Il teschio dello Starchild tra scoperte e misteri: teschio alieno o antica specie umana?

Il teschio dello Starchild tra scoperte e misteri: teschio alieno o antica specie umana?

Set 21, 2014

Il teschio dello Starchild (Figlio delle Stelle), scoperto in Messico negli anni ’30 è ancora un mistero per gli studiosi che dopo varie analisi anatomiche e biologiche sono arrivati alla conclusione che non si tratti di un cranio umano.

Sono varie le ipotesi che sono nate tra gli esperti, alcuni ipotizzano si tratti di un’antica specie umana altri credono sia il cranio di un ibrido umano-alieno ma la verità è che ancora una risposta non c’è.

Nel 1930, un’adolescente americana, di origini messicane, in vacanza in Messico decide di esplorare il territorio circostante un villaggio nella regione di Copper Canyon.

Durante l’esplorazione trova il tunnel di una vecchia miniera abbandonata e all’interno uno scheletro umano completo, accanto c’era un osso deforme che spuntava dall’interno del terreno e la ragazza lo tirò fuori con le mani. La giovane decise di nascondere tutte le ossa con l’intenzione di tornare ma un’alluvione disperse tutti i pezzi tranne i due teschi, con quello deforme in parte danneggiato.

La ragazza li raccolse e li portò con se in Texas dove rimasero nascosti fino alla sua morte avvenuta nel 1990, dopodiché furono affidati ad alcuni suoi amici che nel 1998 li passarono a Ray e Melanie Young, una coppia di El Paso, Texas.

Melanie, infermiera in terapia clinica neonatale, era curiosa di sapere cosa avesse potuto provocare la deformità nel teschio, chiese allora il parere ad alcuni suoi colleghi che però non trovarono una soluzione al mistero in quanto il caso appariva completamente nuovo agli occhi della scienza.

La svolta arrivò quando Melanie conobbe Lloyd Pye, autore e ricercatore nel campo della ricerca alternativa, dopo varie ricerche e analisi Pye iniziò a sospettare che non si trattasse di teschio umano.

Nel 1999, grazie a Pye, nacque Starchild Project, un progetto di ricerca per scoprire la natura del deformato teschio, tutti coloro che collaborano sono volontari spinti dalla curiosità e dall’amore per la scienza e la ricerca.

Da queste estenuanti analisi si è scoperto che il teschio era vecchio di circa 900 anni, ha la metà del peso di un teschio umano ed è più ampio di 400 cm³ rispetto al teschio umano adulto.

Lo spessore della sua calotta cranica, invece, misura circa 3 mm, un terzo di quella umana e i ricercatori hanno poi osservato oltre 10 deviazioni standard rispetto alla norma umana.

Grande contributo ha dato il dottor Ted Robinson, medico e chirurgo plastico in pensione, esperto in anatomia cranica. Grazie alla sua esperienza le ricerche hanno portato alla conclusione vari punti fondamentali, innanzitutto ha escluso che la deformità del cranio possa dipendere da condizioni cliniche conosciute e ha evidenziato come l’osso del cranio sia molto più sottile, leggero e resistente delle ossa umane.

Il cranio ha una composizione diversa rispetto alle ossa dei mammiferi, presenta strane fibre di natura sconosciuta,  la prominenza ossea sul margine posteriore del cranio è assente e le cavità oculari sono molto basse.

Paul Tessier, medico francese pioniere della chirurgia cranio-facciale, ha affermato di non aver mai visto niente di simile nonostante la sua grande conoscenza delle deformità craniche.

Fondamentale a questo punto era un’analisi del DNA, un primo tentativo venne  eseguito nel 2003, ma la tecnologia non era ancora abbastanza evoluta. Nel 2010 venne fatta una seconda analisi che riscontrò una percentuale significativa del DNA non umana.

Nel 2012 una terza analisi individuò il gene FOXP2 che presentava però un’anomalia, mentre tutti gli esseri umani normali hanno esattamente le stesse coppie di basi, il gene dello Starchild presenta un totale di 56 variazioni all’interno del frammento, rispetto a quello umano.

In conclusione possiamo dire che il teschio dello Starchild nonostante le tante ricerche e analisi è ancora un mistero che però lo sviluppo della scienza potrà un giorno svelare, l’unica cosa di cui siamo certi è che dietro ad esso c’è una storia nascosta dietro, una deformazione umana sconosciuta? una specie non umana? una specie aliena?

Speriamo di scoprire presto la verità…

 

Written by Bernadette Amante

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Il teschio dello Starchild tra scoperte e misteri: teschio alieno o antica specie umana? - oubliettemagazine - Webpedia - [...] Il teschio dello Starchild (Figlio delle Stelle), scoperto in Messico negli anni ’30 è ancora un mistero per gli…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: