“Reconstructing Amelia” di Kimberly McCreight: il mistero sul suicidio di un’adolescente

“Reconstructing Amelia” di Kimberly McCreight: il mistero sul suicidio di un’adolescente

Feb 15, 2019

Descritto come un thriller, “Reconstructing Amelia è la storia di quello che potrebbe accadervi al liceo se scegliete di far parte del club sbagliato. O se qualcuno ha deciso di vendicarsi per un torto commesso quindici anni prima.

Reconstructing Amelia

Ambientato a New York, il romanzo di Kimberly McCreight vede come protagoniste Amelia Baron e sua madre, Kate.

Amelia ha un occhio azzurro e uno nocciola, caratteristica peculiare dovuta a un morbo più diffuso di quanto si possa pensare. La sua migliore amica, Sylvia, vorrebbe diventare una fashion blogger.

Le rispettive madri, Kate e Julia, sono completamente diverse tra loro: Kate è un avvocato di successo, una donna in carriera che trascorre quasi tutta la sua giornata in studio, mentre Julia è una madre a tempo pieno, una donna la cui vita ruota intorno a Sylvia.

Quando Amelia viene trovata morta ai piedi dell’edificio della Grace Hall, la scuola che frequentava, l’ipotesi del suicidio è la prima a essere contemplata da Molina, il detective che indagherà sul caso.

La scritta sul muro Sorry sembra avvalorare l’ipotesi che si tratti di morte volontaria. Ma perché Amelia si sarebbe suicidata, si chiede Kate.

In fondo, aveva ottimi voti in tutte le materie, non frequentava nessun ragazzo, era una ragazza con la testa sulle spalle e sapeva bene di poter contare su Kate per qualunque cosa.

Quindi perché suicidarsi?

Pochi giorni dopo la morte di sua figlia, Kate riceve dei messaggi anonimi: Amelia didn’t jump. Amelia non si è suicidata. Molina, però, si rifiuta di indagare ulteriormente sul caso.

È allora che Kate decide di incaricarsi personalmente della giustizia che deve venire fatta nei confronti di sua figlia. Riesce a far dare il caso a Lew, un detective della omicidi, e inizia a leggere email, messaggi e tweet di Amelia. Quello che scopre la coinvolge in un’indagine ben più complessa di quello che sembrava inizialmente…

Kimberly McCreight

I personaggi di questo romanzo sono quasi tutti al femminile: Zadie, Dylan, Liv… Le compagne di classe di Amelia e la docente di inglese sono figure che suscitano domande. Gli uomini che fanno parte della storia, invece, sono tutti ombre appena accennate: Ben, il ragazzo con cui Amelia chattava e che ha sempre rifiutato di incontrarla, il padre di Amelia, della cui identità Kate non vuole fare parole, Rowen, il grande amore di Kate ormai perduto da tanti anni.

L’unico uomo d’azione del romanzo è Lew, scrupoloso e padre di cinque figli, Lew è irremovibile: scoprirà quello che è accaduto ad Amelia, costi quel che costi.

Si tratta di un romanzo che potrebbe venire interpretato in diversi modi: un’ode ai segreti degli adolescenti, un avvertimento circa i pericoli del ‘branco’, un invito a riconsiderare il proprio passato. Comunque si decida di interpretare questa storia, di certo se ne resterà incantati. È godibile, suscita curiosità e fa venire voglia di fare ipotesi circa la morte di Amelia.

 

Written by Giulia Mastrantoni

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: