Selfie & Told: la band torinese Wicked Expectation racconta il secondo album “Folding Parasite”

Selfie & Told: la band torinese Wicked Expectation racconta il secondo album “Folding Parasite”

Giu 12, 2017

“Can you feel your conscience insane?/ Wrapped around your fingers in colors/ If you’re right so far/ rain will fall down on your face/ If it’s just enough/ words will clash it and will fade away/ Can you feel your conscience insane?/ […]” – “Careless of Doubt

Wicked Expectation

Ciao a tutti! Siamo i Wicked Expectation, band torinese attiva dal 2012 e, in questo momento, in tour per promuovere il secondo album “Folding Parasite“.

La band è formata da Andrea Vassallo (Voce, sequencer, campionamenti, synth), Gianluca Abazia (chitarra, synth), Alessandro Boglio (basso, synth) e Matteo Fiorentino (batteria, drum machine)

Sta per iniziare la stagione dei festival le non vediamo l’ora! L’anno scorso, con il tour di “Visions” (il primo album) i festival sono stati bellissimi, cosa che speriamo capiti anche quest’anno.

Il nostro secondo album ha un sound differente dal primo, abbiamo sperimentato ed osato maggiormente, crediamo che questo si percepisca durante l’ascolto.

È stato bello scrivere, registrare e produrre il tutto completamente da soli, senza nessuno che ci dicesse di fare o non fare qualcosa.

L’autoproduzione è sempre rischiosa, ma noi siamo davvero contenti del risultato ottenuto.

Veniamo alle domande, beccatevi questa Selfie & Told.

 

W.E.: Che genere fanno i Wicked Expectation?

Folding Parasite

Wicked Expectation: Boh. Dato che ormai tutto dev’essere classificato in qualcosa, abbiamo provato a dare una definizione alla nostra musica, ma qualsiasi cosa trovata non completava mai al 100% la descrizione del nostro progetto. Elettronica (sì, ma le chitarre?), Shoegaze (mmm, troppo poco strumentali), Space rock (forse, ma sicuri?), Indietronica (eeeh?). La conclusione è che non c’è un genere che descrive alla perfezione la nostra musica, e forse non bisognerebbe pre-catalogare tutto in un ‘genere’, altrimenti si rischierebbe di scartare delle ottime band solamente a causa del loro sottotitolo.

 

W.E.: Cosa vuol dire essere totalmente autoprodotti?

Wicked Expectation: Vuol dire fare uno sforzo immenso per ottenere qualsiasi cosa. Essendo che l’album è stato totalmente scritto, registrato, prodotto e mixato da noi non vi è stata nessuna ‘spinta organica’ del disco in uscita. È significato ‘produrre’ il tour e le interviste radio in totale autonomia e senza l’aiuto di un booking esterno (tranne le date estere, promosse dal booking belga Go Go Booking). È una via che, per quanto dura, ti riempie di soddisfazioni e ti fa capire quanto è importante ogni singola mail e telefonata, facendoti godere appieno ogni minuto passato su un palco a suonare.

 

W.E.: Pensate sia giusto scrivere musica e cambiarla seguendo le mode?

Wicked Expectation: No. Ci piace scrivere e sperimentare. Ogni singola nota che ascoltate ci piace da matti, e suoniamo per quello. Cambiamo stile perché cresciamo e cambiamo anche noi. Se la gente apprezzerà quello che suoniamo ne saremo felici, per ora i primi fan di noi stessi siamo noi.

 

W.E.: Che cosa progettate di fare?

Wicked Expectation

Wicked Expectation: Stiamo già scrivendo qualcosa di nuovo. Non sappiamo quando verrà pubblicato ma stiamo unendo al tour la scrittura di nuovi pezzi, e questo ci piace! Direi che è tutto! Grazie ed a presto!

 

You can’t deny your pride/ When everything is/ [Multi harmony, noisy aphony]/ Clashing on your eyes/ When anything is/ [Broadly undefined, matching every rhyme]/ Flashes uncontrolled/ You’re blinking to refuse apology, lack of energy/ Flood of thoughts refused/ A generation in good times harmony, a joke/ A generation lost/ You can’t deny your mind/ When everything is/ […]” – “Folding Parasite

 

Future is unclear/ A protocol, a guilty alchemy, a cannonball/ Can’t you see the fog?/ Apparently nothing apparently nothing… should it be?/ Future is unseen/ An animal, a lovely enemy, a stonewall/ Future is unseen/ you’re seriously laughing, seriously laughing… would it be?” – “Seriously Laughing

 

Written by Wicked Expectation

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: