Leonardo Horse Project: il video sulla storia del Cavallo di Leonardo da Vinci

Quando camminerete sulla terra dopo aver volato, guarderete il cielo perché là siete stati e là vorrete tornare.” – Leonardo Da Vinci

Nina Akamu
Nina Akamu

L’Ippodromo Snai San Siro di Milano, luogo d’arte, d’intrattenimento, di storia e di cultura, polmone verde nel cuore della città di Milano, ha fatto da cornice in questi mesi al Leonardo Horse Project: lanciato lo scorso aprile, il progetto ideato da Snaitech per celebrare il genio dell’inventore, artista e scienziato italiano Leonardo da Vinci in occasione del Cinquecentenario della sua morte, ha riscosso un enorme successo.

Leonardo, infatti, nato il 15 aprile del 1452 a Vinci (FI) è morto a 67 anni, il 2 maggio del 1519, presso il maniero di Clos-Lucé ad Amboise, un comune francese della Loira. Pochi giorni prima, il 23 aprile 1519, aveva redatto il testamento chiedendo di esser sepolto nella chiesa di San Fiorentino con cerimonia funebre da capellani e frati minori nonché sessanta poveri che dovevano ciascuno reggere una torcia.

Ed è proprio in occasione di questo Cinquecentenario che all’ingresso dell’Ippodromo si può ammirare infatti una delle statue equestri più grandi al mondo – il Cavallo di Leonardo – realizzata dalla scultrice giapponese-statunitense Nina Akamu (Midwest City, 1955) che si è ispirata ai disegni originali di Leonardo. La ricerca dell’artista andò sino alle fonti ed agli insegnanti che avevano influenzato Leonardo e su alcune razze di cavalli iberici presenti alla fine del XV secolo nelle scuderie Sforza.

Dietro la scultura equestre progettata dal genio toscano nel 1482 si celano aneddoti e curiosità, raccontati per la prima volta in un video illustrato che ripercorre l’incredibile storia che ha portato il Cavallo di Leonardo da Vinci dal Rinascimento fino ai giorni nostri quando 13 riproduzioni, realizzate da altrettanti designer di fama nazionale e internazionale, hanno invaso pacificamente Milano, Roma, Porto Cervo per ritornare adesso lì dove sono stati svelati per la prima volta durante la Design Week 2019: l’Ippodromo Snai San Siro.

Leonardo Horse Project
Leonardo Horse Project

La meccanica è il paradiso della matematica perché qui se ne possono cogliere i frutti. Non c’è certezza nella scienza se la matematica non può esservi applicata, o se non vi è comunque in relazione.” – Leonardo Da Vinci

La storia di questa grande opera può essere ulteriormente approfondita grazie a un’App di realtà aumentata che offre un’esperienza totalmente immersiva nel progetto. L’App è disponibile su AppStore e GooglePlay.

Il Cavallo di Leonardo, le riproduzioni in scala di design vi aspettano in mostra all’Ippodromo Snai San Siro, visitabili tutti i giorni dalle 10 alle 19 (Piazzale dello Sport, 6 – Milano).

Gli uomini di genio a volte realizzano di più quando lavorano di meno, perché stanno pensando invenzioni e formando nelle loro menti l’idea perfetta che successivamente esprimono con le loro mani.Leonardo Da Vinci 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: