“Ti seguo ogni notte”, libro di Luca Bianchini: due cuori che non si congiungeranno mai

“Ti seguo ogni notte”, libro di Luca Bianchini: due cuori che non si congiungeranno mai

Nov 14, 2013

Le storie più belle sono notti d’amore. Sorgono al tramonto e si spengono all’alba, bruciando sotto le stelle. La vita ti scorre davanti veloce, e di colpo rivedi tutto. I primi passi, i sogni dell’adolescenza, le sfide lanciate e perdute, le vittorie, il disincanto del tempo che passa”.

Roger Milone è un ragazzo semplice, di bell’aspetto, che vive alla periferia di una grande città e sbarca il lunario con mille euro al mese lavorando per una trasmissione di televendite. È uno come tanti, uno dei tanti. È insoddisfatto della sua vita che non è stata generosa con lui neppure dal punto di vista sentimentale, anche se il destino, a volte,  è in grado di ribaltare il corso delle cose con la velocità della luce.

Tutta la sua vita era stata costellata da momenti di noia e decisioni repentine, quasi fosse una sinusoide”.

Una sera decide, e lo fa. Riunisce alla rinfusa poche cose in una valigia, sotto gli occhi attoniti  della madre, e lascia la casa dei genitori per andarsene provvisoriamente a dormire in un motel di infima categoria. Lì incontra casualmente Stella, una giovane donna, ricca e misteriosa, che decide di regalargli la notte più bella della sua vita, anche se sarà la prima e l’ultima: la notte della vigilia del suo matrimonio.

A volte basta un pianeta nel posto sbagliato per mandare a monte un destino… Non ci sarebbero stati un secondo appuntamento, un corteggiamento postumo, regali da fare, promesse da mantenere, segreti da svelare nei momenti di rabbia. Non ci sarebbe stato l’incubo di San Valentino, e neppure una suocera da detestare… Ci sono storie che cominciano con un addio. Questa, forse, era una di quelle”.

Nonostante ciò, Roger e Stella si amano intensamente fino all’alba quando lei scompare, dileguandosi nel nulla. Roger la cercherà e, con fatica, la ritroverà. Ci saranno ancora pochi, furtivi attimi di felicità per loro due, anche se entrambi sono stati sin dall’inizio consapevoli di non avere un futuro, essendosi incontrati nel momento sbagliato.

In uno dei loro magici incontri notturni, Stella si congeda da Roger con una frase di Shakespeare: “Domani nella battaglia pensa a me”. È una frase, come riconosce lo stesso protagonista, che interpreta perfettamente il suo stato d’animo.

Quando credevo che nella mia vita stesse arrivando la tranquillità, dentro di me è cominciata la guerra…”

La voleva. La voleva perché lo teneva sospeso, perché lo trattava male, perché nessuno lo aveva mai guardato così da vicino…”.

Tuttavia, piano piano, Roger si stanca di rincorrere questo sogno impossibile e si innamora di Betta, una ragazza semplice e trasparente, anche se molto meno bella di Stella.

Il vento della fortuna inizia a soffiare a suo favore e Roger viene assunto come conduttore di un programma di intrattenimento per soli uomini presso una famosa tv che gli riconoscerà compensi per lui fino a quel momento inimmaginabili.

Si incontreranno ancora, casualmente, lui e Stella, ma le loro strade non si congiungeranno mai. Perché, in realtà, sono sempre state due rette parallele. Perché così era scritto.

Il sole era al tramonto, il cielo di marzo chiedeva uno straordinario di luce, e un po’ di silenzio”.

La prima edizione del romanzo “Ti seguo ogni notte” di Luca Bianchini è uscita nel 2004 con Mondadori.

 

Written by Fiorella Carcereri

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: