Intervista di Rebecca Mais ad Alessia Gilardo e al suo pratico manuale “Keep calm and fai la mamma”

“Siamo una nuova generazione di mamme: meno apprensive, di mentalità più aperta, ma soprattutto… viaggiatrici. […] Ora che siamo mamme non vogliamo smettere di viaggiare. Vogliamo rivedere i luoghi dove siamo già state con gli occhi e le emozioni dei nostri figli. Vogliamo scoprire il resto del mondo che non abbiamo ancora visto insieme a loro. Vogliamo trasmettere loro l’entusiasmo della scoperta, la curiosità del viaggiare, la gioia del conoscere tutto ciò che è diverso dalla nostra cultura. Vogliamo che siano viaggiatori come noi, più di noi, e riescano a vivere, non solo vedere, il mondo intero.”

Alessia Gilardo

Fare la mamma non è certo una passeggiata ma non è neppure una tragedia. Diciamo che ci vuole tanta organizzazione ed è necessario andare oltre gli stereotipi che capeggiano da sempre.

Keep calm and fai la mamma” è un manuale, il primo libro di Alessia Gilardo (mamma, blogger, esperta di comunicazione web non-profit), che offre una serie di utilissimi consigli alle mamme che vogliono viaggiare con i propri bambini, che cercano locali accessibili anche ai più piccoli, e che quindi siano, ad esempio, dotati di fasciatoi, che voglio acquistare articoli di qualsiasi tipo per sé o per i figli.

Alla base di questo libro ci sono le esperienze personali, in quanto mamma e in quanto viaggiatrice, dell’autrice e i post più letti e più rilevanti del suo blog.

Ma lasciamo parlare Alessia Gilardo così da poter conoscere meglio lei, i suoi interessi, e soprattutto il suo “Keep calm and fai la mamma” (Undici edizioni).

 

R.M.: Benvenuta su Oubliette Alessia. Come è nato e di cosa parla il tuo “Keep calm and fai la mamma”?

Alessia Gilardo: Il libro nasce dal mio blog “Mamma in città” creato nel 2014, mentre ero in attesa di Davide.  Il manuale “Keep calm and fai la mamma!” raccoglie i post più letti e “sentiti” in questi anni, con consigli di app, siti, libri, luoghi, per vivere l’avventura di mamma (ma anche di papà) utilizzando strumenti e informazioni utili. Pensiamo per esempio quanto a volte è complicato trovare locali con a disposizione un fasciatoio: ora c’è un’app che li mappa tutti!

 

R.M.: Il tuo libro può essere definito un manuale per mamme disperate?

Keep calm and fai la mamma

Alessia Gilardo: Assolutamente no. Il mio libro vuole sfatare gli stereotipi sulla maternità, con l’obiettivo di aiutare le neomamme a trovare supporto in questo delicato momento della vita. Non sei una mamma disperata se ti senti stanca, se ti sembra di non riuscire a concludere più nulla da quando è nato il tuo bebè, se allattare non è un’azione piacevole ma qualcosa da imparare a fare con il proprio bambino, sostenuta da operatori che aiutano la mamma con professionalità ed empatia. Non si è mamme disperate se si anela ad avere qualche ora tutta per sé, se si soffre a stare lontane dal proprio bambino o al contrario non si vede l’ora di tornare al lavoro. Si è, semplicemente e naturalmente, mamme. Ci si sente così i primi tempi in cui ci piove addosso la responsabilità e la cura di un essere che dipende da noi, e bisogna dirlo. Solo così aiuteremo le future neomamme a conoscere quello che succede e renderle consapevoli che non sono disperate, ma normali.

 

R.M.: Un aggettivo per descrivere “Keep calm and fai la mamma”?

Alessia Gilardo: Utile (spero).

 

R.M.: Questo è il tuo libro di esordio. Oltre che scrittrice sei anche esperta di comunicazione web, blogger e mamma di Davide. Dicci qualcosa in più su di te e sul tuo blog.

Alessia Gilardo: Mi occupo da oltre 10 anni di comunicazione web nel settore non profit, in particolare per onlus italiane impegnate nella difesa dei diritti dell’infanzia in Italia e nel mondo. Ho sempre amato scrivere e la maternità è stata l’occasione per occuparmi della scrittura e della comunicazione di un progetto “tutto mio”. Aprendo il blog ho conosciuto online tantissime mamme di tutta Italia che mi hanno supportata e incoraggiata a proseguire l’attività: dal 2014 continuo ogni settimana a scrivere articoli sul mio blog, molti nati da domande fatte da chi mi segue (esempio: quali sono gli agriturismi familyfriendly vicino a Milano? Come faccio a trovare una baby sitter facilmente? Come affrontare un viaggio aereo con bambini piccoli? Etc.).

 

R.M.: Generi letterari e scrittori preferiti?

Alessia Gilardo: Ho sempre adorato la letteratura di viaggio, soprattutto Kapuscinski che mi ha accompagnata in Africa e Terzani in Asia; dapprima le loro letture mi hanno permesso di viaggiare con la fantasia e successivamente ho ripercorso alcuni dei loro viaggi anche nella realtà.

 

R.M.: Come è avvenuto l’incontro con Giuseppe Celestino e Maurizio Roccato della Undici Edizioni?

Alessia Gilardo: L’incontro è avvenuto online, grazie alle connessioni su Facebook. Celestino e Maurizio hanno conosciuto il mio blog e mi hanno contattata per propormi questo progetto. L’abbiamo discusso e studiato insieme, per renderlo il più possibile “a misura di mamme”.

 

R.M.: Chi vorresti ti leggesse?

Alessia Gilardo

Alessia Gilardo: Le future mamme. Quelle al primo figlio, quelle che magari sono le prime tra le amiche a diventare mamme, quelle che non hanno mai avuto modo di conoscere cosa succede realmente ad una mamma appena nasce un bambino. Quelle, insomma, che rischiano di sentirsi “in difetto” quando nasce il loro figlio, perché di fronte a mille difficoltà a cui non erano pronte. E quelle che pensano che nel momento in cui si ha un figlio bisogna fermarsi, come si faceva anni fa: la donna rinunciava alla sua vita sociale, alle sue ambizioni, al viaggiare. E invece si può fare tutto, oggi abbiamo molti strumenti (e una nuova cultura che per fortuna si sta diffondendo anche in Italia) per continuare a vivere appieno come persone, non solo come “la mamma di…”, avendo in più il piacere di avere al nostro fianco un piccolo che cresce con noi.

 

R.M.: Progetti per il prossimo futuro? Sono previste presentazioni del tuo libro?

Alessia Gilardo: La sfida più grande è quella di continuare a scrivere il mio blog, tra gli impegni quotidiani e il tempo maggiormente necessario per seguire la community che si è formata attorno, dalle risposte di email, alla gestione dei social, all’aggiornamento degli articoli con le giuste informazioni. Stiamo definendo con la Casa Editrice le presentazioni che avranno luogo nelle mie tre città: Vercelli, Milano, Cagliari. Sarò felice di incontrare e dare un volto alle tante mamme che mi seguono ogni giorno sul mio blog Mamma in città.

 

R.M.: Grazie Alessia e alla prossima!

 

Written by Rebecca Mais

 

Info

Sito Mamma in città

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: