“Matrice”, il nuovo album di ?Alos: ricco di influenze doom e metal contaminate dall’elettronica

“Matrice”, il nuovo album di ?Alos: ricco di influenze doom e metal contaminate dall’elettronica

Mar 18, 2015

È uscito oggi Matrice, il nuovo album di ?Alos  per l’etichetta belga Cheap Satanism Rec e distribuito in formato Cd e LP. Il disco è stato registrato, mixato e masterizzato da Lorenzo Stecconi (Lento) presso l’Ardis Hall Ravenna, spazio di prova della famosa compagnia di teatro Fanny&Alexander e della Cooperativa E.

Matrice - ?Alos

Matrice è un album cupo ricco di influenze doom e metal contaminate da interventi di elettronica, sapientemente miscelati per creare una musica fluida e allo stesso tempo martellante nella sua forma.

?Alos spazia dal malessere terrorizzante alla calma apparente e sensuale; attraverso growls e screamings, accompagnati dall’inconfondibile suono della sua chitarra, ci fa addentrare nel suo mondo “caotico” fatto di Archetipi, musica, performance, danza, attivismo politico, critica sociale, storia, femminismo, queer, anarchia. Il titolo dell’album riconduce a molteplici concetti, in senso figurativo è ciò che costituisce l’origine, la causa fondamentale, l’elemento ispiratore. I titoli dei brani sono presi dall’opus magno e ispirati al linguaggio simbolico ermetico/alchimista.

L’inquietudine della morte sembra aleggiare in tutto il disco, ma è in Ecate che si fa protagonista: il brano, oltre a fare da ponte tra il presente ed il passato (il precedente album era intitolato Era), si ispira alla dea greco-romana in grado di viaggiare liberamente tra il mondo degli uomini, quello degli dei ed il regno dei Morti.

Luce/Tenebre è l’ossimoro concettuale per eccellenza, un brano capace di rendere in musica l’immagine metafisica di entrambe le realtà apparentemente separate nella mente umana, ma unite in un’unica forma.

Alos

Ignis red elixer nasce dall’unione di due termini che rimandano alla tradizione greco-romana in cui il fuoco era comunemente associato alle qualità della grinta, dell’energia, della passione e il red elixer, ovvero il sangue, era il simbolo della vita; i due termini si sposano perfettamente con l’essenza sanguinea che trasuda questo disco, il cui apice è rappresentato proprio dal singolo Matrice, enigmatica e caotica materia originaria, celebrata da una base elettronica martellante che ne esalta il lato cupo. L’album si conclude circolarmente ricollegandosi alla matrice su cui è fondato e che culmina nel brano Hyle, ispirato ad un manoscritto alchemico del secolo diciassettesimo in cui ancora una volta i concetti di materia, caos e possibilità divengono i protagonisti di approfondimenti di stampo filosofico.

Alla creazione di questo disco hanno contribuito ospiti illustri come Mai Mai Mai su Ignis red elixer (beats ed elettronica, prodotti e registrati da Valerio Fisik al HombreLobo Studio Roma), Necro Deathmort con la parte elettronica su Matrice e Giovanni Todisco con le percussioni su Hyle.

?Alos ha voluto ancora una volta regalarci un disco personale, non convenzionale, un prezioso gioiello che si colloca in un mondo musicale per niente scontato, in cui disagio, vita e morte si fondono a tal punto da creare un “caos ordinato” nella tanto affrontata matrix.

?Alos è questo e molto di più: ?Alos è il Caos quando prende forma.

Alos

Stefania Pedretti / ?Alos (Vigevano, 1976) Da Settembre 2006 a giugno 2011 ha vissuto a Berlino, ora vive in Italia a Ravenna. Attiva dal 1998, fa parte di OVO e ALLUN. Musicista e performer sperimentale, dal 2003 inizia ad unire queste due discipline per creare delle performance/spettacoli in cui la musica dal vivo è un elemento fondamentale. Il suo lavoro trascende i confini fra le arti performative, integrando musica sperimentale, performance, improvvisazione e video/art e rendendo così parte attiva il pubblico attraverso la stimolazione dei 6 sensi. A fondamento di ogni sua azione performativa c’è la figura femminile il cui ruolo viene esplorato criticamente nella storia e nella società contemporanea. Ha suonato in tutta Italia, Europa, Stati Uniti, Canada, Messico e Israele. Articoli e recensioni sui suoi diversi progetti musicali sono apparsi su XL di Repubblica, Il Venerdì di Repubblica, Rolling Stone, Pig, Label, Exibart, Activa, Blow Up, Rumore, Alias, The Wire, Elegy, XXD, su tutte le principali testate musicali italiane e straniere. Sue illustrazioni e disegni sono stati pubblicate su diverse riviste italiane e straniere tra cui Zero2, Succo Acido,Veleni, Versogerin.

 

 

MATRICE TOUR 

21.03 Riccione, Morphine Cocoricò

25.03 Bologna, Freakout (w/ Mai Mai Mai)

26.03 Torino, Blah Blah (w/ Mai Mai Mai)

27.03 Ferrara, Arci Bolognesi (w/ Mai Mai Mai)

28.03 Recanati, Circolo Dong

01.04 Latina, Circolo Hemingway

02.04 Roma, Dal Verme (Thalassa Fest)

03.04 Verona, Malacarne

04.04 Lugano (CH), Sonnenstube

05.04 Zurich (CH), Klubi (w/ The Land Of The Snow)

07.04 Liege (BE), La Zone (w/ Oozing Wound)

08.04 Utrecht (NL), The New Bikewars

09.04 Gent (BE), Kinky Star

11.04 Bruxelles (BE), Magasin4 (ZomBIFFF night #5)

13.04 Berlin (DE), Schokoladen

16.04 Prague (CZ), Chapeau Rouge (w/ Kayo Dot )

17.04 Pilsen (CZ), TBC

18.04 Budapest (HU), Corvinteto

23.04 Milano, Torchiera (w/Pupillo,Ambarchi, Pilia Trio,Fabrizio Testa)

25.04 Firenze, CSA Next Emerson

02.05 Ravenna, Bronson (w/ Zu)

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: