“Poetry”, nuovo album di Valerio Piccolo: poesia e musica in un raffinato rapporto di sensibilità emotiva

“Poetry”, nuovo album di Valerio Piccolo: poesia e musica in un raffinato rapporto di sensibilità emotiva

Mar 26, 2014

Valerio Piccolo nasce a Caserta ma, essendo dal 2000 il traduttore ufficiale della folksinger americana Suzanne Vega, con cui collabora per diversi progetti artistici, vive la sua vita artistica tra Roma e New York.

Insieme alla Vega, dal 2000 al 2004, partecipa allo show “Solitude Standing Tour” prodotto dalla casa editrice minimum fax.

Dal 2007 al 2012 arriva il momento delle date italiane dei suoi tuor europei alle quali si aggiungono quelle negli Stati Uniti, specialmente a New York dove si esibisce con la sua band americana in locali storici del Village e del Lower East Side come “The Bitter End” o “The Living Room”.

Nel 2010, oltre a due concerti in Texas, incide a New York un duetto con Suzanne Vega, “Suono nell’aria”, singolo dell’EP omonimo pubblicato nel giugno del 2011. Nel novembre 2007 pubblica il suo primo album, “Manhattan Sessions” (La filibusta/Goodfellas), prodotto da Mike Visceglia e registrato per nove decimi al Looking Glass Studios di New York.

Nel novembre 2008 cura la colonna sonora del documentario “War Zones” del regista Gianclaudio Guiducci. Nel 2010, in occasione di un mini-tour americano tra New York e il Texas, esce il cd/45 giri “Union Square”, contenente due brani in lingua inglese.

Nel giugno 2011 pubblica, su etichetta Tomobiki/Venus, l’EP “Suono nell’Aria”. Prodotto artisticamente da Massimo Roccaforte (produttore/chitarrista di Carmen Consoli), l’EP contiene il singolo “Suono nell’Aria/Freeze Tag”, un duetto con la folk singer Suzanne Vega, che viene trasmesso da molte radio nazionali e inserito per un mese nella playlist di Radio2. Nel 2013 è di nuovo a New York per musicare un testo della scrittrice e regista teatrale italiana Francesca Zanni, interpretato in lingua inglese dallo storyteller di Brooklyn Isaac Butler.

Valerio Piccolo è anche un traduttore e un adattatore televisivo e cinematografico. Ha tradotto libri e saggi per le case editrici minimum fax e Piemme, e ha adattato per il doppiaggio dialoghi di importanti registi contemporanei come David Lynch, Tim Burton, Ron Howard, Quentin Tarantino, Alexander Payne.

Nel 2015, sei canzoni inedite di Valerio, scritte in lingua inglese, debutteranno in una piéce in scena a New York al teatro Off-Broadway Rattlestick Playwrights Theater. L’opera, dal titolo “When We Were Good”, è scritta da David Van Asselt.

Il nuovo singolo di Valerio Piccolo si intitola “Ordine” e rappresenta il manifesto del suo nuovo album “Poetry“. Il brano di lancio nasce come poesia di Suzanne Vega alla quale si unisce la complice musicalità di Paola Turci.

L’album “Poetry” nasce da nove poesie donate e scritte per l’occasione da scrittori come Jonathan Lethem, Rick Moody e Ben Greenman e poetesse quali Sarah Manguso e Meghan O’Rourke e ad esse si aggiunge la cantautrice Suzanne Vega. Le poesie sono state tradotte ed editate assieme ai rispettivi autori. Nel brano “Ordine”, Valerio viene accompagnato dalla voce di Serena Ciacci.

La musicalità della canzone è un filtro rilassante per l’anima, grazie anche all’armonia dei suoni e alla tecnica di Valerio Piccolo che riesce ad esprimere la dolcezza dei testi con una delicata sensibilità.

 

Written by Bernadette Amante

 

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. “Poetry”, nuovo album di Valerio Piccolo: poesia e musica in un raffinato rapporto di sensibilità emotiva - oubliettemagazine - Webpedia - [...] Valerio Piccolo nasce a Caserta ma, essendo dal 2000 il traduttore ufficiale della folksinger americana Suzanne Vega, con cui…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: