“Crono”, il nuovo album della band La Madonna di MezzaStrada: sei tracce che strizzano l’occhio

“Crono”, il nuovo album della band La Madonna di MezzaStrada: sei tracce che strizzano l’occhio

mar 15, 2017

Terzo disco per i perugini La Madonna di MezzaStrada che approdano a La Fame Dischi e pubblicano questo interessantissimo album dal titolo Crono uscito il 10 Gennaio 2017.

Crono - La Madonna di MezzaStrada

Diciamolo pure l’Umbria ultimamente è patria di tantissimi progetti musicali interessanti che meritano di essere scoperti. E questa indie rock band fatta da 5 elementi, e capitanata da Fabio Ripanucci, non è da meno.

Cinque elementi dicevamo e un set classico: chitarra, basso, batteria, tastiere ed un violino come unica fuoriuscita dal sentiero del già visto e sentito. Il risultato però di questo mix tanto classico è invece un album molto moderno soprattutto nei suoni.

Le sei tracce che vogliono strizzare l’occhio alla forma “canzone d’autore” risultano ben registrate e supportate da arrangiamenti davvero funzionali. Merito forse del produttore artistico Daniele Rotella (già a lavoro con i colleghi “fame” The Rust And The Fury e Michele Maraglino)? Chi lo sa.

Eppure il lavoro risulta molto omogeneo e sicuramente più maturo dei precedenti due dischi della band che avevano produttori diversi. Forse grazie a questa collaborazione e all’ingresso in un’etichetta ufficiale, un nuovo sentiero è stato appena tracciato per La Madonna di MezzaStrada, sentiero che porterà sicuramente questa band a nuova linfa e ad un nuovo e florido periodo della propria carriera ricco di concerti e soprattutto di nuove e bellissime canzoni.

Sì canzoni. Perché alla fine è proprio di questo che si tratta: canzoni.

Essere semplici si sa è la cosa più difficile quindi onore al merito a questa band che grazie anche all’ottimo utilizzo della lingua italiana nei testi ci ha regalato un’opera completa che si ascolta e cattura anche a livello emozionale e di contenuti.

Canzoni che potremmo definire di genere “post rock d’autore” con queste bellissime lunghe code alla fine di ogni pezzo che fanno apparire l’esperienza dell’ascolto un vero e proprio viaggio mistico e che richiamano molto l’ultimo disco di Iosonouncane, anche forse per il comune numero di tracce (sei soltanto) che compongono l’intera opera. L’accostamento potrebbe risultare un po’ forzato, ma va considerato nell’idea di “concept album” e scelte artistiche e non nel dettaglio di sound e contenuti.

La Madonna di MezzaStrada

Siamo veramente di fronte, come recita la cartella stampa che accompagna il press kit di questo disco, ad “un vero e proprio concept album sul panorama scheletrico del tempo. Un viaggio visionario di sei brani. Un immaginario poetico stagliato su paesaggi sonori solidi e quanto mai duttili. Un trip meraviglioso di suoni colori e profumi in una forma canzone monolitica non etichettatile. Un piccolo e sconosciuto capolavoro.”

 

La Madonna Di MezzaStradaCrono (La Fame Dischi 2017)

1. Albero

2. Dirigibili

3. Formaldeide

4. Cesare

5. Triliardi

6. Crono

 

Registrato e Mixato da Daniele Rotella presso lo studio Cura Domestica di Perugia

Mastering di Umberto Ugoberti presso lo studio Pitch Audio Research di Perugia

Produzione Artistica di Daniele Rotella

Testi di Fabio Ripanucci

Artwork a cura di Fabrizio De Angelis

La Madonna di MezzaStrada sono:

Fabio Ripanucci voce, chitarre

Fabrizio De Angelis basso, cori

Damun Miri Lavasani piano, synth, rhodes, moog

Luca Papalini violino

Michele Turco batteria

 

Written by Cristina Bucci

 

 

Info

Facebook La Madonna di MezzaStrada

Bandcamp La Madonna di MezzaStrada 

Sito La Fame Dischi

Facebook La Fame Dischi

 

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: