Cinema 2016: da Alejandro González Iñárritu a Rob Zombie, ecco tutte le novità sui film in uscita nelle sale italiane

Cinema 2016: da Alejandro González Iñárritu a Rob Zombie, ecco tutte le novità sui film in uscita nelle sale italiane

gen 1, 2016

Il primo giorno del nuovo anno non si è certo troppo in anticipo nel proporre una veloce panoramica dei piani che la settima arte ci sta riservando.

Cinema 2016

Siamo alle porte di 12 mesi di grandi produzioni, qui di seguito riassunte in poche righe con l’intento di accattivare i futuri spettatori e stimolare la prenotazione di alcune serate in nome di questa intelligentissima attività.

È palese come i primi due mesi siano maggiormente abitati da titoli consistenti, ma vi assicuriamo che, a ben vedere, si tratta solo dell’inizio.

N.B. Vengono indicate le date di uscita italiane dichiarate al 31 dicembre 2015, suscettibili di rettifica senza improbabilità. Ordunque, scopriamo cosa potremo gustare a…

Gennaio

1° gennaio: “Quo Vado”, quarto film scritto e diretto da Gennaro Nunziante ed interpretato da Checco Zalone, dopo i successi di “Cado dalle nubi” (2009), “Che bella giornata” (2011) e “Sole a catinelle” (2013), a suo tempo maggiore incasso italiano dell’annata.

1° gennaio: “Il piccolo principe”, di Mark Osborne, adattamento Dreamworks del celeberrimo romanzo di Antoine de Saint-Exupéry. Si tratta del grande escluso dalla corsa agli Oscar (nella categoria dei migliori film d’animazione) per il clamoroso ritardo dell’uscita americana, programmata per marzo 2016.

5 gennaio: “Macbeth”, di Justin Kurzel, con Michael Fassbender e il premio Oscar Marion Cotillard. Il trailer è da pelle d’oca; chi ha già visto l’opera intera, l’ha accolta generalmente con grandi favori. In concorso a Cannes nella selezione ufficiale.

5 gennaio: “Carol”, potentissimo lungometraggio al femminile di Todd Haynes tratto dall’omonimo romanzo di Patricia Highsmith, con Cate Blanchett e Rooney Mara mattatrici assolute in odore di nomination ai prossimi Oscar. La seconda è stata premiata a Cannes come miglior attrice; per la Blanchett c’è chi parla del “ruolo della vita”. Irrinunciabile.

Il piccolo principe - film

7 gennaio: “La grande scommessa”, brillante dramma (o commedia, secondo i Golden Globe) a tematica finanziaria di Adam McCay, con uno straordinario cast composto da Brad Pitt, Christian Bale, Ryan Gosling e Steve Carell.

14 gennaio: “Creed – Nato per combattere”, del talentuoso Ryan Coogler, spin-off ufficiale della saga di Rocky nata nel 1976, animato ancora una volta da un memorabile Sylvester Stallone, affiancato dal giovane Michael B. Jordan (da non confondere col famoso cestista, tanto più che sempre di ambito sportivo si discorre).

14 gennaio: Revenant – Redivivo, il nuovo attesissimo peso massimo di Alejandro González Iñárritu, reduce dalla triplice e meritatissima vittoria di “Birdman”, dove giganteggia un Leonardo DiCaprio da antologia assieme a un distinto Tom Hardy. Assolutamente da non perdere.

14 gennaio: “Il labirinto del silenzio”, esordio dell’italiano Giulio Ricciarelli (tedesco d’adozione), rappresentante della Germania ai prossimi Oscar per i migliori film stranieri.

14 gennaio: “La corrispondenza”, 12esimo lungometraggio del maestro Giuseppe Tornatore, in cui duettano Jeremy Irons e Olga Kurylenko.

21 gennaio: “Steve Jobs”, del Premio Oscar Danny Boyle, con degl’indimenticabili Michael Fassbender e Kate Winslet prossimi alla candidatura, i quali prendono quindi il posto dei personaggi che hanno trovato spazio nel film di Joshua Michael Stern (“Jobs”, 2013).

21 gennaio: “Il figlio di Saul”, esordio che molto probabilmente frutterà all’ungherese László Nemes la statuetta dorata per il miglior film straniero. Da vedere.

21 gennaio: “Ti guardo”, esordio del venezuelano Lorenzo Vigas, vincitore del Leone d’oro 2015 al Festival di Venezia. Ovviamente, da vedere.

27 gennaio: “The Look of Silence”, di Joshua Oppenheimer, entrato nella shortlist documentaristica dei futuri Oscar.

28 gennaio: “Joy”, di David O. Russell, accompagnato ancora una volta dai talenti di Jennifer Lawrence (favorita presso l’Academy come protagonista), Bradley Cooper e Robert De Niro. È la storia dell’inventrice del Miracle Mop (ossia… il mocio).

28 gennaio: “L’abbiamo fatta grossa”, ennesimo prodotto di e con Carlo Verdone, affiancato da Antonio Albanese.

Febbraio

The Hateful Eight

4 febbraio: “The Hateful Eight”, attesissimo monumento da tre ore partorito dal genio ribelle Quentin Tarantino: un nuovo western in cui incontreremo Samuel L. Jackson (il cacciatore di taglie), Kurt Russell (il boia), Bruce Dern (il confederato), Walton Goggins (lo sceriffo), Demián Bichir (il messicano), Tim Roth (il piccolo uomo), Michael Madsen (il mandriano) e Jennifer Jason Leigh (la prigioniera). Assolutamente da non perdere.

11 febbraio: “Zoolander 2”, sequel della commedia del lontano 2001, nuovamente diretto e interpretato da Ben Stiller, accanto agl’inossidabili Owen Wilson, Penelope Cruz e Benedict Cumberbatch.

11 febbraio: “Deadpool”, di Tim Miller, con Ryan Reynolds nei panni del supereroe Marvel.

11 febbraio: “L’ultima parola – La vera storia di Dalton Trumbo”, di Jay Roach, con Bryan Cranston ed Helen Mirren. È una biografia del celebre sceneggiatore e soggettista (Premio Oscar negli anni ’50 per “Vacanze romane” e “La più grande corrida”), regista dell’iconico “E Johnny prese il fucile” (1971), unico film da lui diretto e tratto dal proprio omonimo romanzo, scritto più di 30 anni prima.

18 febbraio: The Danish Girl, pellicola queer del Premio Oscar Tom Hooper, con un Eddie Redmayne a caccia di nuove meritatissime nomination, assieme ad Alicia Vikander. Da vedere.

18 febbraio: “Zootropolis”, di Byron Howard, Rich Moore e Jared Bush, 55esimo classico Disney (“Zootopia” nella versione originale). Il trailer promette cospicue dosi di indovinato umorismo.

18 febbraio: “Il caso Spotlight”, di Thomas McCarthy, con Mark Ruffalo, Michael Keaton, Rachel McAdams, tutti in odore di copiose candidature. Da vedere.

25 febbraio: “Anomalisa”, di Charlie Kaufman e Duke Johnson: imperdibile cartoon caratterizzato, a quanto si dice, dai risvolti “più umani” dell’intera produzione cinematografica dell’anno.

25 febbraio: “Nonno zozzone”, di Dan Mazer, in cui figura l’inedita coppia Robert De Niro – Zac Efron.

Marzo

The Divergent Series: Allegiant

3 marzo: “Attacco al potere 2 – London Has Fallen”, action movie di Babak Najafi, con Gerard Butler, Morgan Freeman e Aaron Eckhart, nuovamente protagonisti dopo il primo capitolo della saga (2013).

9 marzo: “The Divergent Series: Allegiant”, di Robert Schwentke, terzo capitolo tratto dalla trilogia fantascientifica di Veronica Roth.

10 marzo: “Ave, Cesare!”, nuova fatica a sfondo metacinematografico di Joel e Ethan Coen, armati di un cast letteralmente da urlo che comprende George Clooney, Josh Brolin, Channing Tatum, Ralph Fiennes, Tilda Swinton, Scarlett Johansson, Jonah Hill e Frances McDormand. Da non perdere.

17 marzo: “Kung Fu Panda 3”, di Jennifer Yuh Nelson e Alessandro Carloni, secondo sequel del fortunato cartoon Dreamworks.

17 marzo: “13 Hours: The Secret Soldiers of Benghazi”, 12esimo lavoro del famoso regista “coi botti” Michael Bay.

24 marzo: “Batman V Superman: Dawn of Justice”, sequel de “L’uomo d’acciaio” (2013), promosso dalla DC Comics e diretto da Zack Snyder: vede come protagonisti Ben Affleck e Henry Cavill.

24 marzo: “Il mio grosso grasso matrimonio greco 2”, commedia di Kirk Jones, nuovamente interpretata e scritta da Nia Vardalos, 15 anni dopo il celebre predecessore.

Aprile

Bizzarramente, nessun titolo di rilievo è stato collocato con sicurezza nell’arco di questo mese.

Maggio

Alice attraverso lo specchio

4 maggio: “Captain America: Civil War”, terzo capitolo della saga targata Marvel, che continua ad essere affidata alle mani di Anthony e Joe Russo: il cast comprende Chris Evans, Robert Downey Jr., Scarlett Johansson e Mark Ruffalo.

19 maggio: “X-Men: Apocalisse”, ancora una volta assegnato a Bryan Singer, uso a ruoli di grande responsabilità nel mondo dei supereroi mutanti. Fra le star, ecco affermarsi Evan Peters, James McAvoy, Michael Fassbender, Jennifer Lawrence, Nicholas Hoult e Hugh Jackman.

25 maggio: “Alice attraverso lo specchio”, di James Bobin, con Mia Wasikowska, Johnny Depp, Anne Hathaway e Helena Bonham Carter, tutti già presenti nell’“Alice in Wonderland” di Tim Burton (2010).

26 maggio: “Warcraft – L’inizio”, di Ducan Jones, primo adattamento cinematografico della celeberrima saga fantasy di videogiochi.

Giugno

16 giugno: “Angry Birds”, di Clay Kaytis e Fergal Reilly, altro primo adattamento cinematografico di un altrettanto nota saga di videogiochi.

24 giugno: “Independence Day: Rigenerazione”, sequel del celebre sci-fi del 1996 firmato Roland Emmerich, con Bill Pulman, Jeff Goldblum, Liam Hemsworth e Charlotte Gainsbourg.

Luglio

Star Trek Beyond

7 luglio: “Tartarughe Ninja – Fuori dall’ombra”, di Dave Green, nuovo capitolo delle avventure delle testuggini mutanti.

14 luglio: “The Legend of Tarzan”, film d’avventura diretto da David Yates, con Alexander Skarsgård, Samuel L. Jackson e Christoph Waltz.

21 luglio: “Star Trek Beyond”, 13esimo capitolo, diretto da Justin Lin, della famosissima saga fantascientifica nata nel lontano 1979 e rilanciata nel 2009 con “Star Trek: Il futuro ha inizio”.

28 luglio: “Ghostbusters”, reboot (e non sequel come inizialmente comunicato) dell’indelebile classico del 1984, di Paul Feig.

Agosto

11 agosto: “Ben Hur”, di Timur Bekmambetov, pericoloso (?) remake dell’intramontabile kolossal di William Wyler (1959); nel nuovo cast compaiono Tom Hiddleston e Morgan Freeman.

18 agosto: “Suicide Squad”, chiacchieratissimo “simposio” di supercattivi DC diretto da David Ayer, con l’attesissimo Jared Leto aka Joker, primattore assieme a Will Smith.

25 agosto: “L’era glaciale: In rotta di collisione”, di Mike Thurmeier e Galen T. Chu, quinto episodio della fortunata saga d’animazione con protagonista la sgangherata masnada preistorica. In arrivo una nuova ondata di incassi succulenti?

Settembre

Alla ricerca di Dory

14 settembre: “Alla ricerca di Dory”, attesissimo e rischiosissimo sequel del capolavoro Pixar, ancora una volta diretto dal padre Andrew Stanton, sostenuto da Angus MacLane. Si auspica di cuore che si riesca a mantenere alto l’onore di una vicenda così eccelsa.

15 settembre: “Il gigante gentile”, adattamento del GGG di Roald Dahl operato da Steven Spielberg, che offre una parte importante anche alla recente scoperta Mark Rylance (magnifico ne “Il ponte delle spie”).

29 settembre: “Kubo and the two strings”, quinto film d’animazione della Laika, affidato alla direzione di Travis Knight.

Ottobre

6 ottobre: “Pets – Vita da animali”, sesto film della sempre più ricca Illumination Entertainment (“Cattivissimo Me” e “Minions”), diretto da Chris Renaud e Yarrow Cheney. Il primissimo teaser trailer è spassoso all’inverosimile.

13 ottobre: “Inferno”, di Ron Howard, che con questo sequel di “Angeli e demoni” (2006) torna sugli scritti di Dan Brown, sostenuto da Tom Hanks, Felicity Jones e Omar Sy.

Novembre

Assassin’s Creed

17 novembre: “Animali fantastici e dove trovarli”, primo spin-off della saga di Harry Potter, diretto da David Yates (regista degli ultimi quattro episodi), con (fra gli altri) Eddie Redmayne, Colin Farell e Jon Voight.

Dicembre

21 dicembre: Assassin’s Creed, di Justin Kurzel, adattamento di un altro famosissimo videogame, con Michael Fassbender, Marion Cotillard e Jeremy Irons.

Senza data d’uscita

I seguenti titoli potrebbero trovare collocazione nelle sale italiane nel corso del 2016; o perlomeno è previsto che vengano prodotti nello stesso.

“31”, sesto lungometraggio horror di Rob Zombie.

“The Alchemist”, adattamento del best seller di Paulo Coelho, diretto dagli attori Laurence Fishburne e Idris Elba.

“Beverly Hills Cop IV”, terzo sequel della celebre saga anni ’80 – ’90, diretto da Barry Sonnenfeld, ovviamente con Eddie Murphy, lontano dagli schermi ormai da troppi anni.

“La casa per bambini speciali di Miss Peregrine”, il nuovo progetto di Tim Burton, che inserirebbe nel cast Eva Green e Samuel L. Jackson.

“The Death and Life of John F. Donovan”, prossimo entusiasmante lavoro del giovanissimo e straordinariamente talentuoso Xavier Dolan (Premio della giuria al Festival di Cannes 2014 per “Mommy”), con le star internazionali Jessica Chastain, Kathy Bates e Susan Sarandon.

“Doctor Strange”, titolo Marvel diretto da Scott Derrickson e interpretato da Benedict Cumberbatch, Chiwetel Ejiofor, Rachel McAdams e Tilda Swinton.

31 - Rob Zombie

“Don Quixote”, del quale si sa poco nulla, tranne che sarà generato dalla mente visionaria di Terry Gilliam.

“It’s Only The End Of The World”, altro titolo firmato Xavier Dolan, con i miti Marion Cotillard, Léa Seydoux e Vincent Cassel.

“John Wick 2”, sequel dell’eccitante action firmato Chad Stahelski e David Leitch, nuovamente ospitante come protagonista Keanu Reeves.

“Il libro della giungla”, di Jon Favreau, che abbinerebbe live-action e molto, molto CGI (Neel Sethi/Mowgli sarebbe l’unico attore in carne ed ossa); le voci degli animali sarebbero quelle di Idris Elba, Scarlett Johansson, Lupita Nyong’o, Christopher Walken, Ben Kingsley e Bill Murray.

“Mafiya”, film di fantascienza russo (!) diretto da Sakir Andreasyan.

“La ragazza del treno”, tratto dal best seller di Paula Hawkins e diretto da Tate Taylor, con Emily Blunt, Chris Evans e Jared Leto.

“Passengers”, di Morten Tyldum (“The Imitation Game”), con Jennifer Lawrence, Chris Pratt e Lawrence Fishburne.

“Silence”, il nuovo ambizioso progetto di Martin Scorsese, con Liam Neeson.

“Snowden”, biopic di Oliver Stone sul noto ex dipendente della CIA, interpretato da Joseph Gordon-Levitt.

“La stanza delle meraviglie”, di Todd Haynes, con Julianne Moore.

“La torre nera”, di Nikolaj Arcel; autore del soggetto: Stephen King.

 

Written by Raffaele Lazzaroni

 

 

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d bloggers like this: