“Eisenberg” di Andreas Föhr: un coinvolgente noir tra intriganti misteri e tristi realtà

“Eisenberg” di Andreas Föhr: un coinvolgente noir tra intriganti misteri e tristi realtà

Lug 25, 2017

“Poi – e a quel punto Rachel sperava di essere già morta – le avrebbe tagliato le mani. Questo, in ogni caso, era accaduto alla giovane donna sottoposta ad autopsia, e lei aveva difeso l’uomo accusato dell’omicidio. Adesso Rachel sedeva in quella casa isolata, le mani e i piedi legati con del nastro rinforzativo, e aspettava che il suo assassino varcasse la porta. Ascoltava i rumori.”

Eisenberg

Una giovane studentessa viene trovata morta in un parco di Monaco. È subito evidente che si tratta di omicidio e le modalità di operare dell’assassino sono terribili.

Gli indizi ricadono subito su di un senzatetto che girava da quelle parti. A difenderlo l’avvocato, Rachel Eisenberg, tra i più ricercati del momento, e sua ex.

L’accusato Heiko Gerlach, era infatti un astrofisico tra i più noti a livello mondiale: come è potuto finire a vivere in strada? Ed è davvero lui lo psicopatico omicida?

Eisenberg (Fazi Editore, giugno 2017, traduzione di Stefano Jorio) è il penultimo romanzo di Andreas Föhr e il primo con protagonista l’avvocato Rachel Eisenberg.

Quest’ultima è una donna dalle mille sfaccettature: avvocato ambizioso, madre premurosa alle prese con una adolescente, ex moglie con la voglia di riscatto personale.

Ci sono poi le sue fragilità e come in tutti i romanzi Fazi della collana Darkside vi è sempre qualcosa di misterioso e profondamente inquietante nelle vite e nella psiche dei protagonisti.

Le indagini sull’omicidio sono coinvolgenti ed arricchite dalle sedute davanti al giudice che rendono la storia ancora più realistica.

Un thriller giuridico ambientato in Germania, principalmente in Baviera, che porta il lettore a scoprire nuovi posti, a viaggiare lungo il Lago di Garda e a confrontarsi con temi, come quello dell’immigrazione, molto attuali.

Eisenberg” è intrigante, coinvolgente, si fa divorare anche da chi non è solito leggere tale genere letterario.

Andreas Föhr

Conquista per le particolarità dei personaggi, per come l’autore li descrive, in maniera così vivida, quasi ci si trovasse dinanzi ad un film.

Ma soprattutto non lascia delusi, per via dei numerosi colpi di scena e ad un finale difficilmente prevedibile che fa presagire che potrà esserci un continuo.

Non resta perciò che godersi questo romanzo nella torrida estate che stiamo attraversando e attendere con ansia le prossime indagini, ed avventure, dell’avvocato Rachel Eisenberg.

 

Written by Rebecca Mais

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: