Intervista di Bernadette Amante al giovanissimo rapper Mose

Intervista di Bernadette Amante al giovanissimo rapper Mose

Lug 28, 2014

In esclusiva per Oubliette Magazine, Mose ci parlerà della sua grande passione per la musica. Simone Reo, in arte Mose, è nato il 29 febbraio 1996.

I suoi primi contatti con la musica li ebbe all’età di circa dieci anni trovando interesse per il pianoforte e la chitarra acustica.

All’età di dodici anni si avvicinò al mondo della musica con il genere rap/hip hop iniziando già a scrivere qualche testo, in questo periodo registrò il suo primo brano con il cellulare, non avendo possibilità di andare in studi di registrazione o utilizzare apparecchiature migliori.

Mose, un ragazzo giovane ma con un grande talento, ci trasmette tutta la sua passione per la musica attraverso le sue canzoni che non sono solo un insieme di note ma ciascuna di esse trasmette un messaggio che arriva dritto all’ascoltatore.

La musica è emozione e così arriva nel nostro essere più profondo fino ad esplodere nel nostro animo, senza di essa non potremmo vivere e questo Mose lo sa bene e lo trasmette anche agli altri.

 

B.A.: Ciao, grazie per avermi concesso questa intervista, inizio chiedendoti, cos’è per te la musica?

Mose: Ciao, innanzi tutto volevo ringraziare voi di Oubliette Magazine per l’intervista. Per me la musica è qualcosa che va al di là di qualsiasi suono vi giunge all’orecchio, per me la musica è soprattutto qualcosa di astratto, è emozione, è quella cosa che ovunque tu sia e qualunque sia il tuo stato d’animo ti terrà compagnia ed è sicuramente un punto fondamentale di ogni mia giornata, senza di lei non riuscirei a far niente.

 

B.A.: Quanto è importante il rapporto con internet per un artista?

Mose: Oramai per un artista emergente o anche affermato il mondo del web è una cosa fondamentale, è il mezzo di propagazione più veloce, tutti hanno internet e tutti con due semplici click possono arrivare alle mie canzoni ed è una cosa molto conveniente per noi “artisti rapper” o come ci volete definire voi ahahah. Quindi è assolutamente indispensabile al giorno d’oggi internet per chi fa musica di qualsiasi tipo!

 

B.A.: Quali artisti hanno influenzato maggiormente il tuo stile?

Mose: Mah ti dico che io non ho mai avuto davvero un artista principale da cui prendere spunto, forse perché a me piace qualsiasi tipo di genere musicale e sinceramente non ho un cantante preferito però ho un sacco di artisti che mi piacciono molto! Comunque se proprio dobbiamo rispondere diciamo i Gemelli Diversi, principalmente Grido!

 

B.A.: C’è un artista con cui ti piacerebbe collaborare?

Mose: Ci sono quei tre artisti con cui davvero sogno da una vita di collaborare e sono Marracash, Gué Pequeno  e J-Ax.

 

B.A.: Qual è il messaggio che vuoi trasmettere ai tuoi ascoltatori?

Mose: Ogni canzone ha un cosiddetto messaggio diverso, ma a me basta che le mie canzoni trasmettano qualcosa all’ascoltatore, magari non a tutti lo stesso messaggio ma che almeno trasmettano qualcosa!

 

B.A.: Hai dei progetti per il futuro?

Mose: Ma io ho un unico progetto presente e futuro che è quello di continuare a fare musica, poi si vedrà!

 

B.A.: Per concludere, c’è qualcosa che vorresti dire ai tuoi fans?

Mose: Li voglio ringraziare di cuore, perché alla fine tutto quello che costruisco giorno per giorno è anche merito loro! Spero di esser stato preciso e avervi tolto qualche dubbio… Alla prossima!

 

Written by Bernadette Amante

 

 

Info

Facebook Mose

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: