Intervista di Emma Fenu alle autrici di “Racconti di stelle al bar Zodiak”

Intervista di Emma Fenu alle autrici di “Racconti di stelle al bar Zodiak”

Mar 13, 2019

“E ovunque andrò, là troverò sempre il Sole, la Luna e Stelle; troverò sogni, e presagi, e converserò con gli dei!” Epitteto

 

Racconti di stelle al bar Zodiak

La raccolta Racconti di stelle al bar Zodiak, scritto da Loriana Lucciarini e da Maria Sabina Coluccia, illustrato da Serena Mandrici e pubblicato nel 2019 da Mezzelane Edizioni, è composta da dodici storie.

Ciascuna di esse, dedicata ad un segno zodiacale, si propone di raccontare l’astrologia attraverso la narrativa, il mito, la riflessione e la conoscenza di sé e dell’altro, in uno scambio fra aria e terra, fra acqua e fuoco.

Una lettura che vi condurrà in bilico fra mondi, come noi tutti siamo, figli di passato, presente e futuro, generatori di progetti e sogni sulla scia delle stelle.

 

E.F.: Qual è il vostro segno zodiacale?

Loriana Lucciarini: Sono Bilancia ascendente Scorpione, tendo all’equilibrio e cerco la luce ma spesso mi nascondo nel buio delle acque limacciose di palude. Una fatica vivere così, in questi infiniti mutamenti esistenziali, eppure mi completo…

Maria Sabina Coluccia: Il mio segno zodiacale è Pesci (colorati, a strisce, d’acqua tropicale).

Serena Mandrici: Sono Toro.

 

E.F.: Che cosa è per voi il Destino?

Loriana Lucciarini: Il destino è nelle nostre mani. Siamo noi con le nostre scelte che ci disponiamo ad accogliere quello che la vita ha in serbo per noi. Potremmo non intraprendere mai quel cammino che porterà a quei doni o potremmo arrivarci dopo strade tortuose. Ciò che è scritto arriverà, dopo un’evoluzione personale che tutti siamo tenuti a compiere. Ma il fato lo pieghiamo con la forza dei nostri desideri, con l’impegno e il lavoro concreto, forgiamo sogni di fuoco per lanciare archi verso le stelle.

Maria Sabina Coluccia: Per me il Destino è un forziere adagiato sul fondo marino, guardato a vista da un paio di Sirene che suonano e cantano. Dentro ci sono gioielli e monete d’oro scintillanti. Apro il forziere e il mio destino mi appare, nella sua meraviglia. Per me è il destino è così. Una fiaba che diventa realtà, grazie alle scelte e alle azioni che decidiamo di fare. Niente è scritto nella pietra. Attingiamo dal forziere delle meraviglie, ossia il nostro potenziale interiore, i mattoncini per costruire la nostra vita. Il Destino ci pone di fronte a e situazioni, incontri, difficoltà, gioie. È come affrontiamo tutto ciò che fa la differenza.

Serena Mandrici: Il destino è: coraggio di essere noi stessi: un po’ di libero arbitrio, un po’ un mix delle tre parche e un po’ la conoscenza di sé.

 

E.F.: Come è nato il vostro progetto?

Loriana Lucciarini: È nato più di vent’anni fa da una mia idea. Volevo rappresentare ogni segno zodiacale in un racconto. Solo dopo tanti anni, e con l’incontro con Maria Sabina Coluccia, è nato il connubio che ha dato spinta creativa al progetto per trasformarlo in realtà. In corso d’opera, abbiamo contattato Serena per realizzare le illustrazioni degli Zodiakki, inserite, in bianco e nero, anche nel volume.

 

E.F.: Qual è il vostro lettore ideale?

Loriana Lucciarini – Maria Sabina Coluccia – Serena Mandrici

Loriana Lucciarini: Chi ama interrogarsi. Chi vuole capire e scendere in profondità. Chi cerca nelle parole proprio quella giusta per sé. Sono scrittrice poliedrica e sfaccettata, il lettore ideale è colui che mi segue nelle mie avventure letterarie, nei miei mondi fatti di carta e inchiostro, senza preclusioni e solo con la voglia di scoprirmi, divertirsi ed emozionarsi.

Maria Sabina Coluccia: Il lettore ideale è chiunque abbia voglia di mettersi in discussione.

Serena Mandrici: Chi sa leggere nei colori e nelle forme dei miei disegni!

 

E.F.: Terminate, ognuna a proprio modo, la celebre frase di Shakespeare: “siamo fatti della stessa materia di cui sono fatti…”

Loriana Lucciarini: Siamo della stessa materia della luce; a volte più chiara altre meno forte, eppure sempre pronti a brillare come le stelle.

Maria Sabina Coluccia: Siamo fatti della stessa materia delle stelle.

Serena Mandrici: Siamo della stessa materia di cui sono fatti gli arcobaleni.

 

Written by Emma Fenu

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: