“Amare oltre l’Oceano”, romanzo di Domenico Galluzzi: la prefazione di un romanzo a lieto fine

“Amare oltre l’Oceano”, romanzo di Domenico Galluzzi: la prefazione di un romanzo a lieto fine

Giu 24, 2014

Anche  Marisol, 7 anni, passa il tempo correndo e girando per il barrio, scalza, corre e si muove cosi agilmente, che sembra avere sotto la pianta dei piedi uno zoccolo di legno, i suoi piedi nudi  così abituati ormai non sentono piu nulla, riesce a muoversi tra cocci di vetro e sassi con una disinvoltura inusuale.”

Marisol è il primo personaggio presente nel romanzo breve “Amare oltre l’oceano” (Bastogi Libri), una bambina che dovrà attraversare un’infanzia tutt’altro che rassicurante e che vederà l’anternarsi delle stagioni con il fantasma di un forte amore materno.

Ci troviamo a Sosua in Repubblica Dominicana, città che vedrà lo svolgersi di un incontro tra due culture all’interno di una grande questione: l’adozione.

Domenico Galluzzi analizza in profondo le dinamiche che porteranno Giada e Marco, due italiani che vivono all’estero e che non riescono ad aver figli, alla difficile scelta dell’adozione. Una tematica che oggigiorno è sempre più diffusa a causa dell’aumento della popolazione in condizione di sterilità o con problemi di concepimento.

Giada e Marco vivono in un costante senso di vuoto, le giornate trascorrono liete con la tipica tranquillità caraibica di una società meno consumista rispetto alla loro patria, l’Italia.

Eppure ogni mattina il loro risveglio è cosparso dalla speranza di sentire una risata fanciullesca, pura; ogni mattina il desiderio di essere genitori diviene una certezza ed un bisogno che non può più ambiare al miracolo. I due così dimostrano quanto credere fortemente in qualcosa sia fondante per la realizzazione dei sogni.

L’autore, con meticolosa cura, inserisce il lettore all’interno di problematica sociale di estremo rilievo, mostrando passo per passo ogni difficoltà ed ogni perplessità. Non si nasconde una fortissima critica sociale sui regolamenti, che non prendono ad esame realmente le persone che hanno intenzione di adottare un bambino, ma che si cimentano in ardite regole quasi ‘mafiose’.

Strano ma vero, pensare quante belle famiglie, farebbero di tutto per ottenere e crescere un bambino, disposti a sacrifici fuori dal normale, togliendo da una vita di stenti tanti bambini sfortunati e con problemi, ma niente, la burocrazia, spesso bloccava pratiche con assurde motivazioni, situazioni che facevano esaurire queste donne, che già la natura aveva punito, non facendole vivere l’esperienza, che è quella di diventare madre.”

E Giada fortunatamente avrà questa emozione quando incontrerà Marisol per la prima volta. Un cuore che batte, un cuore di mamma. La piccola, ormai orfana, non avrebbe mai pensato al forte amore che da lì a poco avrebbe invaso la sua vita. Marisol è un personaggio positivo e tenace, nel suo percorso riuscirà a mettere da parte il veleno vissuto nell’ infanzia per migliorare se stessa ma anche per riscattarsi agli occhi dei nuovi genitori. Marisol in ogni giornata della sua vita è grata per quell’adozione che le ha cambiato l’esistenza e le ha permesso di realizzarsi come donna.

Amare oltre l’oceano” è un romanzo a lieto fine che culla il lettore in esperienze dal profumo esotico e dal fascino fotografico. Intense le vedute descritte con passione dall’autore, sin da subito ci si ritrova nelle strade impolverate di Los Charamicos, a pochi chilometri da Sosua, e si passeggia con la piccola Marisol in una periferia dedita al malaffare ed alla prostituzione.

In parallelo si incontrano le rive di finissima sabbia bianca di un’isola baciata dal sole, una città caraibica descritta con mirabile pennello dall’autore, il quale, come i suoi personaggi Giada e Marco, vive ormai da diversi anni nella Repubblica Dominicana.

Di fronte a loro, un panorama da cartolina, l’oceano Atlantico sviluppava decine di differenti tonalità di azzurro, la spiaggia di un color bianco neve, faceva riflettere i raggi del sole così forte, da non riuscire a tenere gli occhi aperti o senza occhiali e subito prima della sabbia, una foresta di palme di un color verde smeraldo che schiariva e si scuriva in base alle zone d’ombra.”

 

Written by Alessia Mocci

Curatrice della pubblicazione

(alessia.mocci@hotmail.it)

Booktrailer realizzato in collaborazione con Libera il Libro

 

 

Info

Facebook Domenico Galluzzi

ACQUISTA

Collana Oubliette

Contest  di poesia e racconto “Amare oltre l’oceano”

Libera il Libro

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: