Sue Willis: l’artista americana che dona voce agli animali

Sue Willis: l’artista americana che dona voce agli animali

Lug 22, 2014

Raramente l’uomo riesce a rispettare i diritti degli animali e quasi mai agisce a favore della loro tutela e salvaguardia.

 

Mosso da fini opportunistici, non è in grado di udire quella “voce” che, per quanto possa apparire di difficile comprensione, perché troppo diversa e lontana da quella degli esseri umani, essi tuttavia possiedono.

A meno che non si tratti degli amici che risiedono nelle nostre case, cani e gatti che allietano la nostra quotidiana esistenza e che noi ricambiamo servendo e riverendo con amore, a tutti gli altri animali la vita riserva esigenze inespresse e soprattutto incomprese.

Ma non bisogna generalizzare, perché c’è invece chi questa “voce” riesce a coglierla, anzi, vorrebbe amplificarla, diffonderla e condividerla col mondo.

È l’esempio di un’artista americana che scolpisce animali allo scopo di dar loro una voce, quella voce che non potrebbero far valere, se abbandonati a se stessi. Il suo nome è Sue Willis ed è nata a Chicago nel 1955.

Risiede attualmente a New York, dove all’attività di artista affianca l’insegnamento al Fashion Institute of Technology, un istituto universitario di arte, moda e design, nato nel 1944 a New York, che si basa su una tecnologia altamente sofisticata, poiché forte di finanziamenti privati, dello Stato e della città di New York.

In ogni sua scultura, Sue Willis riflette l’amore verso ogni tipologia di animale, e verso la natura, in senso generale. Il suo è una sorta di approccio creativo che suggerisce, al contempo, il legame profondo che tiene uniti tutti gli esseri viventi all’interno di un mondo che rimane misterioso e di una natura in cui niente si crea e niente si distrugge.

Pittrice, scultrice e fotografa, Sue Willis è quella che si definisce un’artista completa, sebbene sia proprio nelle sculture dedicate agli animali che riesce a dare il meglio di sé.

Come lei stessa ha affermato all’Huffington Post, il quotidiano online statunitense, i suoi animali sono “una famiglia”.

In queste figure, dai tratti teneri e realistici, emerge tutta la sensibilità e l’armonia di un mondo animale apprezzato nel profondo. Nelle simmetrie, nell’equilibrio e nella compatibilità tra i vari elementi, si riflette un senso di pace e perfezione.

Orsi polari, cavalli, elefanti, uccelli, topi, cani, e molti altri ancora, sono animali degni della medesima attenzione, che chiedono solo di essere protetti e rispettati.

E le sculture di Sue Willis sono lì ad illustrarci la purezza del regno animale, e allo stesso tempo a ricordarci chi, in realtà, sia la bestia.

 

Written by Cristina Biolcati

 

3 comments

  1. Hi Cristina! Thank you so very much for writing this article–I’m Sue Willis and found the article by accident! I’m very pleased that you took the time to write about me. Feel free to visit my website at http://www.suewillis.com. I send you kind regards and well wishes. All best to you, Sue Willis

  2. Hi Sue! Your comment is a wonderful surprise for me! Thank you very much and I send you my congratulations for your work. Cristina.

    • Hi again Cristina! Thanks so much for your kind reply! I see that your English is perfect! Can you please send me an English translation of your article, as I don’t speak Italian! It’s very nice to meet you and I send my kind regards and good wishes to you! All the very best, Sue

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: