È mistero per l’antica Statua di Apollo messa all’asta su Ebay da un pescatore di Gaza

È mistero per l’antica Statua di Apollo messa all’asta su Ebay da un pescatore di Gaza

Feb 15, 2014

Pescatore trova statua di Apollo e la mette su eBay”. Partiamo da qui. Perché a volte si leggono storie davvero disarmanti e dalle conseguenze tragiche. Siamo a Gaza, la più grande città della omonima “striscia”, il territorio palestinese che confina con Israele e l’Egitto.

Un pescatore trova, nei pressi della spiaggia di Deir Al-Balah, un’antica statua di bronzo raffigurante il dio Apollo. E cosa fa? La mette in vendita su eBay, niente di più illogico e sconsiderato. L’uomo ha dichiarato di avere recuperato il reperto in mare, poiché nella sua rete è rimasto impigliato un braccio dell’Apollo.

In pratica, una statua del peso di 500 chili, nascosta per secoli sul fondo del mare, ha rischiato di essere venduta di contrabbando a qualche collezionista. Destino beffardo.

Questa in breve la storia di una statua di bronzo del dio greco Apollo che è stata rinvenuta nel tratto di mare di fronte alla striscia di Gaza. Un antico reperto di duemila anni che il pescatore ha portato alla luce dal fondo del mare, a settembre 2013. L’uomo l’ha portata a casa e l’ha messa all’asta sul sito di vendita online, per un prezzo base di 500 mila dollari.

Secondo gli archeologi questo reperto ha un valore inestimabile, perché sarebbe come cercare di quotare la Gioconda. Le condizioni della statua lascerebbero intendere che non sia stata ripescata in mare; e il fatto che essa sia in bronzo anziché in pietra, ne accresce l’interesse artistico.

Il pescatore palestinese sarebbe un giovane di 26 anni, Joudat Ghrab, che ha dato un’altra versione della storia. Nonostante i rimproveri della madre, egli avrebbe interpretato il ritrovamento come un dono del Signore, e l’avrebbe messa in vendita a causa della sua difficile condizione economica.

Alta poco meno di due metri, la statua ci presenta un corpo muscoloso, dai capelli ricci e con un occhio danneggiato. Non pago, Ghrab avrebbe deturpato la scultura. Sperando fosse oro, egli ha tagliato un dito e l’ha portato a far analizzare da un esperto di metalli.

Condurre la statua fuori da Gaza, una volta venduta, sarebbe stato difficile, a causa degli stretti controlli al confine con Israele e l’Egitto. Ma la situazione si complica ulteriormente. Le voci girano velocemente e giungono anche ad Hammas, la nota organizzazione terroristica palestinese. La polizia sequestra la statua, ed ora le autorità hanno aperto un’indagine. Viene scoperto che si tratta di un bronzo prezioso, reperto dell’arte ellenistica.

Subentra un problema di natura religiosa: l’Islam vieta la riproduzione della figura umana nell’arte. E poi Apollo è nudo, quindi è impossibile mostrarlo al pubblico. La statua così sparisce nuovamente. Gli archeologi denunciano di non averla mai potuta vedere.

Il sospetto è che possa essere entrata nel giro del mercato nero per essere venduta. Qui avrebbe un valore tra i 30 e i 40 milioni di dollari. L’Apollo è così adesso al centro di quello che sembra un giallo. Da una parte c’è Hammas, riconosciuta solo come organizzazione terroristica, che però potrebbe sfruttare la statua per mostrare al mondo che Gaza è la nuova culla dell’archeologia; e dall’altra l’autorità nazionale palestinese, che si trova con le mani legate, impossibilitata da Hammas di imporsi come interlocutore politico anche in campo culturale.

C’è chi ritiene che il pescatore stia mentendo sul luogo del ritrovamento, magari per mascherare un traffico illecito, e chi invece crede nella possibilità che Gaza abbia finalmente iniziato a svelare alcuni dei suoi tesori perduti, frutto di 5.000 anni di storia che l’hanno vista occupata da popolazioni antiche, attraverso più epoche. Un periodo di conquiste che la videro anche subire l’assedio di Alessandro il Grande.

Le autorità assicurano che quando le indagini verranno concluse, l’opera sarà mostrata al pubblico. Ma dobbiamo crederci? Purtroppo questa è una domanda che rimane aperta.

 

Written by Cristina Biolcati

 

http://youtu.be/jxY58abGCJU

 

Nessun commento

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trackbacks/Pingbacks

  1. È mistero per l’antica Statua di Apollo messa all’asta su Ebay da un pescatore di Gaza - oubliettemagazine - Webpedia - [...] “ Pescatore trova statua di Apollo e la mette su eBay ”. Partiamo da qui. Perché a volte si…
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: