L’elettricità, ieri ed oggi: dall’èlektron alla corrente alternata e la vendita online di materiale elettrico

L’elettricità, ieri ed oggi: dall’èlektron alla corrente alternata e la vendita online di materiale elettrico

Giu 10, 2017

È un fatto – o l’ho sognato – che, per mezzo dell’elettricità, il mondo della materia è diventato un grande nervo, vibrante migliaia di miglia in un impetuoso punto del tempo?” – Nathaniel Hawthorne

Talete di Mileto

La storia dell’elettricità si perde nel tempo, infatti l’uomo sin dai tempi dell’antica Grecia iniziava a rilevare questa energia. Si ricorda l’acuta osservazione di Talete di Mileto che nel VI° secolo a.C. notò come l’ambra (gr. Èlektron) aveva la capacità di attrarre corpi leggeri se strofinata con un panno di lana. E tre secoli dopo fu Teofrasto di Ereso che, nei suoi scritti, introdusse altri materiali con la stessa capacità dell’ambra.

Se facciamo un salto nell’antica Roma troviamo l’illustre Lucio Anneo Seneca che distingueva tre caratteristiche del fulmine con l’illuminante: “Il fulmine che incendia, quello che distrugge e quello che non distrugge”.

Nell’VIII° secolo d.C si concepì che esistevano due differenti gradi di elettrizzazione in quanto si notò che due corpi dello stesso materiale carichi elettricamente si respingevano, mentre due materiali diversi si attraggono (per esempio il vetro e l’ambra).

Tantissimi altri nomi più o meno celebri hanno contribuito alla comprensione dell’elettricità ma solo nel 1700 con Pieter van Musschenbroek si ebbe il primo apparecchio che accumulava energia elettrica. Fu chiamato la “Bottiglia di Leida” in onore della città che diede i natali allo stesso inventore.

Così Benjamin Franklin chiamò le cariche elettriche “positive” e “negative”, e nomi come Alessandro Volta, Luigi Galvani, Charles-Augustine de Coulomb, Michael Faraday, Hans Cristians Oersted, Georg Simon Ohm, Joseph Henry, Charles Wheatstone, Henrich Daniel Ruhmkorff, Werner von Siemens, James Clerk Maxwell, Innocenzo Manzetti (inventore del telefono) contribuirono passo passo a studiare l’elettricità ed il modo in cui potesse essere impiegata nella società per garantire all’uomo progresso verso il benessere.

Il perfezionamento degli studi si ebbero con Antonio Pacinotti che costruì la prima macchina che trasformava l’energia elettrica meccanica in energia elettrica continua.

Nikola Tesla

Sino ad arrivare ai grandissimi nomi del ‘800: Nikola Tesla e Guglielmo Marconi, il primo costruì il primo motore elettrico ad induzione a corrente alternata, ed il secondo, che ebbe maggiore fortuna, prese il merito di aver inventato la radio grazie ai suoi esperimenti sulle onde elettromagnetiche e la trasmissione dei segnali nell’etere.

Oggi con l’avvento di internet siamo debitori di migliaia e migliaia di uomini che hanno vissuto solo per la scoperta ed il miglioramento dell’esistenza umana, e se trent’anni fa, anche se l’energia era presente in tutto il mondo occidentale, non era possibile acquistare facilmente oggettistica elettrica, ora possiamo con pochi click scegliere gli apparecchi con i migliori costi sul mercato.

Tra tutti i siti di vendita di materiale elettrico, presenti nella rete, ho notato Dibiasi che propone sconti e promo per i suoi clienti. La vasta gamma offerta spazia dai cavi elettrici alla diffusione sonora, dall’illuminotecnica alla messa a terra, dalla sicurezza alla videocitofonia, da strumenti più professionali alla domotica.

Presente sul mercato da oltre 25 anni con sede a Vallo della Lucania nel Salento, Dibiasi è un’azienda che distribuisce materiale elettrico-elettronico, civile ed industriale in tutta Italia ed in stati quali Spagna, Francia, Russia, Grecia, Egitto, USA, Brasile e Cina.

Dibiasi

Dal 2002 l’azienda, proprio grazie al fornitissimo sito web, si è occupata di commercio di materiale elettrico a livello globale e ha stretto importanti partnership con prestigiosi marchi italiani come Bosch, Bticino, Comelit e Kalvert.

Ed ovviamente i pagamenti sono del tutto sicuri e si possono effettuare tramite American Express, Visa, Mastercard, Paypal.

Ed in questo periodo di crescente afa per l’arrivo dell’estate, Dibiasi ha ben pensato di promuovere quattro diversi condizionatori Samsung serie Quantum Maldives con validità sino al 30 giugno 2017.

Dunque fate un salto sul sito Dibiasi e consiglio di approfondire anche la storia dell’elettricità perché non è bene dare per scontato il frutto di millenni di ingegno umano.

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: