“Viva la Vida. Un viaggio messicano: Diarios de Frida”, progetto teatrale di Donatella Massimilla in scena a Milano

“Viva la Vida. Un viaggio messicano: Diarios de Frida”, progetto teatrale di Donatella Massimilla in scena a Milano

Set 19, 2018

“Essere ubriachi di desiderio

questa è la suprema forma d’amore:

l’importante è splendere

anche quando va via la luce!”

Viva la Vida. Un viaggio messicano: Diarios de Frida

Venerdì 14 settembre 2018 con il Patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia, presso il Teatro Filodrammatici di Milano, dopo un aperitivo messicano a base di guacamole e sangria a cura delle attrici e cuoche ex-detenute dell’ApeShakespeare “To bee or not to bee”, è stato presentato il progetto del CETEC “Un viaggio messicano: Diarios de Frida”. 

Il CETEC realizza progetti di teatro sociale: la regista e drammaturga Donatella Massimilla prima con Ticvin Società Teatro (fondata con l’attrice catalana Olga Vinyals Martori), e poi con le compagnie La Nave dei Folli e Alice T., lavora da più di vent’anni per e con compagnie inclusive ed allargate, formata da attrici ed attori reclusi, da ex detenuti, e da artisti e cittadini che si uniscono in reading teatrali dentro e fuori il carcere.

Dal 2015 ha portato in Italia l’Edge Festival presentato come  “un contagio di arte-vita declinato attraverso una visione internazionale, andando oltre i confini, seminando in luoghi “dimenticati” per alimentare speranze e possibilità di cambiamento” e tra i lavori c’è Le sedie, un work in progress di testimonianze di donne che denunciando le violenze subite, hanno ripreso in mano la propria vita (ispirato al “posto occupato” che il Consiglio Comunale di Milano, su proposta della Consigliera Diana De Marchi, ha deciso di lasciare vuoto per rappresentare tutte le donne uccise che avrebbero potuto occupare quello spazio a livello politico, sociale, lavorativo e famigliare).

Trent’anni fa Donatella Massimilla e Olga Vinyals Martori hanno incontrato a Città del Messico los Fridos (gli allievi dell’artista) e Dolores Olmedo collezionista d’arte: da quell’incontro sono nati diversi spettacoli (tra cui Yo Frida Kahlo) e la pubblicazione del Diario di Frida in Italia.

Quest’anno sono tornate per presentare le tante esperienze teatrali nel carcere di Santa Martha, incontrando sia realtà attive nelle carceri messicane che gruppi di attori reclusi e tornate in Italia hanno portato alcune detenute di San Vittore alla mostra su Frida al MUDEC e hanno poi invitato in carcere il curatore Diego Sileo per approfondirne le opere. Le detenute si sono rispecchiate nella vita di Frida dando vita a trame poetiche (come la frase che campeggia sullo schermo del palco) in diverse forme artistiche per oltrepassare barriere e pregiudizi.

Viva la Vida. Un viaggio messicano: Diarios de Frida

È nato così “Diarios de Frida”, uno spettacolo di musiche, canzoni e monologhi con tante Fride in scena (Olga Vinyals Martori, Tecla AnnibaliIrene ArpaLoredana CanòBarbara ComissoPaola D’AlessandroJakson Do SacramentoMariangela GinettiEleonora IngannamorteIvna La MartDina MohamedDalia Nieves e Betsy Subirana), con Gilberta Crispino come Tina Modotti e Gianpietro Marrazza alla fisarmonica; sul palco anche una traduttrice in lingua LIS.

La serata è stata anche l’occasione per presentare la campagna di crowdfundingper re-esistere con teatro, arte e cultura dentro e fuori i luoghi del disagio” destinata a finanziare uno spettacolo teatrale, un video documentario e una pubblicazione da realizzarsi insieme alle detenute attrici di San Vittore, a un gruppo di allieve detenute messicane e spagnole.

 

“Viva la Vida” sarà replicato a San Vittore il 20 settembre alle ore 19.00… spettacolo già sold out!

 

Written by Monica Macchi

Photo by Monica Macchi

 

 

Info

Sito ApeShakespeare

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: