Riflessioni sulla storia dell’Islamismo e sul pericolo dell’ISIS

Riflessioni sulla storia dell’Islamismo e sul pericolo dell’ISIS

Gen 23, 2015

L’islamismo è una religione meravigliosa, sulla carta che, assumendo elementi da molti Credi, ed affondando, e poi dimenticandole, le radici affondate in religioni politeistiche arabe ancestrali, che adoravano il Dio Hubal, con Alla’t, Manatt e Uzza.

Islam

Con l’adesione al credo mussulmano, che fine hanno fatto i riferimenti anche Cristiani, a tali Fedi?

Cristiani e Pagani erano presenti e diffusi in Arabia in maniera massiccia, identificati come “hunafa‘”. Ebbene, sia chiaro che tutto questo patrimonio spirituale è stato  spazzato via con la violenza.

Ora, da Neo-Profeta, Maometto ha radici di scontro, essendo accusato dai contemporanei conterranei di fanatismo e magie, accuse gravissime, al tempo. Una volta comunità ebraica fu cacciata da La Medina, una volta spostato il suo primo gruppo di adepti da La Mecca, ove correva pericolo di vita.

Dopo la dilagante diffusione, nei secoli fu rivalutato solo dall’ Illuminismo, che lo definì “legislatore saggio e razionale“, e dopo un lungo periodo guardato come corruttore e mistificatore essendosi impossessato di una spiritualità millenaria che niente aveva a che spartire col suo messaggio.

Muslims Against Isis

Maometto stesso cresce nel paganesimo, ed emana, accompagnato dall’ Arcangelo Gabriele ,(!)  un codice di leggi, (Sharia), regolamenti su  tutto, niente escluso.

200 anni prima di Hammurabi, che non fu come erroneamente creduto, il primo redattore di un codice di leggi, Shulgi, in Mesopotamia, aveva già regolato nei confronti degli Dei la vita quotidiana, comportamentale e spirituale del suo popolo.

L’Islam si è imposto su religioni già esistenti da millenni, Zoroastrismo, Mitraismo, Dea Madre, certamente non solo predicando, ma imponendo il suo credo.

È bene sapere che se liberati dal gioco totalitario gli iraniani tornerebbero tutti, certamente, al Zoroastrismo. Il popolo iraniano non è sinceramente islamico, ma lo fa per costrizione.

Isis

Perché questi criminali dell’ISIS, che occupano territori con stragi ed etnocidi “si appropriano” di territori particolari?

Chiaro, perché dalla Siria, Cecenia, Vicino Oriente, transitano i maggiori gas dotti, metano dotti, petrolio, traffico di droga, schiavi, pietre preziose, quindi snodi fondamentali tra Oriente ed  Occidente, come successo in tutta la storia pre-araba, in cui l’attività che andava per la maggiore in quei popoli era la pirateria.

E l’ISIS sta solamente proseguendo su questa strada. Manager-assassini, NON, credenti, in una religione, ripeto, meravigliosa in diversi suoi aspetti. Siamo in pericolo.

 

Written by Roberto Lirussi 

 

3 comments

  1. Ciao… Non condivido assolutamente certe cose…

    “È bene sapere che se liberati dal gioco totalitario gli iraniani tornerebbero tutti, certamente, al Zoroastrismo. Il popolo iraniano non è sinceramente islamico, ma lo fa per costrizione.” non sono d’accordo con questa frase, a causa di una decadenza politica tutto il mondo arabo oggi si ritrova sotto dittatura ma non per questo “non è sinceramente islamico”, poi dire “tutti gli iraniani” mi sembra un pò esagerato. Sicuramente alcuni non lo sono sinceramente ma non tutti, gli iraniani non sono arabi sono musulmani shiiti non sunniti, quindi anche questo sicuramente può influire. Ma loro anzi a mio avviso sono troppo shiiti e meno moderati…

    l’islam non si è imposto, all’inizio i musulmani venivano perseguitati in quanto tali..” si è imposto” con il potere delle migliaia di persone che hanno abbracciato l’Islam… La penisola arabica prima dell’islam viveva nell’ingiustizia e nella povertà di tanti e nella ricchezza ingiusta di pochi.

    L’Islam nasce per portare via pregiudizi ingiustizie delle religioni pagane che per esempio seppellivano le bambine appena nate vive. questo è il patrimonio spirituale di cui parli?? spezzato con quale violenza se gli stessi musulmani venivano perseguitati dai Kuraish. nell’arabia ai tempi della nascita dell’islam non c’erano cristiani
    se ce ne fosse stato qualcuno sarebbe stato perseguitato allo stesso modo dai pagani.

    • Roberto Lirussi /

      Roberto Lirussi Profilo Pieno
      Rispondo al commenti al mio articolo della carissima Amani, di fede islamica e co-collaboratrice di Oubliette Magazine.
      Mi piace · Altro · 1 ora fa
      Roberto Lirussi Profilo Pieno
      Roberto Lirussi Profilo Pieno
      Grazie, ho studiato all Università STORIA DELL’ARTE E DELL’ARCHEOLOGIA MUSSULMANA, con professore l’ha persona che, su mandato dell’ONU ha rimesso in uso il museo di Baghdad dopo le razzie dovute alla guerra, oltre ad aver studiato l’arte, la religione e le biblioteche islamiche nel periodo medievale, sempre all’Università, senza preconcetti e apertura totale alla cultura araba prima ed islamica poi, oltre ad aver visitato alcuni paesi del Dar al Islam….ed altro…, Assalaamaleykum
      Mi piace · Altro · 58 minuti fa
      Roberto Lirussi Profilo Pieno
      Mi chiedevi dove avevo letto certe cose false…se vorrai sapere di più…son qua.
      Mi piace · Altro · 56 minuti fa
      Alessia Mocci
      Roberto Lirussi Profilo Pieno puoi rispondere sotto l’articolo come commento proprio dove ha commentato Amani? così i tuoi lettori potranno leggere la tua risposta, qui su facebook non la legeranno di certo
      Mi piace · Altro · 55 minuti fa
      Roberto Lirussi Profilo Pieno
      Non riesco ad entrare in wordpress, se vuoi copia ed incolla tu…libera
      Mi piace · Altro · 33 minuti fa
      Roberto Lirussi Profilo Pieno
      Amani Sadat
      ma dove hai letto che nell’arabia prima dell’islam cerano i cristiani??
      soprattutto che l’islam che si è imposto o che è stata una religione violenta ai tempi
      20 minuti fa · Inviato dal Web
      Roberto Lirussi Profilo Pieno
      L’islam è nato con Maometto, nell’ VIII sec. d.C., i cristiani dopo oltre 700 anni erano già diffuso in tutto il Vicino Oriente, fino all,’odierno Yemen, dopo l’ha divisione dal Regno di D’mt che era uno solo con lo Yemen, pur stando in Africa.
      13 minuti fa
      Amani Sadat
      ok
      cosa centra l’arabia??
      Mi piace · Altro · 26 minuti fa
      Roberto Lirussi Profilo Pieno
      Me l’hai chiesto tu…, Stella del Cielo
      Mi piace · Altro · 25 minuti fa

  2. comunque a me non sembra una risposta :) ti ho chiesto come fai a dire e sapere questo “È bene sapere che se liberati dal gioco totalitario gli iraniani tornerebbero tutti, certamente, al Zoroastrismo. Il popolo iraniano non è sinceramente islamico, ma lo fa per costrizione.” sei mai stato in Iran?? Mio padre si, per lavoro e si è trovato benissimo. Gli iraniani sono persone stupende e non si sentono certamente sotto dittatura come i media occidentali ci riportano e tutta un’altra vita. Qua ci fanno credere di essere liberi ma in verità siamo solo schiavi di una politica che fa pena e non ci rispecchia nemmeno, schiavi di una crisi e se c’è del lavoro. Dire tutti gli iraniani se liberi di scegliere ripudierebbero l’islam è un’insinuazione che non accetto :) Puoi aver fatto tutti li studi possibili e immaginabili, elencandomeli tutti ma finchè non ci sei stato non puoi giudicare questo, mi dispiace. Poi non mi sembra una risposta di dialogo la tua e dici senza preconcetti e con apertura totale verso arabi e islam non si intravede per nulla da il tuo articolo :) comunque PACE!!!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Riflessioni sulla storia dell’Islamismo e sul pericolo dell’ISIS - oubliettemagazine - Webpedia - [...] L’ islamismo è una religione meravigliosa , sulla carta che, assumendo elementi da molti Credi, ed affondando, e poi…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: