“Quel Capodanno a Tenerife”, l’ultimo romanzo di Valentina Gebbia: quando i sentimenti si tingono di mistero esotico

“Quel Capodanno a Tenerife”, l’ultimo romanzo di Valentina Gebbia: quando i sentimenti si tingono di mistero esotico

Mag 17, 2016

Quel Capodanno a Tenerife è l’ultimo libro della giornalista, regista e scrittrice Valentina Gebbia edito da Leima.

 

Quel Capodanno a Tenerife

Quel Capodanno a Tenerife” inaugura la neo collana editoriale “Tu e io” della casa editrice Leima, una collana che ha l’obiettivo di parlare di sentimenti distinguendosi, però, dai comuni romanzi rosa. Infatti potremmo definirlo un romanzo sentimentale mescolato al tipico umorismo giallo della Gebbia.

Il romanzo è ambientato a Tenerife, come suggerisce il titolo. Protagoniste due amiche Veronica e Costanza con il sogno di festeggiare il Capodanno nell’isola più grande dell’arcipelago delle Isole Canarie nota anche agli antichi romani con il nome di Nivaria (da nix, nivis “neve”) un chiaro riferimento alla neve che ricopre El Teide, il famoso vulcano dell’isola. Le due amiche hanno scelto Tenerife non solo per i paesaggi naturalistici di enorme bellezza ma anche per assaporare i piaceri dell’isola con i suoi tanti frutti coloratissimi e la sua misteriosa storia ricca di strutture piramidali simili a quelle dei Maya o degli Aztechi.

Le due amiche in questo viaggio mozzafiato incontrano due uomini, Veronica un fascinoso londinese nero con il quale scorrerà passione a fiumi e Costanza, invece, uno spagnolo che riuscirà a farle cambiare idea sulle relazioni sentimentali. Di contorno, delle amabili signore appartenenti alla famiglia allargata della giornalista free-lance Veronica, portatrici di guai.

Un romanzo che indaga non solo l’universo femminile ma anche quello maschile grazie allo sguardo senza pregiudizi che l’autrice suggella con un modus scribendi fluido, veloce e divertente.

Valentina Gebbia è nata a Palermo. La sua carriera letteraria inizia nel 1999 con “A qualcuno piace il caldo”, prima avventura della Mangiaracina Investigazioni, poi seguiranno, tra gli altri, “Estate di San Martino” (2003, E/O), “Erba Celeste” (2004, Viaggidicarta, sull’uso terapeutico della cannabis, che oggi è anche un film), “Per un crine di cavallo” (2005, E/O), “Fuoco grande” (2006, Dario Flaccovio Editore), “Metà bianchi metà neri” (2007, Viaggidicarta), “Palermo, Borgo Vecchio” (2007, E/O), “Palermo manuale di sopravvivenza” (2010, Viaggidicarta), “Fotofinish” (2011, Einaudi), “Certe strade semideserte” (2013, Leima), “Acquasanta” (2013, Leima).

Valentina Gebbia

Non solo, infatti l’autrice, ha utilizzato laurea e studi di criminologia per scrivere gialli, ma è stata imprenditrice, bancaria e conduttrice radiofonica. Da sempre appassionata di cinema, ha scritto e diretto documentari come “Oi Politikòi” con Andrea Camilleri e ha appena ultimato il film tratto dal suo romanzo “Erba Celeste”, presto nei cinema. Come attrice, invece, la ricordiamo nel film di Giuseppe Gigliorosso “Ore diciotto in punto” nel quale è anche co-sceneggiatrice e in “Buoni a nulla” di Gianni Di Gregorio.

Valentina presenterà il suo libro “Quel Capodanno a Tenerife” in diverse città italiane, dunque consigliamo di seguirla sul sito www.valentinagebbia.com, sui social e sul sito della casa editrice Leima per esser sempre informati. Per esempio, pochi giorni fa, domenica 15 maggio, ha presentato il libro al Salone del libro di Torino.

In chiusura vi propongo la visione del video sottostante. Alla prossima!

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: