L’asino che Vola: tutta la programmazione artistico musicale da giovedì 12 sino al 21 dicembre, Roma

L’asino che Vola: tutta la programmazione artistico musicale da giovedì 12 sino al 21 dicembre, Roma

Dic 11, 2013

Carissimi lettori di Roma e dintorni eccovi tutte le date con la programmazione delle serate che si svolgeranno dal 12 al 21 dicembre presso L’Asino che Vola in via Antonio Coppi 12/d a Roma.

Giovedì 12 dicembre iniziamo con Le Cardamomò che presenteranno il videoclip “Valse de Meduse!”, ispirato al teatro d’ombre e prodotto insieme ai collettivi di motion graphics SoWhat e RatCreative. A seguire concerto-spettacolo pieno di sorprese de Le Cardamomò.

Nel corso della serata L’Asino che Vola ospiterà la mostra degli scatti realizzati del backstage di Ilaria Di Biagio e Cristina Vatielli e mercatino franchising Le Cardamomò.

Il videoclip “Valse de Meduse” de Le Cardamomò è stato interamente realizzato con il metodo delle ombre cinesi e rielaborato con la motion graphics. Quattro personaggi, alter-ego dei musicisti, raccontano ciascuno la propria storia, viaggiando in mondi onirici fino a ricongiungersi nel mondo presente.

Nel video si ha la sensazione di sconfinare dalla realtà alla fantasia, ove la storia personale di ciascuno di loro si mescola con gli immaginari di artisti surrealisti: Escher, De Chirico, Magritte.

Le Cardamomò nascono nel 2010 con la curiosità di proporre un repertorio musicale antico e rigorosamente acustico, di ispirazione francese e est-europea, in una dimensione quotidiana come quella delle strade e piazze di Roma. La voce lirica, il violino, gli organetti e il bombardino evocano, attraverso melodie antiche e raffinati incastri armonici, atmosfere dal gusto nostalgico e retrò. Da questa idea Le Cardamomò realizzano uno spettacolo musicale, in cui i musicisti interpretano quattro personaggi del passato che con le loro storie e canzoni coinvolgono gli spettatori portandoli in un viaggio metaforico nei porti, nelle osterie e nelle sale da ballo di un’Europa ormai dimenticata.

Le Cardamomò hanno partecipato a diversi festival di musica e teatro in Italia tra i quali: “Morg-ex Machina”, Morgex (AO); “Scarti di strada”, Arsoli (RM); “Festival bizzarro”, Roccastrada (GR); Slow folk”, Scandicci (FI), Ferrara Busker Festival; Festa di Teatro Ecologico, Stromboli; Festival TroiaTeatro (BA); Bella Estate di Avellino; Gustatus a Orbetello (GR). Si sono esibiti in diversi locali a Roma tra i quali: Casa del Jazz, Muzak, Init club, Locanda Atlantide, Beba do Samba; a Napoli al Foyer Bellini, U-Turn e Ferro Tre; a Firenze al Teatro del Sale, Citè, Circolo Aurora, Murate; a Bologna al Teatrino degli Illusi.

Nel dicembre 2012 hanno pubblicato il loro primo album autoprodotto: Cardamomò che vede la collaborazione tra gli altri di Alessandro Pieravanti (il Muro del Canto) alle percussioni e al glockenspiel e Pietro Santangelo (Slivovitz) ai concretismi sonori. L’album è stato presentato a Radio Rock e recensito sulla rivista di musica Mucchio Selvaggio. Nel settembre 2013 hanno composto e eseguito le musiche dello spettacolo di letture di Concita De Gregorio “Manchi solo tu”, in scena al Teatro Valle con la regia di Alessandro Fabrizi. A breve presenteranno il loro primo videoclip della canzone Valse de Meduse creato in collaborazione con i collettivi di animazione SoWhat e RatCreative.

Programmazione

Venerdì 13 dicembre – ore 22:00 Battiley Funk Quartet Live.

Torna con un nuovo appuntamento dal vivo nella Capitale la band Battiley Funk Quartet. Un vasto quanto piacevole repertorio di brano jazz, funk e rock. Formazione: Roberto Nosseri – batteria,  Claudio Montalto – tromba, flicorno e percussioni,  Simone Galassi – chitarra e  Sergio Di Mico – basso.

Sabato 14 dicembre – ore 22:00 – Blues Factory: la voce di  Silvana Scarabello ed il groove di Attilio Costa.

Si entra in pieno clima natalizio con il live dei “Blues Factory”, il duo blues, country e gospel, con la possente voce di Silvana Scarabello che si fonde al groove della chitarra acustica di Attilio Costa.

Domenica 15 dicembre – ore 20:00 Carmine Torchia ed il suo Bene Tour

Carmine Torchia e il suo Bene Tour approdano a L’Asino che Vola. Torchia è uno che scrive canzoni e aforismi, che vuole bene ai poeti, ai cantautori, ai bambini, ai musicisti, ai cani. La sua musica è un calderone in cui poesia, elettricità, chanson, psichedelia, elettronica, musica territoriale e sinfonica si mescolano in maniera inaspettata.  Il suo primo disco, “Mi pagano per guardare il cielo”, è uscito nel 2008 per Castorone.  Ha girato, ha cantato e suonato per strada e nei locali in un viaggio chiamato Piazze d’Italia (sulle tracce di de Chirico), un tour durato quattro mesi, per un totale di circa 9000 km percorsi, 130 ore di viaggio, e molte copie vendute. L’incredibile esperienza di Piazze d’Italia diventa anche un libro (Prospettiva editrice), un cortometraggio e uno spettacolo teatrale.   Dopo gli ottimi riscontri del suo primo disco “Mi pagano per guardare il cielo”, uscito nel 2008 per Castorone e dopo i tour che lo hanno visto condividere il palco con artisti come Stefano Rosso, Peppe Voltarelli, Niccolò Fabi, Eugenio Bennato, Moltheni, Tonino Carotone, il Parto Delle Nuvole Pesanti e Andrea Chimenti,  Carmine torna con “Bene.” il suo ultimo lavoro prodotto insieme a Peppe Fortugno, in collaborazione con Roberta Cartisano, uscito il 16 settembre per Rurale/Audioglobe.

Venerdì 20 dicembre – ore 22:00 Purautopia  

PuraUtopia ritorna a suonare a Roma per presentare il suo prossimo progetto discografico. PuraUtopia è un contenitore di suoni e versi che vede la luce nel 2000 ad opera di musicisti provenienti da universi musicali diversi. Un progetto dove le sonorità della tradizione del cosiddetto “bel paese” si fondono con i ritmi balcanici e con gli echi del mediterraneo, contaminandosi col jazz e con il rock, creando una sorta di esperanto musicale che non conosce punti d’arrivo o destinazioni stabilite. Un linguaggio musicale di difficile inquadramento, costruito attorno ai testi, in cui spesso prevale la tecnica narrativa del paradosso. La band vanta il Premio Speciale MarteLive 2009. Il loro ultimo disco è uscito del 2010, “CO.CO.CO” (Ed. Altipiani Record’s – Cinico Disincanto).. Il lavoro è preceduto dall’uscita nazionale di “Quando piangi in cinese”, brano firmato dai PuraUtopia, in cui la band duetta con Paolo Belli e che viene presentato ufficialmente durante l’inaugurazione del MEI nel teatro di Faenza e successivamente con un live in diretta nazionale su RadioRai1. A gennaio 2014 è prevista l’uscita di un nuovo singolo.

Sabato 21 dicembre – ore 22:00 – Simone Avincola

Simone Avincola, cantautore romano autore del film “Stefano Rosso – L’ultimo romano” (Presentato in anteprima proprio a L’Asino che Vola e Premio Speciale PIVI 2013), presenta il suo ultimo disco “Così canterò tra vent’anni” che vede tra gli ospiti Freak Antoni e Edoardo De Angelis. Nato a Roma nel 1987, Simone Avincola è stato definito più volte e da molti come “il primo della nuova generazione dei cantautori ribelli”. La sua canzone “Io dico basta” è stata citata da Beppe Grillo sul suo blog, “Il Giullare e altre storie”, il suo precedente album,  ha ricevuto molti apprezzamenti da parte di varie figure artistiche importanti tra cui: Beppe Dati, Edoardo De Angelis e Paolo Conte che lo ha definito “… un bel disco, intenso e calibrato”. Nella sua biografia si racconta così: Ho passato quasi dieci anni della mia vita studiando chitarra alla Scuola Popolare di Musica di Testaccio.  Ho sempre scritto, chiuso nella mia camera o nascosto tra le mura del cortile.  Passavamo le nottate tra bottiglie di vino, chitarre e centinaia di sigarette.  Una sera qualcuno (non ricordo chi fu il colpevole) mi chiese di fargli ascoltare una mia canzone. Da quella sera non ho mai smesso…”.

 

Ingresso gratuito

 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: