Anime in mostra – La prospettiva femminile in Ĉechov: uno spettacolo in musica sull’autore russo, 7 e 8 novembre 2015, Roma

Anime in mostra – La prospettiva femminile in Ĉechov: uno spettacolo in musica sull’autore russo, 7 e 8 novembre 2015, Roma

Nov 3, 2015

Anton Ĉechov, uno degli autori russi di fine ‘800 tra i più amati. Le sue opere hanno ispirato studiosi e scrittori di ogni parte del mondo, la sua vita e i suoi scritti sono stati sviscerati nel corso degli anni tanto da poter pensare che nulla di nuovo potrebbe essere rilevato.

Anime in mostra – La prospettiva femminile in Ĉechov

Contrariamente a ciò nascono periodicamente nuovi spettacoli teatrali in tutta Italia e non solo. Tra questi i giorni 7 e 8 novembre 2015 debutterà a Roma, “Anime in mostra – La prospettiva femminile in Ĉechov, uno spettacolo in musica che racconterà i segreti nascosti dello scrittore, drammaturgo e medico russo.

Nella splendida cornice di Piazza Navona, all’interno del Teatro Arciliuto, in piazza Montevecchio, gli spettatori avranno la possibilità di compiere un viaggio artistico tra la vita e le opere di Anton Ĉechov.

Dopo il grande successo di Roma: tra storie, canzoni, vizi e passioni, Alma Latina e Pasquinate Moderne, la compagnia teatrale torna al teatro Arciliuto con un nuovo spettacolo teatrale ideato e interpretato da Lavinia Lalle e Sarah Mataloni (fondatrici della compagnia romana), in collaborazione con la Partnership di Adarte – Strategie per Comunicare e dell’associazione culturale artistica internazionale Napoli Cultural Classic. Un evento di condivisione, di produzione e di aggregazione che si offre come nuovo punto di riferimento nel percorso artistico della compagnia romana.

Lo spettacolo vede la partecipazione di (in ordine alfabetico): Sylvia Di Ianni, Lavinia Lalle, Sarah Mataloni, Emanuele Parlati, Ludovica Sacchi e Martina Venanzi, con la partecipazione straordinaria del Maestro Francesco Paniccia e della Creative Consultant Stefania Ninetti.

Lavinia Lalle - Sarah Mataloni

Nell’ex palazzo signorile del ‘400 che ospita il Teatro Arciliuto, verrà svelata la prospettiva femminile in Ĉechov, uno spettacolo ricco di sensazioni e di sensibilità che riprenderà particolari vicende della vita dell’autore che ruotano attorno ad alcuni dei personaggi femminili tra i più rappresentativi scelti personalmente dalle autrici romane.

Alcuni tra i testi più significativi del drammaturgo russo – ha dichiarato Sarah Mataloni, coregista dello spettacolo – sono intrecciati tra loro in modo tale da costituire un’unica pièce teatrale focalizzata sul ruolo e sulla valenza della donna. Negli atti scelti, le vicende raccontate ruotano attorno a figure femminili, per esempio in I danni del tabacco, Ivan Ivanovič, è terrorizzato da una moglie autoritaria che lo domina psicologicamente; né L’Orso, un ex ufficiale di artiglieria, Smirnov, è sedotto dal temperamento della giovane vedova Popova e infine in Proposta di matrimonio, Ivan Vasilevič, desidera chiedere la mano alla sua vicina Natalia Stepanovna…”

Il tono ironico e divertente degli atti unici si amalgama con il senso drammatico ma vero dell’esistenzaha dichiarato Lavinia Lalle, coregista dello spettacoloogni personaggio, anche il più divertente, come Ivan Ivanovič né I danni del Tabacco, lascia trapelare un retrogusto amaro e disincantato della vita

Uno spettacolo dall’intento ludico ma non solo. Fondamentali per la compagnia romana sono infatti l’aspetto educativo e quello di informazione, il tutto nel tentativo ridare nuova luce a generi letterari e tradizioni popolari orami dimenticati da tempo donando loro una chiave contemporanea che li renda fruibili ad un pubblico variegato.

Sarah Mataloni - Lavinia Lalle

Si ricordano collaborazioni con autori e sceneggiatori di fama nazionale ed internazionale, tra questi: Fabrizio Salsi, Lilliana Comes, Silvio Raffo e Giuseppe Giulio nello spettacolo “Dickinson: tra parole e musica” nomination al Frevarcom Award nella sezione Teatro, e partecipando a diverse e numerose manifestazioni artistiche nelle principali città e piazze d’Italia.

Il debutto del nuovo spettacolo vedrà la partecipazione esclusiva del Maestro Francesco Paniccia che accompagnerà la serata con le sue raffinate composizioni pianistiche e grazie al quale la scena risulterà ancora più intensa e coinvolgente.

 

Written by Rebecca Mais

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: