LaVerdi torna alla Scala: concerto straordinario con Zhang Xian e Luca Buratto, domenica 11 settembre, Milano

LaVerdi torna alla Scala: concerto straordinario con Zhang Xian e Luca Buratto, domenica 11 settembre, Milano

Set 8, 2016

Si terrà domenica prossima il tradizionale appuntamento che segna l’inizio della stagione autunnale dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi. Per l’occasione è prevista anche la presenza del pianista milanese Luca Buratto. A dirigere il direttore musicale, la cinese Zhang Xian.

Teatro La Scala

Non si ferma mai l’Orchestra dell’Auditorium di Milano. Reduce da un programma estivo fitto di appuntamenti con una serie di concerti dedicati ad alcune delle colonne sonore cinematografiche più celebri (tra cui Star Wars, Il Padrino e Psycho), arriva all’appuntamento straordinario di domenica 11 settembre al Teatro alla Scala con un omaggio alle composizioni russe di Rachmaninov (Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in do minore, op. 18 e Vocalise, op. 34 n. 14)e Šostakovič (Sinfonia n.5 in Re minore op.47).

Di Dmitrij Šostakovič, del quale cade quest’anno l’anniversario dei 110 anni dalla nascita, è in programma la Sinfonia n.5 in Re minore op.47, composta nel 1937 e ritenuta tra le sue composizioni più importanti e apprezzate.

Proprio l’apprezzamento del “pubblico” risultò essere, nel corso della vita artistica di Šostakovič, una nota dolente e sempre in un certo senso temuta dal compositore, diviso tra le volontà e i dettami del regime sovietico a cui era costretto a sottostare, e la sua indole libera e caotica che spesso e volentieri gli causò stroncature da parte della rigida critica dell’epoca.

Altra storia per Sergej Rachmaninov, del quale verrà eseguito il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 in do minore, op. 18, composto tra il 1900 e il 1901, che rappresenta una delle opere per pianoforte più famose e travolgenti di sempre, conseguenti a un periodo di profonda crisi per il musicista russo, causata dal clamoroso fiasco della sua Prima Sinfonia.

Zhang Xian e Luca Buratto

Questo concerto, che ottenne da subito un sensazionale consenso di critica, verrà dedicato da Rachmaninov proprio allo psichiatra Dahl che lo ebbe in cura nel suo momento di difficoltà.

La Vocalise, op.34 n. 14 è l’ultima delle Fourteen Songs pubblicata nel 1915. Dedicata al soprano Antonina Nezhdanova fu trascritta, successivamente alla sua pubblicazione originaria, molte volte, sia per sola orchestra che per soprano e orchestra.

Non da ultime le presenze del giovanissimo pianista Luca Buratto, che nel 2015 è stato riconosciuto come Honens Prize Laureate all’Honens International Piano Competition di Calgary (Canada) e della direttrice d’orchestra cinese Xhang Xian, prima donna a salire sul podio di un’Orchestra Sinfonica italiana (laVerdi, appunto), riconoscimento che lascia ben sperare per una maggiore considerazione, a grandi livelli, del ruolo femminile a capo di un’orchestra.

 

Written by Irma Silletti

 

Info

Sito LaVerdi

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: