Addio all’attore e regista inglese Richard Samuel Attenborough, Premio Oscar per il kolossal Gandhi

Addio all’attore e regista inglese Richard Samuel Attenborough, Premio Oscar per il kolossal Gandhi

Ago 25, 2014

Tra pochi giorni avrebbe compiuto 91 anni ma l’attore e regista inglese nato a Cambridge si è spento a Londra il 24 agosto 2014. Da alcuni anni Richard Samuel Attenborough era costretto su una sedia a rotelle in seguito ad una brutta caduta e risiedeva in una struttura privata con la moglie; la sua carriera cinematografica era ormai conclusa da tempo ma nessuno dimenticherà le sue magistrali interpretazioni nei numerosi film che nel corso degli anni l’hanno visto come protagonista.

In tanti lo ricorderanno nella parte del miliardario John Hammond in “Jurassic Park” (1993) o in quella di Babbo Natale in “Miracolo nella 34ª strada” (1994). Gli amanti del cinema lo ricorderanno anche al fianco di Steve McQueen ne “La grande fuga” (1963), in “Hamlet” (1996) di Kenneth Branagh o in “Elisabeth” (1998) con Cate Blanchett.

E non va dimenticato “Gandhi” (1983), che gli valse ben due Premi Oscar come miglior film e  come miglior regista.

La lista dei suoi film è molto lunga e questi sono solamente alcuni dei titoli che hanno contribuito a renderlo celebre.

Nel 1942 debuttò in teatro ma pochi anni prima era stato un pilota per la Royal Air Force e svolse anche le riprese aeree dell’esercito agli studi Pinewood.

In pochi anni divenne famoso lavorando nei primi anni in Gran Bretagna ma ben presto divenne noto anche negli Stati Uniti d’America e la fama internazionale giunse nel 1963 con “La grande fuga”.

Da questo momento in poi recitò con gli attori e i registi più famosi, passando dalla regia di  Michael Powell a quella di Peter Ustinova, da John Sturges a Richard Fleischer, da Steven Spielberg a Brian Henson.

Ma la sua brillante carriera lo vide eccellere anche come regista e ricordiamo, oltre al più noto “Gandhi”, “Chorus line” (1985), “Oh, che bella guerra!” (1969), “Quell’ultimo ponte” (1977), “Charlot” (1992), “Viaggio in Inghilterra” (1993), “Closing the Ring” (2007).

Per quanto riguarda la vita privata Richard Samuel Attenborough  era sposato con l’attrice inglese Sheila Sim dalla quale ebbe tre figli, Jane Holland, Michael John e Charlotte. Sciaguratamente nel dicembre 2004 i due persero la figlia Jane, la suocera e la nipote Lucy nel terribile tsunami che colpì la Thailandia, dove si trovavano in vacanza mentre si salvarono altri due nipoti.

Nel 2008 Attenborough pubblica la sua autobiografia dal titolo “Entirely Up to You, Darling”.

Un attore di vecchio stampo che riuscì ad adattarsi alle esigenze dei tempi in cui viveva, che recitava con eleganza e maestria e che in ogni parte riusciva a mettere qualcosa di suo, i suoi sorrisi, il suo viso così particolare e riconoscibile, riuscendo ad entrare nelle case e negli affetti di chi lo guardava.

 

Written by Rebecca Mais

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. Addio all’attore e regista inglese Richard Samuel Attenborough, Premio Oscar per il kolossal Gandhi - oubliettemagazine - Webpedia - [...] Tra pochi giorni avrebbe compiuto 91 anni ma l’attore e regista inglese nato a Cambridge si è spento a…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: