“Unchangeable” di Sara Skinner: voce e cuore controcorrente

“Unchangeable” di Sara Skinner: voce e cuore controcorrente

Ott 7, 2016

C’è una cantante (cantautrice) con una voce calda, pastosa e potente. È americana – texana per la precisione. Ama Johnny Cash, il rock – quello buono, quello vero, quello puro – e non molto i riflettori.

Unchangeable

Lei è Sara Skinner, giovane donna dall’ugola d’oro, che dal 2012 calca le scene americane, dalla California a New York, macinando live e chilometri. Il suo primo EP  “Unchangeable, esprime, in cinque brani, passione, sentimento, isolamento e risentimento nei confronti degli altri.

EP che è scritto completamente da Sara, che è autodidatta e poli strumentista  – per lei infatti pianoforte, basso e chitarra non hanno segreti. Miss Skinner che è in grado di tradurre facilmente i suoi pensieri da carta a voce, da penna a musica, rilasciando così emozioni tramite guizzanti ed elettrizzanti composizioni che afferrano e catturano l’attenzione di chi l’ascolta con una facilità impressionante.

Alcuni suoi pezzi, davvero sentiti e musicalmente perfetti, si possono ascoltare sul suo profilo soundcloud e caricati anche da altri utenti. La sua cover di Hurt che fu di Nine Inch Nails è delicata, potente, mette i brividi e scuote, vibra. Cantante passionale e appassionata, è forte e delicata al tempo stesso nel pezzo chiamato The Only One: un brano promettente e che dà la carica.

È incredibile la musicalità che esprime senza forzare la mano, senza strafare, mettendosi in gioco: un caleidoscopio di suoni e sensazioni che impattano potenti nel petto di chi ascolta. Di chi decide di ascoltare, di lasciarsi andare e abbracciare la musica che ruggisce dalle casse: chitarre, batteria, basso validi quanto un amplesso.

Sara Skinner

Sara ha talento, grinta da vendere ed una voce incantevole. Può viaggiare da pezzi melodici a pezzi in cui è necessaria una tenuta vocale sopra la media. Altro pezzo che lascia senza fiato è “With you: tracce di rock, pop e voce da blues woman in una canzone senza tempo. Chitarra, batteria potente ma ben mixata con gli altri strumenti in uso, questo brano si riempie della voce della bella e brava Sara che ci mostra la sua verità. “You can be free if you wannabe”, ci urla.

E come darle torto? Testi che alcuni definiranno “semplici” e non abbastanza impegnati. Banali, quasi. Sbagliano. Si sbagliano, permettetemi di dirlo. La semplicità, la verità, non è mai ne banale né semplice. Da accettare. Da processare. Da vivere. Così come non fa sempre male…

Sara prosegue a testa alta e cavalca l’onda delle sue visualizzazioni, dei suoi like, della sua storia di artista: si esibisce a Nashville, Hollywood, Portland e continua a collezionare, tappa dopo tappa, successi e fan nei live che si sono succeduti in giro per l’America. Insomma, Sara Skinner è pronta per sbarcare (e sbancare, se lo meriterebbe!) anche in Europa!

Voi siete pronti per lei?

 

Written by Stefano Labbia

 

 

Info

Soundcloud

Facebook Sara Skinner

Twitter Sara Skinner

I tunes

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: