggio 2015) Gazet Van Antwerpen – Belgio (Giugno – Agosto 2015) La Gazzetta del Mezzogiorno – Italia (Febbraio 2016) Barisera – Italia (Marzo – Giugno 2016) ONG: The Muslim Hands (UK) – 2014/2016 Hands of Freedom (UK) – 2016 EMF (UK) – 2014 Amnesty International – 2014

 

DOWNLOAD THE ATTENDANCE FORM

 

Info

valeriostefano@me.com

instagram.com/stevegenzo

+447379457006

 

In traduzione in lingua italiana

Storytelling – Inside Documentary: Workshop di fotografia del photoreporter Stefano Valerio, Londra

 

Storytelling – Inside Documentary

Una fotografia non è né catturata né presa con la forza. Essa si offre. È la foto che ti cattura.” – Henri Cartier-Bresson

La parola fotografia deriva quindi dalle due parole greche: luce (φῶς | phôs) e grafia (γραφή | graphè). Fotografia significa quindi scrittura/disegno di luce.

La fotografia documentaria (o documentaristica) è un’attività fotogiornalistica che si propone di riprodurre oggettivamente la società attraverso la cronaca per immagini della realtà quotidiana. Nacque in Inghilterra nel 1877, ad opera di John Thomson e Adolph Smith, due reporter londinesi che immortalarono i quartieri più poveri della città tra le pagine del volume “Street life in London”.

L’idea del workshop di fotografia “Storytelling – Inside Documentary nasce dall’idea di aggregazione artistica improntata all’insegnamento del raccontare per immagini, ed è promosso dalla webmagazine Oubliette Magazine.

A condurre il corso il photojournalist Stefano Valerio (featured in CameraPixo Magazine 2013 – 2014 and mentioned in 100 Best Photographer in 2016) in una full-immersion di storytelling per immagini che vedrà la spiegazione di grandi e piccole storie vicino a noi, nel nostro quotidiano, e la fotografia di viaggio.

Saranno analizzati alcuni reportage dei grandi maestri indiscussi del foto giornalismo contemporaneo come Henri Cartier-Bresson, Robert Capa, Elliott Erwitt, Eugene Smith, Sebastiao Salgado e Robert Frank, sino all’analisi dei racconti legati ad un moderno e riconoscibile linguaggio fotografico.

Tre giornate nelle quali si potranno conoscere i lavori più interessanti nell’ambito della fotografia documentaria, per cimentarsi sul campo con il racconto fotografico e per imparare a selezionare le fotografie in un portfolio coerente.

Durante il workshop, sarà fornita una bibliografia dedicata sulle tematiche: “Gli scrittori reporter”, “I grandi racconti di viaggio”.

Il workshop di fotografia “Storytelling – Inside Documentary è rivolto sia ai principianti che alle persone con esperienza sul campo, dai 14 ai 114 anni, per i minori sarà necessario consegnare l’autorizzazione firmata dai genitori. Si consiglia di certificare la propria partecipazione contattando Stefano Valerio (contatti nelle info sottostanti) ed inviando la Scheda di Partecipazione disponibile sotto questo stesso bando.

Le giornate del Workshop saranno organizzate con gli iscritti per facilitarne la presenza con disponibilità da aprile, inoltre saranno costituiti più gruppi a seconda del numero di iscritti.

Stefano Valerio racconta:L’amore per ciò che si racconta è alla base di un lavoro che emerge dalla massa senza disperdersi. Le immagini possono essere uno strumento potente per raccontare storie che ci aiutano a comunicare e a condividere il nostro punto di vista sul mondo con gli altri.”

PROGRAMMA WORKSHOP STORYTELLING – INSIDE DOCUMENTARY

Lezione #1

Mattina: Presentazione e raccolta delle tematiche che i partecipanti vorranno sviluppare durante il workshop. Pranzo condiviso ed incluso nel costo.

Pomeriggio: Breve induction sul progetto e di seguito uscita sul campo per fotografare. In serata primi feedback sulle fotografie scattate dai partecipanti.

Lezione #2

Pomeriggio: Uscita esterna per fotografare e rientro presso la sede del corso (Elephant and Castle) per iniziare a lavorare sull’editing delle fotografie, non specificamente tecnico.

Lezione #3

Pomeriggio: Editing, proiezione finale e conclusioni.

 

Pushkar – India 2015 – by Stefano Valerio

Per partecipare sarà necessario portare con se strumenti gli strumenti di lavoro:

Macchina fotografica, non necessariamente una reflex, può andar bene anche il Vostro Smartphone

Voglia di apprendere

Un pacchetto di sigarette, anche se non fumate (il motivo sarà spiegato durante il workshop)

 

Storytelling – Inside Documentary” non vi insegnerà tecniche fotografiche o impostazioni della macchina fotografica, quindi non é necessario che veniate con l’attrezzatura per un safari fotografico, portate il cuore, quello sì, vi serve.

La quota volontaria di partecipazione è pari a 100 £ per tutta la durata del workshop.

 

CV Stefano Valerio: Newspaper: Le Soir – Belgio (Marzo – Maggio 2015) Gazet Van Antwerpen – Belgio (Giugno – Agosto 2015) La Gazzetta del Mezzogiorno – Italia (Febbraio 2016) Barisera – Italia (Marzo – Giugno 2016) ONG: The Muslim Hands (UK) – 2014/2016 Hands of Freedom (UK) – 2016 EMF (UK) – 2014 Amnesty International – 2014

 

SCARICA SCHEDA DI PARTECIPAZIONE

Written by Alessia Mocci

 

Info

valeriostefano@me.com

instagram.com/stevegenzo

+447379457006

 

Pubblicato il

VI Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi” – bando di partecipazione

L’Associazione Culturale Euterpe di Jesi, con il Patrocinio della Regione Marche, della Provincia di Ancona e del Comune di Jesi, con la gradita collaborazione della Associazione Culturale Le Ragunanze di Roma, della Associazione Verbumlandi-Art di Galatone (LE) e della Associazione CentroInsieme Onlus di Napoli, bandisce la VI edizione del Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi” regolamentata dal presente bando.

L'arte in versi

Art. 1 – Sezioni

Sez. A – poesia in lingua italiana

Sez. B – poesia in dialetto (accompagnata da traduzione in italiano)

Sez. C – haiku

Sez. D – critica poetica

 

Art. 2 – Esclusività

Le opere presentate a concorso dovranno essere inedite pena l’esclusione.

Per inedito si intende che il testo non è mai apparso in precedenza in un libro stampato in cartaceo o in digitale dotato di codice identificativo ISBN e parimenti in nessuna rivista cartacea o digitale dotata di codice ISSN. Poesie pubblicate ed apparse su siti personali, blog, pagine di Social e Facebook sono da intendersi inedite.

Le opere presentate non dovranno aver ottenuto un 1°, 2° o 3° premio in un precedente concorso, pena l’esclusione.

È fatto divieto ai soci fondatori ed onorari della Associazione Culturale Euterpe di prendere parte al concorso, pena l’esclusione.

 

Art. 3 – Minori

I minorenni possono partecipare al premio ma è necessario che la scheda dati venga firmata in calce da un genitore o da un adulto che ne ha la potestà indicando tra parentesi, in maiuscoletto, il grado di parentela o il legame al minore.

 

Art. 4 – Stranieri

Gli stranieri che vivono all’estero partecipano gratuitamente al premio.

 

Art. 5 – Requisiti

VI L'arte in versi - Concorso di poesia

È possibile partecipare a una o più sezioni.

Alla sezione A si partecipa con un massimo di 3 poesie in lingua italiana a tema libero che non dovranno superare il limite di 30 versi ciascuna (senza conteggiare il titolo, l’eventuale dedica né gli spazi bianchi).

Alla sezione B si partecipa con un massimo di 3 poesie in dialetto a tema libero comprensive di traduzione in italiano che non dovranno superare il limite di 30 versi ciascuna (senza conteggiare il titolo, l’eventuale dedica né gli spazi bianchi).

Alla sezione C si partecipa con un massimo di 3 haiku (5-7-5 sillabe) in lingua italiana.

Alla sezione D si partecipa con un testo critico su un’opera poetica, una silloge, un libro o una poesia singola nella forma di critica letteraria, recensione, analisti testuale o studio di approfondimento. Tale testo non dovrà superare 4 cartelle editoriali pari a 7.200 battute spazi compresi (senza conteggiare il titolo, l’eventuale dedica, né la bibliografia).

 

Art. 6 – Contributo

Per prendere parte al Premio è richiesto il contributo di € 10,00 a sezione a copertura delle spese organizzative. È possibile partecipare a più sezioni corrispondendo il relativo contributo indicato.

Bollettino postale: CC n° 1032645697

Intestato ad Associazione Culturale Euterpe    –    Causale: VI Premio “L’arte in versi”

Bonifico: IBAN:   IT31H0760102600001032645697

Intestato ad Associazione Culturale Euterpe    –    Causale: VI Premio “L’arte in versi”.

Contanti: Nel caso si invii il materiale per posta tradizionale, la quota di partecipazione potrà essere inserita in contanti all’interno del plico di invio.

Gli associati della Associazione Culturale Euterpe regolarmente iscritti all’anno di riferimento (2017) hanno diritto ad uno sconto del contributo pari al 50% per sezione.

Per i partecipanti che vivono all’estero la partecipazione è gratuita.

 

Art. 7 – Scadenza e modalità di invio

Il partecipante deve inviare entro e non oltre il 15 maggio 2017 alla mail arteinversi@gmail.com il seguente materiale:

–                     Le poesie/la critica poetica anonima in formato Word (.doc o .docx), ciascuno su un file distinto

–                     La scheda di partecipazione appositamente compilata in ogni sua parte

–                     La ricevuta del versamento

In alternativa, l’invio di detto materiale potrà essere effettuato in cartaceo (per la scadenza fa fede il timbro postale di invio), e dovrà essere inviato a:

VI Premio Naz.le di Poesia “L’arte in versi”

Associazione Culturale Euterpe

c/o Dott. Lorenzo Spurio

Via Toscana 3

60035 – Jesi (An)

 

La segreteria del Premio notificherà a mezzo mail la ricezione dei materiali e la corretta iscrizione al concorso.

 

Art. 8 – Esclusione

  1. Saranno esclusi dalla Segreteria tutti quei testi che non siano conformi alle indicazioni contenute nel presente bando e in maniera particolare i testi che riportino il nome, il cognome, il soprannome dell’autore o altri segni di riconoscimento e di possibile attribuzione dell’opera.
  2. Saranno esclusi tutti quei testi che non rispettino i limiti di lunghezza indicati.
  3. Non verranno accettate opere che presentino elementi razzisti, xenofobi, denigratori, pornografici, blasfemi, di offesa alla morale e al senso civico, d’incitamento all’odio, alla violenza e alla discriminazione di ciascun tipo o che fungano da proclami partitici e politici.

 

Art. 9 – Commissione di Giuria

La Giuria è composta da varie commissioni designate dal Presidente del Premio a rappresentare le varie sezioni a concorso di cui verrà data conto della composizione in sede di premiazione.

 

Art. 10 – Premi

Verranno premiati i primi tre vincitori per ciascuna sezione. I premi consisteranno in:

Primo premio: targa, diploma con motivazione, tessera socio Ass. Euterpe anno 2018 e 150€

Secondo premio: targa, diploma con motivazione e 100€

Terzo premio: targa  e diploma con motivazione.

La Giuria procederà a individuare per opere particolarmente meritorie non entrate nel podio ulteriori premi che saranno indicati quali “Menzione d’Onore” e “Segnalati dalla Giuria” e attribuirà altresì il Premio Speciale del Presidente di Giuria, il Trofeo “Euterpe”, il Premio alla Carriera Poetica, il Premio alla Memoria e i premi gentilmente offerti da associazioni amiche che appoggiano il Premio: Premio Speciale “Le Ragunanze” offerto dall’Associazione di Promozione Sociale Le Ragunanze di Roma presieduta da Michela Zanarella, il Premio Speciale “Verbumlandi-Art” offerto dalla Associazione Verbumlandi-Art di Galatone (LE) presieduta da Regina Resta e il Premio Speciale “Centro Insieme” offerto dall’Associazione CentroInsieme Onlus di Scampia (NA) presieduta da Vincenzo Monfregola.

Nel caso in cui non sarà pervenuta una quantità di testi congrua o significativa per una sezione o all’interno dello stesso materiale la Giuria non abbia espresso notazioni di merito, l’Associazione Culturale Euterpe si riserva di non attribuire determinati premi.

Tutti i testi risultati vincitori verranno pubblicati nella antologia del Premio.

 

Art. 11  – Premiazione

La cerimonia di premiazione si terrà a Jesi (AN) in un fine settimana di novembre 2017. A tutti i partecipanti verranno fornite con ampio preavviso le indicazioni circa la data e il luogo della premiazione.

I vincitori sono tenuti a presenziare alla cerimonia di premiazione per ritirare il premio o per mezzo di un delegato. In caso di delega questa va annunciata a mezzo mail almeno una settimana prima della cerimonia all’attenzione del Presidente del Premio.

Il delegato avrà diritto a ricevere il premio, ma non il premio in denaro che verrà consegnato solamente al legittimo vincitore.

I premi non ritirati non verranno spediti a domicilio e rimarranno all’Associazione che li impiegherà in successive edizioni.

Si ribadisce che nessun premio in denaro verrà consegnato a persone diverse dal legittimo vincitore.

 

Art. 12 – Privacy e ultime

Ai sensi del DLGS 196/2003 e della precedente Legge 675/1996 i partecipanti acconsentono al trattamento, diffusione ed utilizzazione dei dati personali da parte dell’Associazione Culturale Euterpe di Jesi.

Il presente bando di partecipazione consta di dodici articoli, compreso il presente. La partecipazione al concorso implica l’accettazione di tutti gli articoli che compongono il bando.

 

Lorenzo Spurio – Presidente del Premio / Presidente Ass. Euterpe

Susanna Polimanti – Presidente di Giuria

Elvio Angeletti – Segretario

 

Info:

Sito Associazione Culturale Euterpe

Sito Segreteria Premio “L’arte in versi”

 

Pubblicato il

“Alchemist Collection”: il nuovo progetto editoriale di Bastogi Libri – bando di partecipazione

Rinunciate ai vostri piaceri, ai vostri dolori, agli amici, agli amanti. Rinunciate alla famiglia, al passato. Abbandonate ciò che odiate, ciò che desiderate. Voi conoscerete il nulla: è l’unica realtà!” Alejandro Jodorowsky – “L’alchimista”

 

Alchemist Collection

La casa editrice Bastogi Libri presenta, in collaborazione con Oubliette Magazine, un nuovo progetto editoriale che vuole esplorare il mistero dell’alchimia e dell’occultismo nella letteratura e che si concretizzerà con la pubblicazione di una o più antologie letterarie come risultato di questa indagine artistica.

Il progetto “Alchemist Collection” prevede la pubblicazione di una serie di raccolte, siano esse inviate sotto forma di poesia o di racconti brevi. Le antologie saranno pubblicate nel mese di maggio 2017 e successivamente presentate a giugno 2017 nella prestigiosa sede dell’Accademia d’arte e cultura Giuseppe Gioachino Belli a Roma, dal Prof. Carlo Volponi, vice Presidente dell’Accademia.

Le antologie di poesia e racconto tratteranno la tematica dell’alchimia e dell’occultismo. L’idea nasce dalla volontà di dar voce agli animi alchemici presenti nel nostro tempo, con il proposito di capire l’evoluzione di questo grande mistero che ha da sempre impiegato le menti più illustri, sia artistiche che scientifiche.

La citazione iniziale del bando di partecipazione è esemplare e riporta non a caso il grande Alejandro Jodorowsky ed il suo consiglio della conoscenza del nulla e cioè della vera realtà.

Questo bando di selezione canalizza i poeti e gli scrittori a sviscerare la loro ricerca della pietra filosofale, della luce che si mostra con la trasformazione.

Per partecipare alla sezione Poesie, ogni autore dovrà inviare dieci liriche sulla tematica indicata, con il limite di circa quaranta versi ciascuna, ed una breve biografia correlata da foto.

Per partecipare alla sezione Racconti, ogni autore dovrà inviare da uno ad un massimo di cinque racconti sulla tematica indicata, con il limite di 28.000 battute complessive, ed una breve biografia correlata da foto.

Bastogi Libri

Ogni autore potrà partecipare ad entrambe le sezioni poesie e racconti brevi.

Ogni autore selezionato vedrà la pubblicazione delle opere inviate, della biografia e della fotografia, e riceverà in omaggio 10 copie dell’antologia.

La scadenza per l’invio del materiale per la partecipazione al bando di selezione delle nuove antologie di Bastogi Libri in collaborazione con Oubliette Magazine è fissata per il 31 luglio 2017 (modificato in data 30 marzo, precedente scadenza 31 marzo).

Si partecipa esclusivamente via e-mail inviando il materiale, correlato di scheda di partecipazione scaricabile sotto questo stesso bando, ad: oubliettemagazine@hotmail.it, inserendo come oggetto dell’email la dicitura: Partecipazione Alchemist Collection Poesia/Racconto, a seconda della sezione a cui si partecipa.

Si consiglia un invio celere in quanto le antologie hanno un numero limitato di autori selezionati.

Tutti i partecipanti riceveranno risposta affermativa o negativa dalla curatrice della raccolta, la Dott.ssa Alessia Mocci.

 

SCARICA LA SCHEDA DI PARTECIPAZIONE – ALCHEMIST COLLECTION

 

Info

Sito Bastogi Libri

In foto “Il laboratorio dell’alchimista” di Hans Vredeman de Vries

 

Pubblicato il

Vincitori e Finalisti del Contest di Poesia “I canti”

Si è conclusa il 24 ottobre 2016 a mezzanotte la possibilità di partecipare al Contest Letterario di poesia “I Canti promosso da noi di Oubliette Magazine e dall’autore Paolo Maria Rocco.

 

Contest I Canti

Una competizione a suon di parole e versi che ha visto più di 90 partecipanti nella sezione A (poesia). La giuria del contest (Alessia Mocci, Paolo Maria Rocco, Cristina Biolcati, Emma Fenu, Elisa Longo, Katia Debora Melis, Rebecca Mais) ha decretato i 14 finalisti.

Oggi, vi presentiamo i tre vincitori del contest che riceveranno a casa una copia la raccolta poetica di Paolo Maria Rocco: “I Canti”.

Tutte le opere partecipanti possono essere lette cliccando QUI.

 

FINALISTI

Scacciapensieri” di Giuseppina Carta

Bouquinistes” di Gianfranco Isetta

Il pane e le viole” di Emilio Mercantili

Destino” di Fabio D’Alessio

In perenne equilibrio” di Daniela Schirru

Tea” di Ilaria Biondi

Fra noi e il mare” di Maria Allo

Il passeggino” di Ines Zanotto

Anima emigrante” di Bruno Sportelli

La sera” di Fabrizio Bregoli

Tracce” di Marilena Viola

La pelle non dimentica” di Laura Vargiu

Vita” di Marisa Cossu

Dolce sera” di Andrea Lo Iacono

 

VINCITORI

“Vita”di Marisa Cossu

Per questo mare mosso da tempesta

passa la nave mia sfidando i venti

tra i flutti del viaggio che s’appresta.

Lungo la strada degli incantamenti

alla deriva vado come legno

abbandonato in facili illusioni

ché della meta più non trova segno,

ma cicatrici e rughe di passioni.

Come fuscello mi sommerge l’onda,

ma più bruciante è il sale dei miei occhi

quando perduta credo l’altra sponda

e da lontano sento già i rintocchi

di una campana dalla voce tonda

che mi consoli e come manna fiocchi.

“Fra noi e il mare” di Maria Allo

È quando l’attesa si fa lunga

Che mi connetto al silenzio

Come rimboccarsi negli occhi la luna

In verità ingoio di tutti gli orizzonti

Il fragore del mare

E della vita solo la sua luce

Nella trasfigurazione le parole

Abitano il mondo

In una lingua che il mondo non conosce

Eppure è la voce stessa la risposta

Attraversata dalla follia lungo il cammino

Pietrificarsi è l’ultima barriera

Fra noi e il mare

A dieci passi di distanza quando avanza

Un cerchio che non conosce aurora

Ognuno scopre le forme del vuoto

Mentre l’oggi si sfalda tra le vene

In cerca dell’alba

per coprire la sua carne nuda

In balìa dei venti

Ma forse è il tempo che separa

A confonderci tutti

In cui ogni cosa a partire della notte

Si ostina a ritornare luce.

“La sera” di Fabrizio Bregoli

La sera quando torni a casa

e un’imprigionata cappa di silenzio

un accumulo d’assenze t’investe

e ricordi di non essere un eroe

accendi la televisione, la lasci

– purché parli – parlare, ravvivi

le pareti con la consueta lampada

ti siedi sul divano, riconosci le foto

i quadri, le piante, gli Swarovski

un poco più impolverati, lo sguardo

miseramente ieratico dei peluche

e l’ordine pazientemente custodito,

ti chiedi se sia consuetudine

questa estraneità a sé stessi

il sentirsi altri da sé e il non poterlo

il non volerlo essere

perché è questo vuoto

più cercato che fuggito

a renderti chi sei.

I vincitori saranno contattati via email per l’invio del premio.

Complimenti ai vincitori, finalisti e partecipanti!

I nuovi Contest sono online nella Categoria Concorsi del Magazine.

Per gli autori, esordienti e non, se si è interessati a conoscere le modalità per accedere alla creazione di un contest su Oubliette Magazine contattateci su email: oubliettemagazine@hotmail.it scrivendo sull’oggetto: Info Contest Letterario.

Pubblicato il

“Rock Contest 2016” per giovani artisti e gruppi musicali – bando di partecipazione completo

Ottime notizie carissimi musicisti!

Oubliette Magazine diventa Media Partner della 28a edizione del Concorso Rock Contest 2016 che si propone di fornire a giovani artisti e gruppi musicali le migliori condizioni di visibilità e di relazione con la stampa specializzata e le realtà discografiche italiane, al fine di facilitare lo sviluppo di un percorso artistico e professionale. Dunque che aspettate a leggere il bando di regolamento sottostante ed a partecipare? Scade il 14 ottobre 2016! [PROROGA 21 OTTOBRE 2016]

Controradio

1. Controradio ed il Comune di Firenze indicono un concorso per artisti e band musicali emergenti denominato Rock Contest. Il Concorso è aperto ad artisti e gruppi provenienti dalla Toscana e dal resto d’Italia che siano liberi da contratto discografico o editoriale in corso o comunque non vincolati per le successive pubblicazioni discografiche. La manifestazione è aperta ad ogni genere musicale (rock, indie, elettronica, folk, dream pop, psichedelia, reggae, funk, dub, blues, hard rock, nuovo cantautorato, etc) e non sono previste limitazioni per quanto riguarda la lingua usata nel testo. Il concorso si rivolge ad artisti che non abbiano superato il 35° anno di età (nel caso delle band la cifra di 35 è da intendersi come l’età media massima) e si svolge a Firenze tra ottobre e dicembre 2016. Gli artisti o le formazioni che abbiano già fatto parte dei selezionati nelle precedenti edizioni possono iscriversi solo se non giunti alla serata finale.

 

2. Per partecipare alla selezione occorre compilare in ogni sua parte il Modulo di Preselezione, caricando tre brani originali (sono escluse le cover version), una scheda biografica, uno stage plan (scheda tecnica), una o più foto di buona qualità entro e non oltre il 14 Ottobre 2016. È previsto un versamento di 20€ a copertura delle spese di segreteria. I gruppi e artisti provenienti da fuori Toscana avranno diritto ad un rimborso delle spese di trasferta relative alla esibizione della fase eliminatoria (sono previste agevolazioni per gli eventuali pernottamenti). I rimborsi verranno calcolati secondo la tabella visionabile nelle info.

 

Rock Contest 2016

3. Una giuria di preselezione nominata da Controradio sceglierà insindacabilmente i concorrenti che si esibiranno dal vivo nelle serate di selezione e di semifinale previste  Una giuria di addetti ai lavori provenienti da tutta Italia valuterà invece le esibizioni della serata finale (nelle ultime edizioni in giuria erano presenti tra gli altri Rachele Bastreghi/Baustelle, Appino/Zen Circus, Dente, Manuel Agnelli, Max Collini/Offlaga Disco Pax). La votazione della giuria presente alle serate sarà opportunamente mediata con la votazione da parte degli spettatori, in maniera tale da non penalizzare per i concorrenti provenienti da fuori regione. La giuria della finale sarà presieduta da Alberto Ferrari (Verdena), affiancato da Iosonouncane, Giulio ‘Ragno’ Favero (Il Teatro degli Orrori), Colapesce e molti altri. L’ospite live della finale sarà Motta.

 

4. Al gruppo classificato come primo verrà finanziato un progetto artistico relativo alla propria attività musicale per un ammontare di Euro 3.000, oltre alla possibilità di esibirsi in prestigiose manifestazioni musicali. Il secondo classificato avrà a disposizione uno studio di registrazione qualificato, mentre il terzo classificato otterrà un buono de Euro 1.000 da spendere presso un rivenditore di strumenti musicali. Tutti i 6 gruppi selezionati per la finale parteciperanno con due brani musicali alla compilation sul Cd “Rock Contest 2016”. I restanti 6 gruppi selezionati per le semifinali parteciperanno con un brano al suddetto cd. Ogni gruppo finalista e semifinalista avrà diritto a n° 10 copie gratuite del cd. Tutti i gruppi partecipanti avranno diritto ad un set di foto professionali ed all’accesso alla importante rassegna stampa. Eventuali altri premi forniti da sponsor verranno comunicati successivamente.

 

5. Con la sottoscrizione del modulo di partecipazione Rock Contest 2016 da parte di ogni componente del gruppo musicale o dell’artista singolo, si dichiara di poter liberamente disporre dei diritti di utilizzazione dei brani musicali inviati per l’iscrizione (i quali saranno utilizzati per l’eventuale inclusione del cd “Rock Contest 2016”) e di quelli rappresentati dal vivo, e di concedere a Controradio s.r.l. il diritto di utilizzazione dei suddetti brani, della registrazione dal vivo e della ripresa video della loro esibizione durante tutta la manifestazione del Contest, senza alcun obbligo da parte di Controradio di effettuare tali registrazioni e/o riprese e distribuirle in commercio. Con la sottoscrizione suddetta i concorrenti concedono, senza limiti temporali e per tutto il mondo, il diritto di elaborare in studio le eventuali registrazioni dal vivo e le riprese, pubblicarle, distribuirle con ogni mezzo a disposizione, internet compreso, e, a tal fine il diritto di utilizzare il nome, il ritratto fotografico, l’immagine e il logo identificativo dei singoli artisti e dei gruppi musicali e dei loro componenti. Per la cessione di tali diritti di utilizzazione nulla sarà dovuto da Controradio ai concorrenti, dichiarando altresì questi ultimi che saranno eseguiti brani originali e obbligandosi a rilevare indenne Controradio da pretese di terzi al riguardo.

 

Rock Contest 2016

6. Tutti i concorrenti finalisti del Rock Contest si impegnano a pubblicare come credits, sui prodotti discografici immediatamente successivi al concorso, i loghi della manifestazione Rock Contest. Nel contempo Controradio si impegna a promuovere i brani dei concorrenti tramite il web, tramite passaggi radio dei brani, interviste, recensioni sulla propria emittente e su altre ad essa collegate. Ai singoli musicisti che giungeranno alla finale del concorso potrà essere richiesto di fare parte della giuria dell’edizione successiva.

 

7. Gli artisti selezionati, con la partecipazione al concorso, avranno una forte esposizione mediatica tramite passaggi radiofonici dei brani musicali, streaming audio sui siti web, condivisioni sui social network ed esibizioni live. Rock Contest, al fine di tutelare i brani musicali (proprietà artistica) dei partecipanti al concorso da eventuali plagi o appropriazioni indebite, ha stretto un accordo per l’iscrizione degli artisti a S.I.A.E. la società che tutela in Italia il diritto d’autore: per tutti coloro che non hanno compiuto 31 anni l’iscrizione S.I.A.E. è gratuita e Rock Contest garantirà tutta l’assistenza necessaria per le pratiche. L’iscrizione S.I.A.E. e il deposito (gratuito) dei brani musicali, garantisce il diritto d’autore e la possibilità di sfruttamento commerciale dell’opera da parte dell’autore. L’iscrizione S.I.A.E. e il deposito (gratuito) dei brani musicali, garantisce il diritto d’autore e la possibilità di sfruttamento commerciale dell’opera da parte dell’autore. Lo staff del Rock Contest è a vostra disposizione per tutte le informazioni in merito.

 

8. Grazie al contributo di Audioglobe, una delle distribuzioni leader del settore indipendente italiano con oltre 200 etichette distribuite, storico partner del Rock Contest, sarà effettuata la distribuzione digitale dei brani scelti per la compilation (e/o di altri prodotti in accordo con gli autori). Con la presentazione del modulo di partecipazione viene inoltre conferita a Controradio da parte di tutti i concorrenti ammessi alle semifinali, l’opzione per la cessione in esclusiva dei diritti di riproduzione dei brani presentati durante il Rock Contest per la pubblicazione di un cd e la cessione dei relativi diritti editoriali. Grazie alla collaborazione con Audioglobe che con la sua struttura gestirà il rapporto con gli Artisti, Controradio eserciterà tale opzione nel termine di tre mesi dalla conclusione del Rock Contest, obbligandosi con Audioglobe in caso di esercizio dell’opzione a fabbricare a sue spese i CD, a sostenere le spese per la loro messa in commercio, a darne in omaggio agli artisti 30 (trenta) copie, a corrispondere loro la percentuale del 12 % (dodici per cento) del ricavato netto di ogni utilizzazione commerciale (ad esempio, vendita, noleggio, internet, pubblicità, colonne sonore) sulla base di rendicontazione semestrale. Quanto ai diritti editoriali, che, del pari, verranno gestiti dalla struttura editoriale di Audioglobe, agli autori selezionati per la manifestazione sarà riservata la percentuale di 12/24 per il diritto di pubblica esecuzione ivi incluse (a titolo esemplificativo e non tassativo) le trasmissioni via televisione, radio, telefonia, internet.

 

Rock Contest 2016

9. In collaborazione con l’associazione Il Popolo Del Blues verrà assegnato il Premio Ernesto De Pascale per la miglior canzone con testo in italiano fra le 36 band selezionate per il Rock Contest 2016. Il concorso (nell’ultima edizione patrocinato da Luciano Ligabue) è dedicato alla memoria di Ernesto De Pascale, figura di spicco del giornalismo musicale e storico Presidente di Giuria del Rock Contest, prematuramente scomparso. Il ruolo di Presidente di Giuria di questa sezione è stato ricoperto nelle scorse edizioni da Cristina Donà, Dario Brunori, Giuseppe Peveri (in arte Dente) e da Mauro Ermanno Giovanardi. La giuria di questa edizione sarà annunciata nel corso della stessa.

 

10. Informazioni e chiarimenti: 055­73.999.46 (dal lun. al ven. 11.00-13.00 e 14.00-­16.00)

 

Info

Modulo di Preselezione

Tabella Rimborsi

Sito Rock Contest 2016

Facebook Rock Contest

E­mail contest@controradio.it

 

Pubblicato il

Contest Letterario di Poesia “I Canti” – partecipazione gratuita

“La sera sul sagrato con le ombre/ portò i fiori, la cifra/ disselciata dell’enigma. Interrogata/ soffia sul mondo il refolo del vento. Si accomiata/ l’atleta dalla pista, ora corre nel cielo/ da agonista in un plumbeo sentiero/ un sole verticale. D’incanto la natura/ è uno strumento del pensiero, tormento/ nei gemiti legnosi della pianta, canta” – “I Canti

Contest I Canti

Regolamento:
1. Il Contest letterario gratuito di poesiaI Canti è promosso dalla web-magazine Oubliette Magazine e dall’autore Paolo Maria Rocco. Il Contest letterario è riservata ai maggiori di 16 anni.

Il Contest è gratuito. Il tema è libero.

 

2. Articolato in 1 sezione:
A. Poesia (limite 60 versi)

 

3. Per la sezione A si partecipa inserendo la propria poesia sotto forma di commento sotto questo stesso bando indicando nome, cognome, dichiarazione di accettazione del regolamento. Si può partecipare con poesie edite ed inedite.
Le opere senza nome, cognome, e dichiarazione di accettazione del regolamento NON saranno pubblicate perché squalificate. Inoltre NON si partecipa via email ma nel modo sopra indicato.
Ogni concorrente può partecipare con una sola opera per sezione.

 

4. Premio:
N° 1 copia della silloge “I Canti”, di Paolo Maria Rocco, edito dalla casa editrice Bastogi Libri nel 2015.
Saranno premiati i primi tre classificati della sezione A.

 

5. La scadenza per l’invio delle opere, come commento sotto questo stesso bando, è fissata per il 24 ottobre 2016 a mezzanotte.

 

I Canti

6. Il giudizio della giuria è insindacabile ed inappellabile. La giuria è composta da:
Alessia Mocci (Editor in Chief)

Paolo Maria Rocco (Poeta)

Cristina Biolcati (Scrittrice e Collaboratrice Oubliette)

Rebecca Mais (Collaboratrice Oubliette)

Elisa Longo (Collaboratrice Oubliette)

Katia Debora Melis (Scrittrice e Collaboratrice Oubliette)

Emma Fenu (Scrittrice e Collaboratrice Oubliette)

 

7. Il contest non si assume alcuna responsabilità su eventuali plagi, dati non veritieri, violazione della privacy.

 

8. Si esortano i concorrenti per un invio sollecito senza attendere gli ultimi giorni utili, onde facilitare le operazioni di coordinamento. La collaborazione in tal senso sarà sentitamente apprezzata.

 

9. La segreteria è a disposizione per ogni informazione e delucidazione per email: oubliettemagazine@hotmail.it indicando nell’oggetto “Info Contest” (NON si partecipa via email ma direttamente sotto il bando), in alternativa all’email si può comunicare attraverso la pagina fan di Facebook: https://www.facebook.com/OublietteMagazin

 

10. È possibile seguire l’andamento del Contest ricevendo via email tutte le notifiche con le nuove poesie e racconti brevi partecipanti al Contest Letterario; troverete nella sezione dei commenti la possibilità di farlo facilmente mettendo la spunta in “Avvisami via e-mail”.

 

11. La partecipazione al Contest implica l’accettazione incondizionata del presente regolamento e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai soli fini istituzionali (legge 675/1996 e D.L. 196/2003). Il mancato rispetto delle norme sopra descritte comporta l’esclusione dal concorso.

 

Buona partecipazione ed “in bocca alla giuria… sperando che non morda!”

 

Pubblicato il

Vincitori e Finalisti del Contest di poesia “In esilio da me”

Si è conclusa il 20 giugno 2016 a mezzanotte la possibilità di partecipare al Contest Letterario di poesia “In esilio da me” promosso da noi di Oubliette Magazine e dall’autrice Giovanna Fracassi.

Contest In esilio da me

Una competizione a suon di parole e versi che ha visto più di 110 partecipanti nella sezione A (poesia). La giuria del contest (Alessia Mocci, Giovanna Fracassi, Cristina Biolcati, Alessandra Dalla Gassa, Elisa Longo, Katia Debora Melis, Rebecca Mais) ha decretato i 14 finalisti, resi noti qualche giorno fa sulla Pagina Fan di Facebook di Oubliette Magazine.

Oggi, vi presentiamo i tre vincitori del contest che riceveranno a casa una copia della nuova silloge di Giovanna Fracassi: “In esilio da me”.

Tutte le opere partecipanti possono essere lette cliccando QUI.

FINALISTI
SEZIONE A

“Mai” di Mauro Incanti

“Molecole” di Alberto di Michele

“Canto del passeggero” (Sogno di un Tértankär) di Giulia La Face

“Non ci siamo persi” di i.sola

“Mille volte” di Francesca Gnemmi

“Il mimo di Crikvenica” di Fabrizio Bregoli

“Il volo degli aironi” di Luca Dediti

“Fumo” di Claudia Marra

“Rosso di sangue. Femminicidio di Cappuccetto.” di Emma Fenu

“L’eterno incatenato” di Andrea Cipriano

“Alla fine” di Sandra Ludovici

“I suoni delle mie stagioni” di Giuseppe Mandia

“Col filo d’oro” di Tania Scavolini

“L’eclissi” di Izabella Teresa Kostka

 

VINCITORI

“Mille volte” di Francesca Gnemmi

Silenzio. Nessun pianto, nessun vagito.
Una mano svuotava il mio ventre, arido, da quella gioia immaginata e sperata.
Nessuna emozione, forse sollievo.
Mi domandavo chi fossi, cosa stessi diventando.
Un attimo, un giorno, una vita.
Sarei stata più io?
Labbra che mi sfioravano le guance, braccia che mi stringevano, fiori.
Sei contenta? – Non lo so.
Un velo sugli occhi, parole da lontano.
Li ho visti, li hanno lavati e vestiti.
Domani ti accompagnerò da loro.
Non ti spaventare, sono piccoli.
Ho scattato delle foto, vuoi vederle? – Non lo so.
Dietro un vetro, sotto una maschera, due cuoricini battevano, dimenandosi in piccoli petti ossuti.
Attendo.
Dovrebbe arrivare,
sgorgare come un fiume in piena e travolgermi.
Immobile al ciglio di una strada deserta,
non un alito di vento.
Il nulla. Non provo nulla.
Cosa ne sarà di me? Cosa ne sarà di voi?
Mi nascondo nell’unica coperta che merito,
avvolgendomi nella vergogna.
Settimane, mesi, anni.
Le catene di quell’arida prigione poco alla volta si sono sciolte,
come lame di ghiaccio al sole.
In quelle pozze vedo riflesso il mio sorriso.
Una luce calda e rassicurante abita in me.
La chiamo gioia.
Mille e mille volte mi innamoro, ogni mattina.
Mille e mille volte vi vorrei, ancora.

“Fumo” di Claudia Marra

Soli e nei giorni bui
Perdiamo pezzi
Di noi
Piccole parti del nostro corpo
Che scorrono lontano
Quando ogni cosa è persa
E neppure il più piccolo
Momento
Ti riporta al tuo giorno nel sonno
Lascia che quelle lunghe
e gelide acque trascinino
I tuoi segreti più grandi
Tra i vapori dei freddi sospiri
Aspettiamo il momento perfetto
Nei tuoi sorrisi si perse…
Quel momento di quiete.

“L’eterno incatenato” di Andrea Cipriano

Delizia l’udito
Parola
Spargi il tuo sangue
Sui muti destrieri
Di chiostro pesante
Solo un suono
Imprigiona l’eterno

I vincitori saranno contattati via email per l’invio del premio.
Complimenti ai vincitori, finalisti e partecipanti!
I nuovi Contest sono online nella Categoria Concorsi del Magazine.

Per gli autori, esordienti e non, se si è interessati a conoscere le modalità per accedere alla creazione di un contest su Oubliette Magazine contattateci su email: oubliettemagazine@hotmail.it scrivendo sull’oggetto: Info Contest Letterario.

 

Pubblicato il

Contest di poesia “In esilio da me” – partecipazione gratuita

“È stanca questa penna/ di vergare brandelli di pensieri/ di disegnare sprazzi di emozioni/ aquiloni di desideri.// È stanca questa mano/ di mostrare il palmo indifeso/ di protendere le dita/ in un’offerta rifiutata. […]” – “Penna

 

Contest In esilio da me

Regolamento:

1. Il Contest letterario gratuita di poesia “In esilio da me” è promosso dalla web-magazine Oubliette Magazine e dall’autrice Giovanna Fracassi. Il  Contest letterario è riservata ai maggiori di 16 anni.
Il Contest è gratuito. Il tema è libero.

 

2. Articolato in una sezione
A. Poesia (limite 100 versi)

 

3. Per la sezione A si partecipa inserendo la propria opera sotto forma di commento sotto questo stesso bando indicando nome, cognome, dichiarazione di accettazione del regolamento. Si può partecipare con opere edite ed inedite.

Le opere senza nome, cognome, e dichiarazione di  accettazione del regolamento NON saranno pubblicate perché squalificate. Inoltre NON si partecipa via email ma nel modo sopra indicato.

Ogni concorrente può partecipare con una sola opera.

 

4. Premio:
N° 1 copia della silloge poetica “In esilio da me”, di Giovanna Fracassi, edito dalla casa editrice Kimerik nel maggio 2016.
Saranno premiati i primi tre classificati della sezione A.

 

5. La scadenza per l’invio delle opere, come commento sotto questo stesso bando, è fissata per il 20 giugno 2016 a mezzanotte.

 

In esilio da me

6.  Il giudizio della giuria è insindacabile ed inappellabile. La giuria è composta da:
Alessia Mocci (Editor in Chief)
Giovanna Fracassi (Poetessa)
Cristina Biolcati (Scrittrice e Collaboratrice Oubliette)
Alessandra Dalla Gassa (Blogger Libera il Libro)
Elisa Longo (Collaboratrice Oubliette)
Katia Debora Melis (Scrittrice e Collaboratrice Oubliette)
Rebecca Mais (Collaboratrice Oubliette)

 

7. Il contest non si assume alcuna responsabilità su eventuali plagi, dati non veritieri, violazione della privacy.

 

8. Si esortano i concorrenti per un invio sollecito senza attendere gli ultimi giorni utili, onde facilitare le operazioni di coordinamento. La collaborazione in tal senso sarà sentitamente apprezzata.

 

9. La segreteria è a disposizione per ogni informazione e delucidazione per email: oubliettemagazine@hotmail.it  indicando nell’oggetto “Info Contest” (NON si partecipa via email ma direttamente sotto questo stesso bando), in alternativa all’email si può comunicare attraverso la pagina fan di Facebook (si consiglia di mettere il Mi Piace alla Pagina Facebook per essere sempre informati sulle nostre iniziative artistiche):
https://www.facebook.com/OublietteMagazin

 

10. È possibile seguire l’andamento del contest ricevendo via email tutte le notifiche con le nuove poesie partecipanti al Contest Letterario; troverete nella sezione dei commenti la possibilità di farlo facilmente mettendo la spunta in “Avvisami via e-mail”.

 

11. La partecipazione al Contest implica l’accettazione incondizionata del presente regolamento e l’autorizzazione al trattamento dei dati personali ai soli fini istituzionali (legge 675/1996 e D.L. 196/2003). Il mancato rispetto delle norme sopra descritte comporta l’esclusione dal concorso.

 

Buona partecipazione ed “in bocca alla giuria… sperando che non morda!”