“Ovunque tu sarai” il romanzo d’esordio di Fioly Bocca: la vita cambia con uno sguardo

“Citando un verso isolato se ne moltiplica la forza attrattiva.” – Marcel Proust

 

Ovunque tu sarai

Esistono scrittrici (e scrittori) che propongono una possibile sintesi della loro storia con l’uso di una citazione che racchiude una sorta di chiave di lettura del libro. La citazione, la parola dell’altro, diventa così un parere gradito, seppur questo si presenti esterno ed inconsapevole.

Davanti a me il romanzo “Ovunque tu sarai” di Fioly Bocca, la nuova proposta della Giunti Editore, che per l’appunto presenta una citazione in testa al libro ripresa da “Alice nel Paese delle Meraviglie” di Lewis Carroll:

Alice: «Per quanto tempo è per sempre?».

Bianconiglio: «A volte, solo un secondo».

Ovunque tu sarai”, in libreria da meno di venti giorni, è stato accolto con riguardo dal pubblico dei lettori, che ne ha sottolineato il carattere drammatico ed elegante delle vicende narrate.

La tematica del tempo, anticipata da Alice ed il Bianconiglio, si presenta come non determinata dallo scorrere delle ore e dei giorni ma, piuttosto, prevede la possibilità di eterno in un solo secondo. Non c’è dunque alcuna pretesa di suddivisione del tempo in quanto la consapevolezza del caso (fortuito o nefasto) è prerogativa dell’esistenza.

Così la protagonista di “Ovunque tu sarai”, Anita, sente il tempo scorrerle addosso. L’idea di cambiamento è, divenuto, con gli anni un sogno notturno nel quale la mente evade la realtà. Anita è costretta ad una vita a cui si è adattata. Lavora in un’agenzia letteraria di Torino ma non si entusiasma, non si sente partecipe, anzi ritiene che il significato del suo nome, “graziosa”, sia solamente “un contentino per chi non può avere di più”.

Fioly Bocca

Anche nel campo sentimentale Anita non è soddisfatta. Scrive alla madre dei preparativi per le nozze, senza tralasciare i particolari del vestito, dei fiori, della chiesa addobbata, dei bambini vestiti a festa che correranno sul piazzale. Ma Tancredi, il fidanzato della nostra protagonista, è un uomo assente nella vita di coppia, non ha interesse sul futuro e la famiglia.

La graziosa Anita non sente di poter essere felice, non ha la forza di tagliare le sue abitudini consolidate. Sarà infatti un incontro casuale sul treno che decreterà il taglio netto fra la vecchia Anita e la nuova donna nata in un solo sguardo, in un solo secondo.

L’autrice, Fioly Bocca, è madre di due figli e vive a Monferrato. Laureata in Lettere all’Università degli studi di Torino, si è poi specializzata in Redazione Editoriale.

Una notizia da prendere in considerazione per i lettori che saranno presenti al Salone del libro di Torino 2015 è che si potrà assistere alla presentazione del libro “Ovunque tu sarai” presso il Salone OFF, giovedì 14 maggio alle ore 17:30, presso la Biblioteca Movimente. L’evento è in collaborazione con Vita Cooperativa Sociale Onlus, sarà presente l’autrice Fioly Bocca e Laura Turino.

 

Photo by Irene Brusa

 

Info

Sito Giunti Editore

Appuntamenti con gli scrittori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: