“La La Land”, film di Damien Chazelle: l’importanza di credere nei propri sogni

“La La Land”, film di Damien Chazelle: l’importanza di credere nei propri sogni

Feb 8, 2017

“È questo il sogno! Ogni volta nuovo di zecca, ogni sera! Ed è molto esaltante!” – Sebastian –

 

La La Land

Los Angeles. California.

Traffico intenso in direzione della città. Miriadi di macchine sono incolonnate una dietro l’altra aspettando il proprio turno.

In una di queste macchine si trova Mia una giovane ragazza del Nevada, diretta a Los Angeles per seguire il suo sogno di diventare attrice, ma che nel frattempo lavora come barista in un bar della “città dove i sogni non muoiono mai.” Dietro di lei, fermo nel traffico con la sua macchina, c’è Sebastian, un pianista di musica jazz, che sogna di aprire un locale nella stessa città.

Sebastian e Mia due giovani pieni di sogni e speranze.

Due ragazzi con tanta voglia di scoprire il bello della vita, di sfondare nel loro campo, il cinema, lei, a musica, lui.

Ma anche tanta voglia di innamorarsi.

Sarà amore? Riusciranno a realizzare quanto di bello desiderano?

Ecco, una breve descrizione di uno dei film del momento. Quel “La La Land” di cui tanti parlano e che potrebbe vincere tutti o alcuni dei premi Oscar cui è candidato. Presentato alla 73° Mostra del Cinema di Venezia, dove l’interprete di Mia, Emma Stone, ha vinto la Coppa Volpi come Miglior Attrice Protagonista, conquistando l’interesse del pubblico e diventandone così uno dei film più apprezzati del 2016.

Un film che, dopo aver letto qua e là tanti pareri positivi, mi ha incuriosito parecchio tanto da volerlo vedere anche io, sebbene con un po’ di difficoltà, in mancanza di sottotitoli, – essendo audiolesa – ma è stata una piacevole sorpresa, un modo diverso di trascorrere un sabato pomeriggio.

Si tratta di uno di quei film che mette insieme musica, commedia e un briciolo di romanticismo, qualcosa che un po’ ricorda “Grease”, e che non si vedeva da un po’ di tempo. Una commedia fresca e divertente, capace di regalare varie emozioni in chi lo guarda, ma che, allo stesso tempo, non può piacere a tutti.

La La Land

Damien Chazelle, il regista, penso sia riuscito a creare una piacevole storia, forse un po’ banale, ma che porta momenti di allegria e fa dimenticare i momenti di monotonia e magari sperare che anche noi, credendoci e osando fino in fondo possiamo realizzare i nostri sogni.

Quanti di noi, me compresa, hanno dei sogni nel cassetto? Quanti di noi vorrebbero vedere realizzati questi sogni che ci portiamo appresso da tanti anni, o anche solo da poco tempo? Quanti di noi vorrebbero realizzare la storia che tanto avvolge il proprio cuore, magari perché ci siamo improvvisamente innamorati di qualcuno? E se uno di questi sogni fosse la sola ricerca della felicità? E quanti altri sogni accompagnano il nostro cuore, la nostra mente che continuiamo a rimandare, a buttare al vento?

La La Land” è soprattutto questo: continuare a credere nei propri sogni, a non rinunciare mai a quello che ci dice il nostro cuore. Continuare a osare, a non arrenderci mai anche se il destino ci è avverso.

Emma Stone, nel ruolo di “Mia”, è simpatica, riesce a farti sentire la vivacità della giovane Mia. Mia che, dopo mille fallimenti, decide di rinunciare al suo sogno e tornare a casa dei suoi, ma solo Sebastian, interpretato da un Ryan Goslig carismatico, riesce a farle cambiare idea, a dirle di continuare a credere nelle sue capacità, nelle sue forze, perché “prima o poi quel sogno diventerà realtà.”

È un rapporto come tanti, quello che si costruisce tra i due protagonisti. Un rapporto che vive di tante belle cose, come le lunghe passeggiate nelle vie di Los Angeles alla ricerca di posti dove potersi abbracciare, raccontare e volare tra le stelle, ma anche di incontri che non avrebbero dovuto avvenire, ma che sono avvenuti ugualmente.

È un amore che segue il ritmo delle stagioni, il loro. Inizia nella stagione invernale, per poi passare, stagione dopo stagione, in un gioco di sorprese, di emozioni. Ma riusciranno a vivere per sempre, a sentirsi uniti qualunque strada prenderanno? E se non fossero accaduti alcuni fatti che li hanno portati in varie parti del mondo, cosa sarebbe successo? Quale strada avrebbe preso la loro storia?

La La Land

Tante domande e tante ancora ce ne saranno. E le risposte arriveranno piano, piano.

Ma quello che posso dire è che vedere questo film mi ha regalato un momento di piacevolezza, ma anche un po’ di malinconia pensando alla paura che uno dei miei sogni rimarrà, come sempre, solo un sogno.

Se vincerà o meno i premi Oscar cui è candidato non sta a me dirlo, ma se riuscirà a catturare un pubblico sognatore e amante di questo genere, allora, avrà fatto un passo da gigante nel cuore di tutti quelli spettatori che l’hanno apprezzato e che credono nella forza dei sogni.

Qualunque sia il vostro sogno, continuate a crederci con tutto il cuore.

 

Scheda del film

Anno di Produzione: 2016

Genere: Commedia, Drammatico, Musicale, Sentimentale

Cast: Ryan Gosling: Sebastian Wilder, Emma Stone: Mia Dolan, John Legend: Keith

Regia: Damien Chazelle

Sceneggiatura: Damien Chazelle

Produttore: Fred Berger, Gary Gilbert, Jordan Horowitz, Marc Platt

Produttore Esecutivo: Michael Beugg, Mike Jackson, John Legend, Ty Stiklorius, Thad Luckinbill, Trent Luckinbill, Molly Smith

Casa di Produzione: Black Label Media, Gilbert Films, Impostor Pictures, Marc Platt Productions

Fotografia: Linus Sandgren

Montaggio: Tom Cross

Musiche: Justin Hurwitz

Scenografia: David Wasco

 

Written by Daniela Schirru 

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: