Decima edizione del Karel Music Expo: In nome del padre, l’abbattimento delle frontiere, dal 6 al 23 ottobre 2016, Cagliari

Decima edizione del Karel Music Expo: In nome del padre, l’abbattimento delle frontiere, dal 6 al 23 ottobre 2016, Cagliari

ott 3, 2016

Dal 6 al 23 ottobre 2016 Cagliari sarà investita dalla Decima edizione del “Karel Music Expo promosso da Vox Day, ed inserita nel circuito Network Europe collegato all’Eurosonic di Groningen.

Karel Music Expo 2016

Il “Karel Music Expo” è un format di musica e cultura resistente che promuove tutte le forme espressive estranee a meccanismi di grande distribuzione all’interno di un vetrina di livello europeo, in cui forma e contenuti hanno la medesima importanza.

L’articolazione del KME prevede concerti, installazioni, incontri e convegni orientati sul tema prescelto, che varia di anno in anno, così da caratterizzare il programma di ogni edizione. Fra i partner del KME sono da citare il web channel Balcony Tv e Sonic Bids, portale di riferimento per la musica indipendente su scala mondiale.

Si apre giovedì 6 ottobre intorno alle 20:15, negli spazi del Giardino sotto le Mura in viale Regina Elena, con l’energia del quintetto isolano Camera Oscura, formazione metal guidata dalla voce di Stefano Cherchi che porta in scena il suo primo omonimo lavoro in studio.

Subito dopo, spazio a Mario Nardi & Underground Sunshine Drum Ensemble, un progetto nato lo scorso dicembre tra il chitarrista e cantante Mario Nardi e il batterista sulcitano Lorenzo Mele (aka U.S.D.E.).

Terzo ospite della serata, il chitarrista australiano Adam Miller: specializzato nella tecnica del finger-picking, con cui crea performance imprevedibili, caratterizzate anche dalle dissonanze e dai ritmi complessi che sono la sua cifra distintiva, nella sua carriera ha suonato con Les Paul, Tommy Emmanuel, Matt Schofield, Charlie Hunter, Adam Levy e tanti altri, ricevendo numerosi riconoscimenti a livello internazionale, ed esibendosi nei più prestigiosi club e festival del mondo.

Segue il duo femminile Fuzzhoneys in arrivo da Malta. Una miscela esplosiva di garage rock, condito con elementi di blues, un pizzico di punk femminile e tanto groove nella voce e chitarra di Francesca Mercieca e nelle incisive rullate di Caroline Spiteri, che hanno esordito lo scorso gennaio con il loro promo Ep  “CD tal-Genn”, accolto da un grande successo radiofonico, tanto da far guadagnare al duo una posizione di rilievo nella scena musicale maltese.

Steve Wynn

L’ultimo appuntamento, al culmine della serata, è affidato alla voce e chitarra del cantautore statunitense Steve Wynn: venticinque anni di carriera alle spalle, altrettanti dischi e innumerevoli esibizioni in giro per il mondo, alla guida dei Dream Syndicate è stato un pioniere della nuova scena indie rock americana degli anni Ottanta/Novanta insieme a REM e Replacements.

Venerdì 7 ottobre la musica prende il via intorno alle 20:00 con una serie di appuntamenti con ingresso gratuito al Giardino sotto le Mura. Apre la serata il power trio sardo Trigale: partendo da  basi rock’n’roll,  blues e country, Marco Noce alla voce e chitarra, Nicola Serci al basso e voce e Roberto Etzi alla batteria.

Il secondo set vede protagonista Carlo Addaris, autore, polistrumentista, in passato frontman dei Colazione Freak, che porta in scena un’anteprima di “Metamorfosi”.

Arrivano poi da Los Angeles le sonorità elettroniche degli Ultra Violent Rays, duo dream pop dalle forti influenze dark, con una forte attitudine verso la sperimentazione e la ricerca attraverso cui si percepiscono le influenze di gruppi come Portishead, Massive Attack e Phamntogram.

La serata al Giardino sotto le Mura prosegue, dalle 22:00, con il Dj set  a cura di Radiolina, storica emittente isolana che porterà alla consolle Carlotta Coco e Simonluca Olla, ed il Karel Music Expo si trasferisce nella sua sede “storica”, il Teatro Civico di Castello. Alle 22:00 i riflettori del palco centrale si accendono per le sonorità post punk e gothic dei pesaresi Soviet Soviet, con Alessandro Costantini alla voce e chitarra, Andrea Giometti al basso e voce, ed Alessandro Ferri alla batteria.

Stuart Braithwaite

Atmosfere più solari, ma allo stesso tempo intime, con Wrongonyou, al secolo Marco Zitelli, giovane cantautore romano (classe 1990).

Sul palco centrale sale uno degli ospiti più attesi di questa edizione del Karel Music Expo, Stuart Braithwaite, leader, cantante e chitarrista dei Mogwai, la band scozzese che ha segnato la storia del post rock.

Anche sabato 8 ottobre i concerti del KME iniziano al Giardino sotto le Mura, con una prima serie di set a ingresso gratuito, prima di trasferirsi al Teatro Civico in Castello.

Alle 19.30, introduce la serata il didjeridoo solo di Marco Ferrante, studioso e appassionato della cultura australiana e di discipline orientali.

Subito dopo, il testimone passa al cantautore Niccolò Francisci chitarrista, compositore, autore di testi, con forti attitudini teatrali con cui dal vivo coinvolge il pubblico.

Alle 20:20, la performance e il progetto speciale del duo Interiors, composto da Valerio Corzani (voce, basso semiacustico, basso tinozza, percussioni, laptop e Iphone) ed Erica Scherl (violino, effetti e looper)  potenziato dalla voce della cantante pugliese Serena Fortebraccio.

Poi, alle 21:00 circa, sarà di scena la voce dell’artista Pola Rise, in arrivo dalla Polonia attraverso la piattaforma Sonicbids.

Blixa Bargeld

Lasciato il campo del Giardino sotto le Mura al Dj set  a cura di Radiolina, la musica dal vivo si sposta al Teatro Civico in Castello per la seconda parte della serata: apre sul main stage, alle 22:00, un altro grande protagonista del festival, Blixa Bargeld, membro e fondatore eminente dei gloriosi Einstürzende Neubauten, nonché stretto collaboratore di Nick Cave, di scena con la coppia d’avanguardia elettro-pop KiKu, e con Black Cracker, autore, produttore, MC e artista indipendente. A seguire, nell’Acoustic Stage, alle 23:10 spazio a Marta Loddo, in arte mumucs.

L’ultimo set della serata, alle 23:30 è quello del duo Sorge, un progetto di musica elettronica nato nel 2014 da Emidio Clementi, cantante dei Massimo Volume e scrittore, e Marco Caldera, produttore, musicista e tecnico del suono.

A calare il sipario sulle quattro serate di musica, domenica 9 alle 17:00, un appuntamento particolare attende il pubblico del KME ai Giardini pubblici: “Yidaki, il massaggio sonoro”, una cerimonia-concerto a cura di Marco Ferrante, già di scena la sera prima con la sua performance  di didjeridoo.

Dopo una pausa di cinque giorni, il Karel Music Expo torna venerdì 14 ottobre alle 21:00 con un altro imperdibile concerto: all’Auditorium del Conservatorio (in Piazza Ennio Porrino) tiene banco il chitarrista Tommy Emmanuel, accompagnato da un altro chitarrista acustico d’eccezione, Andy McKee.

Skepto International Film Festival

Dopo il debutto dell’anno scorso, ritorna KME Movie, la selezione di corti d’artista realizzata in collaborazione con lo Skepto International Film Festival, l’annuale rassegna cagliaritana che coinvolge filmmaker indipendenti di tutto il mondo. Due le serate di proiezioni: giovedì 6 e venerdì 7 ottobre, dalle 19:00 alle 20:00 nella Sala delle Mura del Centro Comunale Il Ghetto, in via Santa Croce, con ingresso gratuito.

Due diverse iniziative completano il cartellone del decimo Karel Music Expo nel terzo e nel penultimo fine settimana di ottobre. Sabato 15 e domenica 16, alla Sala Anfiteatro della Regione Autonoma della Sardegna (in via Roma 253) si tiene il congresso-laboratorio “Nuova Economia e Diritti Umani, dalla competizione alla cooperazione, per un nuovo sistema di produzione e ridistribuzione”. Relatori l’economista Nino Galloni, ex funzionario del Ministero del Bilancio, direttore generale di quello del Lavoro, e con un passato di docente universitario; Pierangelo Spazzoli, esperto in amministrazione di società di capitale, in economia aziendale e sviluppo e gestione di impresa; e Wolfgang Marongiu, ricercatore indipendente nell’ambito dei modelli economici d’innovazione e dei Diritti Umani.

L’ultimo impegno in calendario, nel weekend successivo – sabato 22 e domenica 23  ottobre -, è “Di padre in figlia”, un laboratorio di riconoscimento e utilizzo delle erbe officinali con l’esperta Maria Sonia Bosconi. Il Karel Music Expo celebra così i saperi antichi con una giornata in mezzo alla natura e i boschi dei Sette Fratelli, per imparare a riconoscere e utilizzare erbe, bacche e fiori autunnali per scopi curativi e alimentari. L’iscrizione costa venti euro, ma dato il numero limitato dei posti disponibili è indispensabile la prenotazione entro il 30 settembre alla segreteria di Vox Day.

 

 

Info

PROGRAMMA COMPLETO

Sito Karel Music Expo

Facebook Karel Music Expo

Evento Facebook Karel Music Expo

Sito Skepto International Film Festival

voxdaycagliari@hotmail.com

 

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: